Sabato, 26 Novembre 2022
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Mondo Putin firma nuova legge: pene più severe per chi si arrende o diserta
GUERRA UCRAINA

Putin firma nuova legge: pene più severe per chi si arrende o diserta

Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato un pacchetto di emendamenti al codice penale relativo al servizio militare. La diserzione o la mancata comparizione alla leva è punita con la reclusione da cinque a dieci anni. Coloro che si arrendono volontariamente al nemico dovranno affrontare una pena detentiva fino a dieci anni. Inoltre, 15 anni di detenzione sono previsti per la diserzione durante la mobilitazione o la legge marziale, riporta la Tass.

Fuga dalla Russia, lunghissime code per entrare in Georgia e Finlandia

Un numero crescente di cittadini russi continua a cercare di lasciare il Paese da quando il presidente Putin ha annunciato la mobilitazione di almeno 300.000 soldati mercoledì scorso. La Bbc riferisce che al confine per entrare in Georgia c'è una coda di dieci chilometri. Il corrispondente dell’emittente ha spiegato che le automobili riescono a passare il confine molto lentamente e alcuni hanno dichiarato di avere aspettato più di 20 ore per attraversare. Anche il traffico alla frontiera tra Finlandia e Russia è aumentato.

Finlandia, code alla frontiera russa dopo l'annuncio del blocco

Il giorno dopo l’annuncio di Helsinki che limiterà l’ingresso dei turisti russi, la guardia di frontiera finlandese ha registrato code per entrare nel Paese ad alcuni valichi di frontiera con la Russia. «Il traffico di frontiera ieri sera è stato più intenso del solito e ci sono code ai valichi di Vaalimaa, Nuiyamaa e Imatra», ha annunciato sul suo account Twitter.
In totale, nella giornata di ieri, sono entrati 6.998 cittadini russi in Finlandia dalla Russia, l’88% in più rispetto allo stesso giorno della settimana precedente, quando lo avevano fatto 3.714 persone. Nonostante non ci siano dati ufficiali che confermino che i nuovi arrivati siano in fuga dal decreto di mobilitazione parziale annunciato da Mosca, tutto indica che l’aumento degli arrivi è legato a questo evento.
Al contrario, il numero di cittadini russi che lasciano la Finlandia per la Russia - legati alle persone che quotidianamente attraversano il confine per fare acquisti o per lavoro - è rimasto costante nell’ultima settimana (ovvero non è cresciuto proporzionalmente al numero degli ingressi).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook