Mercoledì, 18 Settembre 2019
stampa
Dimensione testo
TECNOLOGIA

Debutta il mini-ghepardo, il più agile dei robot

Molleggiato sulle sue quattro zampe, spicca salti con l’agilità di un ginnasta e riesce a spostarsi in tutte le direzioni, anche sui terreni difficili, con una velocità doppia rispetto a quella di un essere umano: è quanto sa fare il robot ghepardo costruito nel Massachusetts Institute of Technology (Mit).

I ricercatori, diretti da Sangbae Kim, lo hanno chiamato semplicemente mini-ghepardo (RPT. mini-ghepardo e non mimi scimmia come erroneamente scritto in precedenza), per distinguerlo dal grande Cheetah 3 realizzato nel 2018 e diventato celebre come il robot quadrupede capace di salire su una gradinata.

Presto i ricercatori del dipartimento di Ingegneria meccanica del Mit, che hanno costruito entrambi i robot, contano di presentare la mini-ghepardo nella Conferenza internazionale sulla Robotica e l’automazione in programma in Canada, A Montreal, dal 20 al 24 maggio. Pesante poco più di nove chilogrammi, riesce a voltarsi rapidamente con una torsione del busto e, a detta dei ricercatori, è «virtualmente indistruttibile».

Ha infatti una struttura modulare nella quale ogni componente può essere facilmente sostituito, osserva uno dei suoi progettisti, Benjamin Katz. «Abbiamo costruito questo robot perché è facile sperimentarlo e metterlo alla prova in
imprese 'pazze'», ha aggiunto Katz spiegando che il robot-scimmia «è facile e poco costoso da riparare». Anche grazie a queste caratteristiche il robot può essere dato in prestito senza problemi ad altri gruppi di ricerca, in modo da  ampliare il raggio dei possibili test e raccogliere quanti più dati possibile.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook