Giovedì, 02 Luglio 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Elezioni regionali, in Emilia Romagna vince il centrosinistra: Bonaccini resta presidente
I RISULTATI

Elezioni regionali, in Emilia Romagna vince il centrosinistra: Bonaccini resta presidente

L’invasione delle truppe di Salvini nei territori 'rossi' si arresta in Emilia Romagna, la 'Stalingrado d’Italia'. Bonaccini resiste con il 51% dei voti e la leghista Borgonzoni giunge al traguardo con 7 punti di distacco. Il voto disgiunto non è stato quindi determinante per il risultato finale.

Decisivo, invece, il ritorno alle urne di molti elettori delusi: in Emilia Romagna l’affluenza rispetto a 5 anni fa è aumentata di quasi 30 punti. Il Movimento 5 Stelle rimane fuori dai giochi: i due candidati Governatori pentastellati ottengono il 3,4% in Emilia Romagna.

Il Pd, nonostante le scissioni di Leu e Italia viva, è il primo partito in Emilia Romagna ma rispetto alle regionali di 5 anni fa il calo è vistoso. Passa dal 44,52% dei voti al 34,6% di oggi, a cui bisogna aggiungere il 5,7% della lista Bonaccini Presidente. La lista M5s scende in Emilia Romagna dal 13,26% del 2014 al 4,7% di oggi.

Nel campo del centrodestra exploit delle liste di Lega e FdI. La Lega passa dal 19,42% del 2014 al 32% di oggi. Fratelli d’Italia moltiplica i voti e passa dal 2,47% all’8,6%. Molto male la lista di Forza Italia: nel 2014 FI ebbe l’8,36%, oggi il 2,6%.

Si consolida la composizione della nuova Assemblea legislativa dopo la vittoria di Bonaccini e della coalizione di centrosinistra. La seconda proiezione elaborata da esperti statistici della Regione per cronacabianca.eu assegna al Pd da 22 a 23 seggi, di cui 5 a Bologna, 3 rispettivamente a Modena e Reggio Emilia, 2 a Parma, Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini, 1 o 2 a Piacenza.

Alla Lega, primo partito del centrodestra, spetterebbero 14 seggi, 2 per ora rispettivamente a Bologna, Modena, Reggio Emilia, Parma e Piacenza e uno nelle rimanenti circoscrizioni provinciali. Fra le liste di centrosinistra conquisterebbero 3 seggi la lista Bonaccini Presidente (uno rispettivamente a Bologna e Modena e il terzo o a Reggio Emilia o a Forlì-Cesena), 2 seggi andrebbero a Emilia-Romagna Coraggiosa (Bologna e Reggio) e un seggio spetterebbe a Europa Verde nella circoscrizione di Bologna.

Nella coalizione di centrodestra, inoltre, verrebbero assegnati da 2 a 3 seggi a Fdi, uno rispettivamente a Bologna e a Modena e il possibile terzo a Piacenza, mentre un seggio, a Bologna, sarebbe appannaggio sia di Fi sia della lista Borgonzoni Presidente. Infine, il M5s potrebbe ottenere da uno a 2 seggi, di cui uno a Bologna e uno o a Modena o a Reggio. Non dovrebbero ottenere seggi +Europa, Volt, Il popolo della Famiglia-Cambiamo e Giovani per l’Ambiente.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook