Martedì, 12 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
BRUXELLES

Ue, Juncker al vetriolo : "Serve distinguere tra euroscettici e nazionalisti stupidi"

"Dobbiamo dire no a tutti i movimenti populisti". Così il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker parlando dal podio, in occasione dell’apertura della Settimana europea delle città e delle regioni. "Ai partiti tradizionali dico che non devono» copiare "i partiti populisti. Perché gli elettori sceglieranno gli originali, invece dobbiamo dire no a tutti i movimenti populisti», ha affermato.

"Opero un distinguo tra gli euroscettici, che hanno delle domande, ed i populisti limitati con i nazionalisti stupidi. Non sono la stessa cosa. Dobbiamo ostacolare questa marcia verso la non Europa ispirata dai populisti stupidi e dai nazionalisti limitati". "Bisogna rispettare coloro che sono scettici, che nutrono un certo scetticismo nei confronti dell’Europa, e questo deve alimentare un dibattito", ha aggiunto Juncker.

E intanto Salvini continua con la linea dura contro i vertici europei parlando delle sue affinità con Marine Le Pen: "Condividiamo la stessa idea dell’Europa, dell’agricoltura, del lavoro, della lotta all’immigrazione", ha detto a un convegno dell’Ugl 'Crescita economica e prospettive sociali in un’Europa delle Nazioni'. "Siamo contro i nemici dell’Europa che sono Juncker e Moscovici, chiusi nel bunker di Bruxelles".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook