Martedì, 16 Luglio 2019
stampa
Dimensione testo
LA FRASE CHOC

Wanna Marchi e la figlia: "Punite per aver venduto sale a dei deficienti che ci hanno creduto"

Tornano in tv Wanna Marchi e la figlia Stefania Nobile. Le due donne sono state invitate da Barbara D'Urso a "Live - Non è la D'Urso" per parlare della vicenda giudiziaria che le ha investite qualche anno fa. Dopo aver scontato 9 anni di carcere, ora vivono in Albania dove gestiscono un ristorante.

La Marchi e la Nobile, insieme al brasiliano Mário Pacheco do Nascimento e all'ex convivente Francesco Campana, sono state arrestate, processate e condannate per bancarotta fraudolenta, truffa aggravata e associazione per delinquere finalizzata alla truffa a seguito di trasmissioni televisive in cui si raggiravano i telespettatori.

Oggi la Marchi usa parole dure e dice: "Siamo state punite per aver venduto sale a dei deficienti che ci hanno creduto". Una frase choc che ha scatenato diverse polemiche.

"Dopo 18 anni - ha aggiunto la Nobile - vi sembra che abbiamo espiato abbastanza? O dobbiamo tornare dentro? Perché sapete la ruota gira. Sono stata alla presentazione di un libro dove c'era Roberto Formigoni che veniva sempre a mangiare al mio ristorante. Fece finta di non conoscermi".

"Chi commette reati gravi come le violenze non fa un giorno di galera, - ha continuato la Nobile - noi li abbiamo scontati tutti e pure di più. Avremmo potuto patteggiare e non l'abbiamo fatto. Sappiamo gli sbagli che abbiamo fatto".

Inevitabili i fischi del pubblico. "Io sono molto serena - ha detto la Marchi - e ho chiuso la partita con la giustizia, meno vengo in Italia e meglio sto".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook