Domenica, 29 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Mondo Covid, Sanchez: "Gran parte della popolazione spagnola vaccinata entro metà 2021"
MADRID

Covid, Sanchez: "Gran parte della popolazione spagnola vaccinata entro metà 2021"

La Spagna vaccinerà contro il Covid una «parte sostanziale» della popolazione entro la metà del 2021. Lo ha assicurato il premier Pedro Sanchez.

La Spagna sarà «il primo Paese dell’Ue, insieme alla Germania, ad avere un piano completo di vaccinazione» per i suoi 47 milioni di abitanti, ha detto Sanchez, annunciando che il piano - su cui il governo lavora da settembre - sarà presentato martedì al Consiglio dei ministri. «Prevediamo che, in ogni scenario ragionevole, una parte molto sostanziosa della popolazione spagnola potrà essere vaccinata, con tutte le garanzie, nel corso del primo semestre» del 2021, ha spiegato il premier.

La Spagna, con oltre 1,5 milioni di casi e più di 42.000 morti, è uno dei Paesi europei più colpiti dalla pandemia da Covid-19: di fronte alla seconda ondata, ha decretato il 25 ottobre lo stato d’emergenza sanitaria e il coprifuoco per sei mesi.

Le regioni autonome, responsabili della sanità, hanno introdotto diverse misure di contenimento che cominciano a dare i propri frutti. La Catalogna riaprirà bar, ristorante, cinema e teatri - chiusi da metà ottobre - a partire da lunedì prossimo con alcune restrizioni orarie e di capacità.

Il governo della regione di Madrid ha invece annunciato oggi la chiusura della regione dal 4 al 14 dicembre con l’obiettivo di arrivare alle feste di fine anno nelle migliori condizioni sanitarie possibili.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook