Martedì, 01 Dicembre 2020
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Mondo Strasburgo, si stringe il cerchio sull'attentatore: fermati il padre e i fratelli
TERRORISMO

Strasburgo, si stringe il cerchio sull'attentatore: fermati il padre e i fratelli

Il padre e i due fratelli del presunto killer di Strasburgo, Cherif Chekatt, sono tra le persone fermate dagli inquirenti francesi che indagano sull'attentato terroristico compiuto a Strasburgo ieri sera.

Lo riferiscono fonti di polizia citate da Bfm-Tv ch aggiunge che alcuni membri della famiglia sono noti per essere radicalizzati.

Il presunto terrorista del mercatino di Natale potrebbe essere fuggito in Germania subito dopo l’attentato: è quanto trapela da fonti di sicurezza franco-tedesche citate da Bild.  Fonti investigative tedesche ritengono plausibile che Cherif Chekatt abbia dei riferimenti a cui appoggiarsi in Germania.

Intanto sono gravissime le condizioni di un giovane giornalista italiano, Antonio Megalizzi, che si trovava nella zona del mercatino al momento degli spari. Sembra stia lottando tra la vita e la morte. I familiari sono partiti per raggiungerlo in ospedale.

Ieri anche una professoressa messinese che insegna a Strasburgo ha potuto testimoniare direttamente sull'accaduto

Sono al momento esclusi collegamenti con l’Italia dell’attentatore di Strasburgo. E’ quanto emerso,
si apprende, al termine della riunione straordinaria del Comitato di analisi strategica antiterrorismo (Casa) che si è tenuta al Viminale.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook