Martedì, 20 Novembre 2018
FRANCIA

Catastrofe a Marsiglia, due palazzi crollano in centro: "Forse c'è gente sepolta"

Due palazzi sono crollati questa mattina nel centro di Marsiglia: è quanto annunciano i media francesi precisando che ricerche sono in corso per trovare eventuali vittime o sopravvissuti. In un tweet, la prefettura della regione Provence-Alpes-Cote d’Azur precisa che gli edifici crollati si trovavano in rue d’Aubagne, nel primo arrondissement di Marsiglia. Al momento, non si ha alcuna informazione sulle possibili vittime. Le autorità locali invitano la cittadinanza ad "evitare il settore" e a dare "priorità ai soccorsi".

Il bilancio è di almeno due feriti lievi. L’edificio crollato per prima, già fatiscente prima del dramma, è ora ridotto ad un ammasso di detriti. Sul posto, 18 veicoli dei soccorsi e 40 vigili del fuoco sono alla ricerca di eventuali vittime o altri superstiti. Una donna è  uscita dal palazzo ricoperta di polvere ma indenne.

Secondo un’ipotesi dei media francesi, la pioggia degli ultimi giorni potrebbe aver reso più vulnerabili le strutture, già fatiscenti, del quartiere Noailles, nel cuore della città. I due edifici crollati si trovavano rispettivamente al numero civico 63 e al numero civico 65 della rue d’Aubagne. Secondo i pompieri, c'è ora il rischio di crollo anche per il civico 67. Contrariamente a quanto evocato in precedenza i due palazzi crollati non erano di tre ma di 4-5 piani.

Il vicesindaco di Marsiglia, Julien Ruas, ha riferito che uno degli edifici era stato dichiarato pericolante da una "decina di giorni». In teoria, il palazzo non dovrebbe dunque essere abitato ma le ricerche continuano. Sul posto, tra i cumuli di detriti, è giunto anche il sindaco di Marsiglia, Jean-Paul Gaudin. Al momento il bilancio resta di due feriti lievi.

Le autorità francesi hanno intanto evacuato per precauzione una "qualche decina di persone che risiedono negli edifici" situati accanto a quelli crollati questa mattina: è quanto ha dichiarato il portavoce della polizia, Philippe Bianchi, intervistato dalla stampa francese. "Strutturalmente - ha detto - gli edifici di Marsiglia si tengono uno contro l’altro, quindi non vogliamo assumerci alcun rischio e abbiamo fatto evacuare il settore".

Ciò che è accaduto è gravissimo": ha detto il sindaco di Marsiglia, Jean-Claude Gaudin annunciando l'attivazione di una cellula psicologica. Al momento il bilancio è di due feriti lievi, due passanti che erano lì al momento del crollo del primo edificio, verso le nove di questa mattina.

I due edifici erano in uno stato particolarmente vetusto, in quello che è uno dei quartieri più vecchi e popolari di Marsiglia. Uno dei due era stato dichiarato inagibile per pericolo crolli una decina di giorni fa. L’altro, invece, era abitato da una decina di famiglie, ma si ignora se al momento del dramma fossero all’interno. Testimoni parlano di un boato, seguito da un’immensa nuvola di fumo

Le autorità francesi non escludono la possibilità che delle persone siano rimaste sepolte sotto alle macerie: "C'è la possibilità che ci sia della gente sepolta"; ha detto la prefettura delle Bouches-du-Rhone, mentre continuano le operazioni dei soccorsi per la ricerca di eventuali vittime o superstiti, incluso con l’aiuto di droni e unità cinofile.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X