Venerdì, 22 Marzo 2019
stampa
Dimensione testo
LA MALATTIA

Apnea notturna, ne soffrono dodici milioni di italiani

Dodici milioni di italiani soffrono di sindrome delle apnee ostruttive nel sonno (Osas), ma solo il 20 per cento ne è consapevole.

Una disturbo tornato alla ribalta dopo la tragedia di Santa Teresa Riva, in provincia di Messina, dove un bambino di dieci anni, Vincenzo Leanza, è morto nel sonno la scorsa notte per una apnea notturna di cui soffriva.

Secondo un recente studio, i colpi di sonno alla guida dovuti a questo disturbo sono responsabili del 7 per cento dei circa 175.000 incidenti stradali registrati ogni anno in Italia.

I sinistri attribuibili a tale patologia sommersa causano pertanto, ogni anno, 250 morti ed oltre 12.000 feriti con enormi costi diretti ed indiretti per il sistema sanitario nazionale e per la comunità.

Le apnee notturne sono inoltre strettamente correlate ad un aumentato rischio di infarto, ipertensione arteriosa, ictus, così come ad aumentato rischio di diabete ed è pertanto fondamentale, una volta fatta la diagnosi, il monitoraggio clinico del paziente da parte di un’équipe medica multispecialistica.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook