Venerdì, 21 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Salute

Home Salute Marossi: vaccino Novavax? Una tecnologia che convincerà i no vax. Ecco perché
CORONAVIRUS

Marossi: vaccino Novavax? Una tecnologia che convincerà i no vax. Ecco perché

Isolare i positivi? "Direi chi manifesta problemi respiratori"

Il vaccino Novavax è realizzato con una tecnologia che potrebbe essere messa a disposizione dei no vax riuscendo a convincere i più scettici. A dirlo è il biologo Livio Marossi, ospite di "Non stop news" a Rtl 102.5. «Dal punto di vista della tecnica di preparazione è la stessa del vaccino dell’epatite B, che ormai sono trent'anni che è in circolazione - spiega - La vittoria contro l’epatite B è stata data da questi vaccini che sono sicurissimi perché non si iniettava più un virus disattivato, ma attraverso i laboratori vengono prodotte queste proteine specifiche del Coronavirus, purificate, e vengono iniettate e simulano le proteine di superficie stimolando il sistema immunitario».

«Perciò - aggiunge - quando l’organismo viene a contatto con il virus, è già preparato e partono immediatamente le produzioni degli anticorpi contro il Coronavirus. Non so se si potrà scegliere di fare questo vaccino, però ho letto questa mattina che sono in arrivo qualche milione di dosi, quindi sono nuove tecnologie che i No Vax hanno a disposizione».

Parlando dell’isolamento solo per i positivi e non per tutti i contatti, Marossi precisa: «Direi di isolare chi ha problematiche respiratorie, cioè chi manifesta effettivamente un danno. Soprattutto quelli che hanno la febbre perché vuol dire che l’organismo sta reagendo».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook