Lunedì, 04 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Mondo Strage in questura a Parigi, un testimone: "Il killer urlò Allah Akbar la sera prima"
LE INDAGINI

Strage in questura a Parigi, un testimone: "Il killer urlò Allah Akbar la sera prima"

Michael Harpon, l’impiegato della questura di Parigi che ieri ha ucciso 4 poliziotti accoltellandoli, aveva «avuto delle visioni e udito delle voci» la notte precedente: lo ha detto la moglie, interrogata dagli inquirenti e tuttora in stato di fermo, secondo quanto riferisce la radio France Info.

La donna ha detto che il marito aveva pronunciato frasi «confuse». Varie testimonianze di colleghi parlano di una persona che spesso «non veniva presa sul serio» sul posto di lavoro.

Inoltre un vicino di casa ha dichiarato che, la notte prima della strage, l’assassino ha gridato «Allah Akbar». Secondo il testimone, anch’egli poliziotto, citato da Le Figaro, il grido sarebbe stato ripetuto due volte, tra le 3 e le 4 del mattino.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook