Giovedì, 19 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Draghi alla stampa estera: "Le condizioni di Putin per un cessate il fuoco non sono mature"
CONFERENZA STAMPA

Draghi alla stampa estera: "Le condizioni di Putin per un cessate il fuoco non sono mature"

"Le condizioni" da parte di Putin per un cessate il fuoco "non sono mature ma è stato aperto poi il corridoio di Mariupol che è la notizia che avete visto oggi". Lo dice Mario Draghi durante l'incontro con la stampa estera riferendo del colloquio con il capo del Cremlino.

"Ho espresso la mia convinzione - ha aggiunto - che per risolvere nodi cruciali serve un incontro con Zelensky che lo sta chiedendo dall'inizio. E Putin mi ha risposto che tempi non maturi. Uno dei punti di Putin è che ci sia piccoli passi avanti nei negoziati".

Il premier ha spiegato che l'Italia è stata "richiesta come garante da Russia e Ucraina per l'attuazione di eventuali clausole negoziali".

Posizioni delle due parti più vicine

"In effetti - ha osservato il premier - le posizioni delle due parti si sono un po' avvicinate", ma sono "cauto perchè c'è ancora molto scetticismo". "Tutti desideriamo vedere uno spiraglio di luce". "Le sanzioni funzionano, alla pace si arriva se l'Ucraina si difende, altrimenti non si arriva alla pace", ha aggiunto. "In tutto questo ho riaffermato la disponibilità dell'Italia" a collaborare per costruire un percorso di pace "che è stata accolta e la telefonata si è conclusa con l'intenzione di mantenersi in contatto".

Coordinamento sulla difesa

Occorre "superare l'attuale sistema legato alle decisioni nazionali e se siamo seri" occorre procedere "subito un coordinamento sulla difesa: chi spende, quanto spende. Bisogna chiedere alla Commissione" di partire "da lì, altrimenti non siamo seri e non ne parliamo più. Non bisogna prenderlo alla leggera".  "Io - ha detto in un altro passaggio - ho aspettative positive" sul "ruolo della Cina" che "potrebbe diventare un protagonista di prima grandezza nel processo di pace. Bisogna vedere se le aspettative sono confermate" dal comportamento della Cina.

"Sul Def - replicando a una domanda sul punto - non è prevista alcuna indicazione specifica di spese militari".

"Vorrei ringraziare per l'invito e tutti voi - ha detto il premier all'inizio della conferenza - per il lavoro che fate, siete occhi e orecchie sull'italia, il vostro ruolo è fondamentale".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook