Mercoledì, 24 Luglio 2019
stampa
Dimensione testo
INFRASTRUTTURE

Autorità dello Stretto, inizia la nuova era e scatta il toto nomine

di
autorità dello stretto, autorità portuale, stretto messina, alessio villarosa, barbara floridia, Francesco D'Uva, Gaetano Sciacca, Grazia D'Angelo e Antonella Papiro, Sicilia, Politica
foto pixbay

«La XVI Autorità portuale dello Stretto avrà presto la sua governance. Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha, infatti, avviato la raccolta di manifestazioni di interesse per l'incarico di presidente».

Questo l'annuncio arrivato nei giorni scorsi dai portavoce del movimento Cinque Stelle, i parlamentari messinesi Francesco D'Uva, Barbara Floridia, Alessio Villarosa, Grazia D'Angelo e Antonella Papiro. È iniziato, dunque, l'iter di raccolta dei «profili qualificati che possano ricoprire, in via esclusiva e a tempo pieno, il ruolo di presidente della XVI Autorità di sistema».

Dopo gli annunci, come riporta la Gazzetta del Sud in edicola, ovviamente è scattato il toto-nomine sulla scelta che dovrà essere vagliata dal ministero. Sembra tramontata l'ipotesi dell'ing. Gaetano Sciacca, già ingegnere capo del Genio civile.

C'è chi dice possa essere un calabrese, anzi è molto probabile che lo sia, per due ragioni: la prima è recuperare in tal mondo il dissenso chiaramente espresso dalla Regione Calabria, la seconda, avendo l'Authority base operativa nel porto principale, che è Messina, è non dare l'impressione che ci sia uno sbilanciamento di poteri sul versante siciliano rispetto all'altra sponda.

 

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook