Domenica, 03 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Messaggio Promozionale

Home Messaggio Promozionale Proteggere la casa, per proteggere la propria vita

Fondazione Ania racconta

Proteggere la casa, per proteggere la propria vita

fondazione ania, Maria Bianca Farina, Sicilia, Messaggio Promozionale
La presidente di Fondazione Ania, Maria Bianca Farina

Per gli italiani il mattone è una delle poche solidità rimaste in una società sempre più liquida. Sono circa 57 milioni gli immobili che fanno capo a proprietari persone fisiche in Italia. Di questi, il  60% è destinato all’abitazione personale. Se per ogni abitazione è considerata una famiglia, ne consegue che il  75,2%  di queste vive in un  immobile di proprietà. La locazione e la sola disposizione (senza alcun uso) coinvolgono rispettivamente il 10% e l’11% degli immobili.

La casa di proprietà rappresenta quindi il primo asset per milioni di italiani. Tuttavia, la protezione della abitazione non è avvertita come prioritaria dalla collettività nonostante sia proprio nella  dimensione domestica che si consumano con maggiore frequenza incidenti o eventi imprevedibili. Un  incidente casalingo, un evento atmosferico inaspettato o semplicemente una distrazione, possono mettere in pericolo la casa e quindi la  serenità della vita personale e familiare. A volte basta poco per prevenire tali eventi , in altri casi si può cercare di gestirli al meglio.

È ampio il bouquet delle possibilità di proteggere e proteggersi dai rischi che si consumano dentro casa e nella sfera della proprietà abitativa. Ci sono polizze contro i rischi di incendio, quelle che ci proteggono da eventi catastrofali (più frequenti di quanto non si creda: secondo stime ANIA il 78% delle abitazioni è esposto a un rischio medio-alto o alto di terremoto o alluvione), quelle che coprono la responsabilità civile, il furto, fino ai più recenti rischi informatici e alla copertura per infortuni, protezione del reddito, assistenza, tutela legale.

Di seguito l’ampia gamma di polizze possibili, ordinata seguendo le domande più frequenti che riguardano l’esigenza di protezione domestica.

A cosa servono le assicurazioni per la casa?

Proteggono nel caso si subisca un danno o si venga chiamati a risarcire quello che è stato procurato ad altri. La loro funzione è quella di tutelare il proprietario, non solo per quanto riguarda la propria casa, ma anche per quanto concerne l’integrità economica dell’intero nucleo familiare.

Quali sono le garanzie che si possono sottoscrivere in una polizza multirischi?

Le polizze multirischi offrono la possibilità di sottoscrivere una o più delle seguenti garanzie: incendio, furto e responsabilità civile verso terzi, rottura dei vetri , infortuni, etc. Alcune di queste garanzie prevedono clausole facoltative o complementari, che, debitamente sottoscritte, estendono la copertura assicurativa ad ulteriori rischi (per esempio i danni da fenomeno elettrico o a tutela dei nuovi rischi informatici).

Che differenza c'è tra una polizza a valore d'uso e una polizza a valore a nuovo?

In caso di risarcimento dei danni al contenuto della casa, se la polizza è a valore d’uso, il risarcimento sarà pari al valore che la cosa assicurata ha al momento del danno, tenuto conto del deprezzamento legato all’uso; se la polizza è a valore a nuovo, l’indennizzo sarà pari al valore di riacquisto (rimpiazzo) che la cosa assicurata ha al momento del danno, senza alcun deprezzamento.

Come funzionano la franchigia e lo scoperto?

L’introduzione in polizza di franchigie e scoperti comporta una partecipazione dell’assicurato alla copertura del rischio. La franchigia è l’importo che viene dedotto dal risarcimento; lo scoperto è la percentuale di danno che rimane a carico dell’assicurato.

A cosa serve una polizza incendio?

Questa copertura è utile per diversi motivi: assicurare i locali dell’abitazione e il loro contenuto per i danni provocati da incendio e da altri eventi gravi specificati nella polizza (come ad esempio un’esplosione) o dai piccoli contrattempi della vita quotidiana (rottura di tubazioni, corto circuiti).

Quali rischi copre questa garanzia?

La garanzia base copre i danni provocati  dall’incendio e generalmente anche quelli causati da un’esplosione, un fulmine,  la caduta di aeromobili, satelliti e corpi celesti.

Sono previste esclusioni dalla garanzia base?

Sì. Dalla garanzia è esclusa una serie di danni, tra i quali quelli causati con  dolo o colpa grave dell’assicurato, quelli che si verificano in occasione di eventi eccezionali (es. guerre, insurrezioni) e di catastrofi naturali (es. terremoto) o quelli conseguenti ad atti vandalici.

È possibile estendere la garanzia incendio di base ad altri rischi?

Sì. Alcuni danni generalmente  esclusi dalla garanzia di base  possono rientrare nell’assicurazione incendio tramite la sottoscrizione di  garanzie facoltative  o  complementari  (quindi a fronte del pagamento di un   sovrappremio). Ad esempio, la garanzia supplementare facoltativa  “fenomeno elettrico” prevede l’indennizzo per i danni a impianti e apparecchi elettronici  determinati da  correnti, scariche  altri fenomeni anche naturali  come ad esempio un  fulmine. Se la garanzia lo prevede, vengono indennizzati anche i danni ai pannelli solari termici e fotovoltaici.

Come posso proteggere la mia casa dalle catastrofi naturali?

Tramite la sottoscrizione dell’apposita garanzia (cd cat  nat) contro rischi catastrofali che copre i danni derivanti da terremoto e alluvione. Generalmente tale estensione viene venduta come garanzia  facoltativa nell’ambito delle polizze incendio o multirischi a protezione della casa. Tuttavia, esistono sul mercato, anche se in misura minore, prodotti “stand alone” che coprono entrambi o solo uno dei rischi sopra citati.  ..

Quali danni copre l’estensione cat nat?

Tutti i danni materiali e diretti alle cose assicurate che sono stati causati da terremoto e alluvione, compresi quelli derivanti  da incendio, esplosione o scoppio che sono diretta conseguenza dei suddetti eventi.

Contro i rischi catastrofali è assicurabile qualsiasi tipo di fabbricato?

No. I fabbricati devono possedere alcune caratteristiche specifiche. A esempio, sono esclusi dalla garanzia  quelli considerati abusivi ai sensi delle vigenti norme in materia urbanistico-edilizia, quelli non conformi alle norme tecniche di legge o a eventuali disposizioni locali relative agli edifici  in zona sismica o soggetto ad alluvioni alla data di costruzione degli stessi.

A cosa serve proteggere con un'assicurazione casa contro il furto?

Questa garanzia rappresenta una soluzione utile per chi desidera proteggere il contenuto della propria abitazione in caso di furto, rapina o estorsione. La garanzia può operare anche in caso di  furto, scippo e rapina avvenuti al di fuori dei locali assicurati.

Quali danni copre?

La garanzia copre i  danni materiali e diretti derivanti dal furto delle cose assicurate (anche se di proprietà di terzi) a condizione che l’autore della rapina si sia introdotto nei locali (contenenti gli oggetti rubati) violando le difese esterne; per via diversa da quella ordinaria, in altro modo e sia rimasto clandestinamente al loro interno per portare via la refurtiva a  locali chiusi.

A cosa serve tutelarsi per la responsabilità civile?

Questa garanzia è utile per tutelare l’integrità del patrimonio dell’assicurato in caso di danni involontariamente cagionati  a terzi dall’assicurato medesimo o dai propri familiari, collaboratori e animali domestici nell’ambito della vita privata.

Quali danni copre?

L’assicurazione RC  copre i danni fisici a terzi (invalidità temporanea o permanente e morte) e a cose (guasti o distruzione di oggetti di proprietà di terzi) cagionati dall’assicurato, dai suoi familiari, collaboratori o animali domestici.

LE GARANZIE AGGIUNTIVE CONTRO IL CYBER RISK

Le polizze a protezione della casa tengono conto dei nuovi rischi emergenti legati alla perdita o violazione dei dati informatici?

Sì. Esistono prodotti che tengono conto delle nuove abitudini ed esigenze di sicurezza derivanti dall’uso di dispositivi tecnologici e di Internet. Chi opta per queste coperture aggiuntive (che possono essere acquistate, anche singolarmente, sulla base delle proprie esigenze) può scegliere tra le seguenti soluzioni:

  • assistenza cyber: in caso di rischio informatico legato all'utilizzo improprio, perdita e/o furto di dati personali causati da Virus, Malware o Ransomware, Data Breach, l'assicurato può usufruire dei servizi quali la ricerca di vulnerabilità informatiche e il supporto per la loro correzione, la protezione dell'identità digitale e della web reputation nonché la mitigazione e/o risoluzione del danno. In caso di assistenza per cyber bullismo la copertura fornisce all’assicurato o ai suoi familiari una prestazione di assistenza concernente la messa a disposizione di informazioni burocratiche in merito a come difendersi da tali attacchi. Nel caso in cui sia necessaria l’assistenza psicologica, in seguito al trauma generato dall’atto di cyber bullismo, la garanzia offre anche la consulenza medica telefonica.
  • incendio:  tutela l’assicurato e la sua famiglia in caso di perdita dei dati custoditi nei tablet e pc (anche a uso professionale), causati dai danni derivanti da incendio o esplosione
  • furto:  protegge da eventuali addebiti di spese dovuti all’uso improprio della SIM Card installata nel dispositivo rubato
  • responsabilità civile:  copre i danni derivanti dalla violazione della privacy  e quelli d’immagine e reputazione causati da un utilizzo improprio dei social network da parte dei figli minori
  •  legale:  assicura le spese di tutela legale occorrenti all’assicurato per la difesa dei propri interessi in sede extragiudiziale e giudiziale per sinistri avvenuti nell’ambito della vita privata in qualità di utente del web e di social e media network.
  •  assistenza:  consente di navigare tranquillamente in rete sapendo di poter contare su una serie di prestazioni utili, come la consulenza legale telefonica, il recupero o la cancellazione dei dati.

CHI SIAMO: ANIA E FONDAZIONE ANIA

L'ANIA rappresenta le imprese di assicurazione che operano in Italia. È un’associazione volontaria senza fini di lucro: il suo scopo principale è sviluppare e diffondere nel nostro Paese la cultura della sicurezza e della prevenzione, perché sia le persone sia le aziende sia la società possano essere protette di più e meglio.

Fondata nel 1944 come Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici, l’ANIA raggruppa chi da sempre gestisce e copre i rischi più diversi. Rappresenta i soci e il mercato assicurativo italiano nei confronti delle principali istituzioni politiche e amministrative, inclusi il Governo e il Parlamento, le organizzazioni sindacali e le altre forze sociali. Studia e collabora alla risoluzione di problemi di ordine tecnico, economico, finanziario, amministrativo, fiscale, sociale, giuridico e legislativo, riguardanti l’industria assicurativa. L’Associazione si è distinta per un’intensa attività di sensibilizzazione a favore della sostenibilità e dell’innovazione, contribuendo alla promozione dei valori e della cultura assicurativa.

La presidente di Ania, Maria Bianca Farina, ricordando una recente affermazione del presidente del Consiglio, Mario Draghi - “una forte ripresa economica che sia al contempo inclusiva e sostenibile” – ha ribadito che proprio questi sono gli «obiettivi perfettamente in linea con la mission del settore assicurativo. Un settore che ha la consapevolezza di svolgere un ruolo di primo piano per la crescita economica e per una transizione sostenibile, nella sua accezione più ampia, non solo ambientale ma anche sociale e finanziaria».

«Le imprese assicurative - aggiunge la presidente Farina - possono dare un apporto sostanziale anche come fornitori di adeguate coperture, agendo da catalizzatore per orientare la clientela verso comportamenti virtuosi e innovativi. Sulla sostenibilità le assicurazioni possono svolgere inoltre un ruolo di supporto nel ridisegnare i modelli industriali per una società Net Zero. A ciò si aggiunge che le compagnie assicurative si sono già in buona parte attivate con programmi per divenire loro stesse Net Zero».

Nel 2004, per volontà delle compagnie di assicurazione, è stata costituita la Fondazione ANIA con lo scopo principale di contribuire e ridurre il numero e la gravità degli incidenti stradali in Italia. Dal 2017 la Fondazione ANIA ha ampliato il proprio campo d’attività alla protezione delle famiglie e delle imprese, con l’obiettivo di realizzare un’azione sociale che intercetti le esigenze di sicurezza dei cittadini reinterpretandole in chiave di protezione e di assistenza.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook