Domenica, 26 Maggio 2019
stampa
Dimensione testo
LO STUDIO

Medicina, svelato il meccanismo per far morire di fame i tumori

Far morire 'di fame' le cellule del tumore fino, in alcuni casi, a farlo scomparire. È questo il risultato ottenuto - per ora sui topi e su cellule umane in vitro in laboratorio - da un gruppo di ricercatori italiani coordinati da Saverio Minucci, direttore del Programma Nuovi Farmaci dell’Istituto Europeo di Oncologia.

Lo studio, pubblicato su Cancer Cell, ha dunque individuato il meccanismo che può 'affamard' il cancro, uccidendo le cellule tumorali: la chiave è nell’associazione di un regime di dieta ipoglicemica all’assunzione di metformina, un comune farmaco utilizzato per la cura del diabete di tipo 2. Lo studio, sostenuto da Fondazione Airc per la ricerca sul cancro, è stato condotto in collaborazione con il gruppo di Marco Foiani, direttore Scientifico dell’Ifom e Ordinario di Biologia Molecolare dell’Università degli Studi di Milano.

I ricercatori hanno dunque scoperto che una dieta che porti a un abbassamento della glicemia, associata alla somministrazione di metformina, innesca una reazione a catena che porta alla morte delle cellule tumorali: «Attraverso l’associazione di questo regime dietetico con il farmaco metformina - spiega Minucci - si attiva un circuito molecolare nuovo, che porta all’eliminazione di una proteina fondamentale per la sopravvivenza di molti tipi di tumore, la Mcl1. Sui topi si è visto che tale approccio si è dimostrato efficace contro vari tumori solidi come il melanoma ed il tumore della mammella triplo negativo».

Nei topi, precisa, «si è osservato che la crescita del tumore si blocca, perchè le cellule cancerose muoiono, e in alcuni casi si è arrivati alla scomparsa del tumore». Risultati che, secondo l’esperto, sono molto promettenti anche se la cautela è d’obbligo: «A breve - annuncia - partirà lo studio clinico su un centinaio di pazienti. Nella sperimentazione clinica dovrà essere confermata la tollerabilità della combinazione e inoltre in via preliminare si dovrà valutare l’efficacia della combinazione di una dieta ipoglicemica e metformina per fermare la progressione del tumore in aggiunta a terapie già in uso come la chemioterapia».

La cellula, spiega Minucci, «usa due processi per generare energia: la glicolisi, che si basa sulla disponibilità di glucosio, e la fosforilazione ossidativa, che può essere inibita con la metformina. Noi abbiamo pensato di attaccare il metabolismo mirando al fenomeno della 'plasticità metabolica', vale a dire la strategia con cui la cellula cancerosa si adatta, passando dalla glicolisi alla fosforilazione ossidativa e viceversa, in condizioni di mancanza di nutrimento. Nel nostro studio, riducendo il tasso glicemico con la dieta e somministrando metformina, abbiamo inibito la plasticità metabolica e abbiamo fatto morire le cellule tumorali».

Ora, conclude l’esperto, «siamo nelle condizioni di avviare immediatamente studi clinici e questo passaggio così rapido è molto raro ed è per noi motivo di grande soddisfazione e di aspettativa per gli sviluppi futuri».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook