Mercoledì, 16 Giugno 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Bufera sulla Bielorussia, arrivano nuove sanzioni Ue. L'accusa: "Sequestro di Stato"
IL CASO

Bufera sulla Bielorussia, arrivano nuove sanzioni Ue. L'accusa: "Sequestro di Stato"

Michael O'Leary, l'amministratore delegato di Ryanair, ha accusato le autorità bielorusse di "sequestro di Stato" per il volo dirottato ieri a Minsk. Sul fronte occidentale la Casa Bianca e le cancellerie europee hanno fatto da cassa di risonanza all'indignazione generale. L'Europa stavolta sembra stia preparando delle pesanti sanzioni, con la presidente della Commissione Ursula von der Leyen che ha già congelato 3 miliardi di investimenti Ue. Anche ambasciatori della Nato si riuniranno e una sfilza di Paesi - tra cui l’Italia - ha convocato gli ambasciatori bielorussi in segno di protesta.

Roman Protasevich, l'oppositore arrestato in aereoporto, è apparso in video dal luogo della sua detenzione e, nonostante il volto segnato, ha rassicurando di stare bene. «Tutte le spiegazioni invocate dalla Bielorussia sono del tutto inverosimili» ha detto in merito Angela Merkel. Tra le altre misure si vocifera di un possibile divieto alla Belavia (la compagnia aerea bielorussa) di atterrare negli aeroporti dell’Ue, e di una «no-fly zone» nei cieli bielorussi. Minsk si è difesa prima, accusando l'Occidente di voler «politicizzare il caso» e assicurando di aver seguito le «norme internazionali». Poi, nel pomeriggio, Artyom Sikorsky, direttore del dipartimento dell'aviazione al Ministero dei Trasporti ha assicurato che la Bielorussia non ha nulla da nascondere e ha invitato «l'Associazione Internazionale del Trasporto Aereo, l’Agenzia Europea per la Sicurezza Aerea e le autorità aeronautiche interessate a partecipare a un’indagine imparziale sull'incidente». A detta di Sikorsky, Minsk è intervenuta d’urgenza sul volo di Ryanair perché le autorità aeroportuali avrebbero ricevuto «una mail da Hamas» in cui si minacciava di far saltare in aria il velivolo se l’Europa non avesse «cessato il suo appoggio verso Israele» nella guerra contro Gaza. Ma nel corso dei controlli è emerso che sul volo c'era il reporter Roman Protasevich, ex direttore del canale indipendente Nexta, voce dell’opposizione contro Alexander Lukashenko, subito arrestato (poiché è nella lista dei terroristi-estremisti). Ancora però non sono stati sciolti tutti i dubbi riguardo la vicenda, ad esempio, è ancora ignota l'identità dei tre passeggeri - di nazionalità russa o bielorussa, non è chiaro - che sono scesi a Minsk, insieme Protasevich senza proseguire per Vilnius quando il volo è ripartito. O'Leary ha parlato apertamente di «agenti segreti» bielorussi. Infatti, da extra-comunitari, in tempi Covid, hanno avuto la possibilità di accedere a un volo intra-Ue. Intanto Mosca, notoriamente dalla parte di Lukashenko, per ora si è mossa con cautela. Infatti, al momento, il Cremlino si è limitato ad un «no comment». «Ci sono delle regole nell’aviazione internazionale e spetta alle autorità preposte valutarne il rispetto o meno», ha affermato il portavoce di Vladimir Putin. La certezza è che un maggior isolamento della Bielorussia farebbe piacere alla Russia, apertamente interessata a relegarla all’interno della sua sfera d’influenza

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook