Sabato, 16 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Mondo Aereo precipitato a Teheran, ipotesi missili ma l'Iran smentisce
170 MORTI

Aereo precipitato a Teheran, ipotesi missili ma l'Iran smentisce

Il Boeing ucraino precipitato a Teheran la notte dell’attacco iraniano alle basi Usa in Iraq sarebbe stato abbattuto per errore da un missile anti-aereo. Lo scrive Newsweek che cita tre fonti: una del Pentagono, una dell’intelligence Usa e un’altra dell’intelligence irachena. Sono state 170 le vittime.

Secondo le fonti citate, l’aereo sarebbe stato colpito da un missile terra-aria Tor M-1, di fabbricazione russa, noto come Gauntlet presso la Nato. La batteria anti-aerea iraniana sarebbe stata attiva contro possibili risposte ai raid compiuti contro gli obiettivi americani. L’ipotesi di un impatto con un missile russo Tor M-1 è stata suggerita anche dalle autorità di Kiev.

Dopo Newsweek, anche la Cbs accredita la tesi dell’abbattimento del Boeing ucraino a Teheran. In particolare, secondo le fonti citate dall’emittente Usa, l’intelligence americana avrebbe intercettato segnali di due missili lanciati dagli iraniani, probabilmente degli SA-15, seguiti poco dopo da un’esplosione. L’ipotesi è che l’aereo sia stato colpito involontariamente.

«Qualcuno potrebbe aver fatto un errore»: lo ha detto il presidente Usa, Donald Trump, interpellato su cosa possa esser accaduto all’aereo ucraino precipitato a Teheran. «Ho un sospetto», ha detto il presidente americano. «Qualcuno d’altra parte potrebbe aver fatto un errore. (L'aereo) volava in una zona abbastanza pericolosa e qualcuno potrebbe aver fatto un errore».

Le autorità di Teheran affermano che «non hanno senso» le voci su missili iraniani come causa dello schianto, ieri, del volo della compagnia aerea ucraina Uia. «Numerosi voli nazionali e internazionali volavano contemporaneamente nello spazio aereo iraniano alla stessa altezza e questa storia dell’attacco missilistico contro l’aereo non può assolutamente essere esatta», si legge in una nota del ministero dei Trasporti iraniano.

«Queste voci non hanno senso», aggiunge il testo, in cui si cita Ali Abedzadeh, capo dell’Organizzazione per l’aviazione civile dell’Iran e viceministro dei Trasporti.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook