Giovedì, 18 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Elezioni, Calenda: "Col Pd patto tra leadership mia e di Letta". Berlusconi 'chiama' Renzi
POLITICHE

Elezioni, Calenda: "Col Pd patto tra leadership mia e di Letta". Berlusconi 'chiama' Renzi

"Per Azione la situazione più convenitene sarebbe stata andare da sola alle elezione, ma questo avrebbe determinato la vittoria del centrodestra a tavolino, non me la sono sentita. Ho chiesto a Letta delle regole stringenti, questo è un patto elettorale tra due leadership, la mia e quella di Letta, se non c'è chiarezza non si va da nessuna parte, l’agenda Draghi per noi è un perno irrinunciabile". Lo ha detto Carlo Calenda, ospite di "Radio anch’io" su Rai Radio1. "L'agenda Draghi noi l’avevamo molto prima dell’arrivo di Draghi, fare le cose normali per un paese e non riempirle di bonus", ha aggiunto.

Porte chiuse a Renzi? "Per scelta sua, io ho sempre detto porte apertissime, io con Renzi non ci capisco niente, mi sono arreso. Se lui dice 'fate tutti schifo vado da solo perché sono il più fico', che devo fare, mica lo posso costringere. Non riesco a comprendere la sua linea politica". Ha detto il leader di Azione.

Berlusconi, Azione-Pd? Triste alleanza contro qualcuno

«Hanno fatto un accordo per impedire al centrodestra di governare, ma non ci riusciranno. Trovo triste una alleanza contro qualcuno o qualcosa, è un antico vizio di una sinistra da sempre divisa e povera di idee». Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi, ancora indeciso su una sua eventuale candidatura, commenta così l’accordo tra Pd e Azione. «Calenda è stato ministro di due governi di sinistra ed è europarlamentare eletto nelle fila del Pd, il suo approdo naturale è la sinistra, ma non è importante occuparsi di lui: questa operazione serve per ingannare gli elettori moderati e convincerli ad andare col centrosinistra». Mi candido? Non ho ancora deciso. Parlando invece del risultato che si aspetta per FI dalla prossima competizione elettorale, «Penso che non dovremmo stare a meno del 20%, questa è la mia speranza». Quindi l'affondo. "Noi e la Lega abbiamo molte cose in comune, ma il linguaggio e gli atteggiamenti di Salvini non sono i nostri, come diversi sono la storia e l’elettorato della Lega rispetto a quelli di Forza Italia".

"Se Renzi volesse il centro lo farebbe con noi"

«Ho già definito Renzi un intelligente giocatore di scacchi nei palazzi della politica, ma nel Paese non rappresenta nulla. Se volesse costruire davvero il centro, lo farebbe con noi». Così, ai microfoni di Rtl 102.5, il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi. «Se l’ho sentito? No, non ci siamo sentiti», dice l’ex premier.

Fratoianni, se salta intesa col Pd pronti a parlare con Conte

«Doveva essere una coalizione tecnica contro la destra e che oggi invece assume un profilo diverso», dopo la riflessione «ci sentiremo con il Pd e valuteremo quali siano e se ci siano le condizioni per costruire una intesa alla quale abbiamo sinora lavorato con pazienza e in maniera responsabile». Lo dice il segretario di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni, intervistato da QN, dopo aver rinviato l'incontro con il segretario Pd Letta. «E' evidente che se coalizione ci sarà, non esiste lo spazio per immaginare un programma di coalizione, un vincolo di coalizione e un leader di coalizione», aggiunge. Tantomeno sull'agenda Draghi: «Se qualcuno pensa che la nostra lista possa essere parte di una alleanza che metta al centro l’agenda Draghi, cioè da una proposta politica costruita da una mediazione con le forze della destra, noi non ci saremo». Secondo Fratoianni, un confronto con il M5s «sarebbe stato necessario aprirlo prima» e «sarebbe ancora necessario discutere oggi di una alleanza tecnica con M5s». Quando gli viene fatto notare che Conte sembra disponibile al dialogo, sottolinea che "mi pare che sono tutti disponibili al dialogo ma poi non si capisce mai dove lo si costruisce. Se giudicheremo impraticabile o inefficace un accordo con i Pd, e ne discuteremo anche con Europa Verde, per quanto mi riguarda le strade sono tutte aperte. Vedremo».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook