Lunedì, 26 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Voto in Sicilia e Calabria, urne chiuse: i sindaci eletti. Lo spoglio in diretta
AMMINISTRATIVE

Voto in Sicilia e Calabria, urne chiuse: i sindaci eletti. Lo spoglio in diretta

Sicilia, Politica

AGGIORNAMENTO DELLE 23.01. A Milazzo praticamente scontata la vittoria di Giuseppe Midili, candidato del centrodestra. Giuseppe Calabrò si prepara a festeggiare a Barcellona Pozzo di Gotto: sarà lui il primo cittadino. Ad Agrigento si va verso il ballottaggio tra il sindaco uscente Lillo Firetto e Francesco Miccichè.

AGGIORNAMENTO DELLE 22.14. Peppe Zambito è il nuovo sindaco di Siculiana (Ag). Nel Nisseno vincono Salvatore Virciglio (Bompensiere), Giuseppe Sebastiano Catania (Mussomeli), Leonardo Burgio (Serradifalco) e Maria Paola Immordino (Villalba). Nell'Ennese: Maria Gaetana Greco vince ad Agira, Salvatore Vincenzo Messina è il nuovo sindaco di Pietraperzia e Francesca Draià si conferma a Valguarnera Caropepe.

AGGIORNAMENTO DELLE 18.59. Alle comunali a Termini Imerese (Pa) è in testa la candidata sindaco Maria Terranova, del movimento 5 Stelle appoggiata dal Pd con 40,48%. Termini Imerese è uno dei comuni insieme a Barcellona Pdg in cui i 5s si sono alleati col centrosinistra. Seguono Francesco Caratozzolo del centrodestra, con 29,70%, poi Anna Amoroso del centrodestra con 28,65% e infine Graziella Vallelunga con l'1,7%.

AGGIORNAMENTO DELLE 18.47. A Malvagna Vince Nino Panebianco. Il comune dell'Alcantara volta pagina e non riconferma Giuseppe Cunsolo. Terza posizione per Luca Giuseppe Orlando, vicesindaco uscente. Battaglia all'ultimo voto e che vede il neo sindaco riportare 30 voti in più rispetto a Giuseppe Cunsolo. Operazioni di spoglio lunghe malgrado le solamente circa 500 schede da esaminare. Stesso andamento per le liste collegate.

AGGIORNAMENTO DELLE 18.30. Savoca ha scelto la continuità. Gli elettori hanno infatti premiato Massimo Stracuzzi, 43 anni, eletto oggi sindaco con 617 voti, pari al 52,87%, confermando la fiducia nell’Amministrazione uscente in cui ha ricoperto il ruolo di presidente del Consiglio comunale. Sconfitto lo sfidante Giuseppe Muscolino, che si è fermato a 550 voti (47,13%) Alle urne si sono recati 1.200 elettori su 1.638 aventi diritto, pari al 73,26%, con un +4,20% rispetto al 2015 (69,06%).

AGGIORNAMENTO DELLE 18.24. Sindaco di Giardini Naxos Giorgio Stracuzzi.

AGGIORNAMENTO DELLE 18.23. È Filippo Ricciardi il nuovo sindaco di Limina. Il 58enne consigliere e assessore uscente torna sulla poltrona più alta del palazzo dopo i due mandati da primo cittadino tra il 2005 e il 2015. La sfida inedita contro il suo “padre politico”, il sindaco uscente Marcello Bartolotta, con cui ha condiviso 24 anni di amministrazione alla guida del paese, l’ha visto trionfare nettamente con 340 voti, pari al 59,34%, mentre il primo cittadino in carica si è fermato a quota 233 (40,66%); 16 le schede nulle e bianche.

AGGIORNAMENTO DELLE 18.21. Con il 62,07% di voti, Maurizio Antonello Di Pietro (liste civiche e Centrodestra) è sindaco di Enna, eletto a primo turno. Seguono Dario Iginio Cardaci (Centrosinistra) con il 17,24%; Maurizio Bruno (lista civica) con il 13,79% e Cinzia Amato (Movimento Cinque Stelle).

AGGIORNAMENTO DELLE 17.19. Vincenzo Voce è il nuovo sindaco di Crotone. Concluso lo scrutinio: il docente di chimica, ha totalizzato 16.434 voti pari al 63,95%; rispetto ai 9.265 di Antonio Manica che viaggia intorno al 36,05%.

AGGIORNAMENTO DELLE 16.54. A Naso Gaetano Nani è il nuovo sindaco. A San Salvatore di Fitalia Giuseppe Pizzolante ha largamente superato il quorum ed è il nuovo sindaco.

AGGIORNAMENTO DELLE 16.50. Domenico Lo Polito (PD) si conferma sindaco di Castrovillari. Ha sconfitto al ballottaggio lo sfidante Giancarlo Lamensa.

AGGIORNAMENTO DELLE 16.41. A Cirò Marina si profila la vittoria del candidato sindaco Sergio Ferrari su Giuseppe Dell'Aquila. Il primo quando mancano poche sezioni, veleggia intorno al 57 %

AGGIORNAMENTO DELLE 16.33. San Giovanni in Fiore elegge Rosaria Succurro. A caldo il neo sindaco ha dichiarato: "Sono felicissima per il risultato ottenuto. Ringrazio San Giovanni in Fiore per la fiducia accordatami".

AGGIORNAMENTO DELLE 16.09. Secondo quanto riportato, dalle prime sezioni scrutinate a Marsala sarebbe nettamente avanti il candidato Massimo Grillo. Staccato il sindaco uscente Di Girolamo.

AGGIORNAMENTO DELLE 16.08. A Crotone su 4.660 voti scrutinati finora Voce ne ha totalizzati 2972, pari al 63,78% e Manica 1688, pari al 36 22%.

AGGIORNAMENTO DELLE 16.03. Reggio Calabria (122 sezioni su 218): Falcomatà 57,91%, Minicuci 42,09%.

AGGIORNAMENTO DELLE 15.42. Pinuccio Calabrò, candidato unitario del centrodestra a Barcellona Pozzo di Gotto, avvocato, delfino dell’on. Tommaso Calderone, deputato regionale forzista, veleggia verso l’elezione a sindaco al primo turno. I primi 2000 voti validi gli hanno consegnato un consenso del 61,09%, a fronte del pur ottimo 30,69% raccolto dal candidato del centrosinistra e del Movimento 5 Stelle, Antonio Mamì. All'8,22% Salvatore Sottile, espressione del movimento sovranità Vox Italia che fa riferimento al filosofo Diego Fusaro. Per l’elezione al primo turno è sufficiente, alla luce del nuovo sistema elettorale, conquistare il 40 per cento dei consensi.

AGGIORNAMENTO DELLE 15.36. I primi dati provvisori riguardanti Reggio Calabria: in quattro sezioni Giuseppe Falcomatà è leggermente avanti rispetto allo sfidante. Dati assolutamente provvisori ma il distacco di voti è comunque minimo

AGGIORNAMENTO DELLE 15.35. Il 52% dei reggini si è recato alle urne nel secondo turno delle elezioni comunali. 14 punti in meno rispetto al primo turno. Lo spoglio in alcune sezioni è partito. La sfida è tra il sindaco uscente del centrosinistra Giuseppe Falcomatà e il candidato del centro destra Antonino Minicuci

AGGIORNAMENTO DELLE 15.32. Quando ancora non sono stati diffuse le cifre sull'affluenza a Crotone, i primi dati, ancora assai parziali, sullo scrutinio dei voti che arrivano dai seggi del centro storico e dall'area urbana danno il candidato Vincenzo Voce in netto vantaggio su Antonio Manica del centrodestra.

AGGIORNAMENTO DELLE 15.30. Si ferma al 47% l'affluenza a Taurianova per il ballottaggio. Al primo turno era stata del 56,26%. La sfida è tra due ex sindaci, Roy Biasi e Fabio Scionti.

AGGIORNAMENTO DELLE 14.15. Anche a Gibellina (Tp) come a San Mauro a Castelverde (Pa) è stato eletto sindaco l'unico candidato presentatosi alle comunali: Salvatore Sutera. Il sindaco è stato rieletto con la lista "Continuiamo insieme con Sutera sindaco".

AGGIORNAMENTO DELLE 14.10. C'è già un sindaco eletto. È Giuseppe Minutilla, 66 anni, confermato primo cittadino di San Mauro Castelverde, un paese di 1847 anime delle Alte Madonie. Minutilla era l'unico candidato sostenuto dalla lista "SIAmo San Mauro". Perché le elezioni fossero valide era necessario che si recassero al seggio 625 elettori. Alle 11:30 di oggi erano andate a votare 906 persone. L'obiettivo era dunque raggiunto. Tra quelle che non hanno voluto mancare all'appello sono state anche due anziane signore: Lucia Forestieri di 100 anni e Giuseppa Glorioso di 98. Si sono presentate sulla sedia a rotelle ma hanno rinunciato al voto "assistito". Per essere eletto Minutilla non ha avuto bisogno di organizzare una vera campagna elettorale. Ma le linee generali del suo programma le ha collegate a un impegno per lo sviluppo di un'area montana che vive di allevamento ed è impegnata nella promozione dei beni ambientali tra cui le Gole di Tiberio, un canyon naturale lungo il fiume Pollina. "Considero questo risultato - ha detto Minutilla - una vittoria del popolo. È stato riconosciuto, in forma plebiscitaria, il buongoverno di questi cinque anni".

AGGIORNAMENTO DELLE 14.08. Chiuse alle 14 le urne in Sicilia, dove ieri e oggi si è votato in 60 Comuni della Sicilia: 15 con il sistema proporzionale e 45 con quello maggioritario, per una popolazione complessiva di 738.406 cittadini. Turno di ballottaggio domenica 18 e lunedì 19 ottobre. Lo scrutinio è iniziato subito dopo la chiusura dei seggi.

***

In diretta su Gazzettadelsud.it lo spoglio delle schede elettorali per le elezioni amministrative in 60 Comuni siciliani.

In Calabria, oltre che a Reggio e Crotone, unici capoluoghi di provincia chiamati ad eleggere sindaco e consiglio comunale, urne aperte anche a Castrovillari, San Giovanni in Fiore, Cirò Marina e Taurianova.

In Sicilia, invece, Agrigento ed Enna sono i capoluoghi di provincia coinvolti. Tra i Comuni più grandi Marsala, Barcellona Pozzo di Gotto e Milazzo, San Giovanni La Punta, Carini, Termini Imerese e Misilmeri e Augusta.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook