Venerdì, 21 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Da remoto il voto per eleggere il presidente della Repubblica: “Razionale applicare nuove regole”
IL PARERE

Da remoto il voto per eleggere il presidente della Repubblica: “Razionale applicare nuove regole”

Il costituzionalista Roberto Zaccaria apre alla possibilità dei seggi... virtuale per scegliere l'erede di Mattarella
elezione presidente della repubblica, voto da remoto, Roberto Fico, Roberto Zaccaria, Sicilia, Politica
Il discorso del congedo di Sergio Mattarella

"Dico sì al voto a distanza perché la priorità è eleggere il nuovo presidente e farlo rispettando i quorum previsti dalla Carta". Lo ha detto, in un’intervista a Repubblica, il costituzionalista Roberto Zaccaria, l’ex presidente Rai, deputato di Magherita e Pd dal 2004 al 2013. Nel 2006 ha partecipato all’elezione di Napolitano. Sì o no al voto da remoto? "Il diritto, e quindi la Costituzione, vanno inquadrati nel contesto in cui si vive. La pandemia ha un carattere di assoluta straordinarietà e nessuno può prevedere il numero dei contagi nei giorni delle votazioni. L’esigenza è eleggere il presidente, mantenendo il significato dei quorum previsti dalla Carta che potrebbero essere alterati dall’assenza di un certo numero di Grandi elettori". Il suo allora è un sì. "È razionale applicare regole nuove per rispettare i principi del voto. Toccherà al presidente della Camera Roberto Fico decidere quali usare". "Se non ci sono divieti formali nella Costituzione e siamo in una situazione eccezionale, si tratta solo di rispettare i principi fondamentali". Cioè garantire un voto ampio? "Sì certo, non vanno pregiudicati i quorum scritti nella Carta...".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook