Sabato, 31 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società L'aquila di Bonelli torna in Sicilia dopo 7 mesi passati in Calabria
WWF

L'aquila di Bonelli torna in Sicilia dopo 7 mesi passati in Calabria

È tornata a casa in Sicilia Lolla, la giovane Aquila di Bonelli che si era spostata in Calabria a fine luglio dello scorso anno. Il 10 marzo, dopo aver trascorso 7 mesi «in continente», soprattutto nelle vallate della provincia di Crotone, l’esemplare ha deciso di tornare in Sicilia.

Lo rende noto il WWF con un comunicato. Sull'isola si trova l’unica popolazione nidificante in Italia, e l’esempio di Lolla potrebbe consentire il ritorno naturale del rapace anche nelle altre regioni italiane in cui è estinta da tempo a causa dell’uomo.

Attualmente la popolazione siciliana di Aquila di Bonelli conta più di 45 coppie riproduttive, frutto del progetto LIFE ConRaSi coordinato dal WWF Italia e cofinanziato dalla Ue, con la collaborazione della Regione Siciliana, dei carabinieri e del Corpo Forestale Regionale, oltre che del Gruppo Tutela Rapaci.

Dal 2017 la squadra di tecnici italo-spagnola del Life ConRaSi ha «marcato» (apponendo anelli colorati alle zampe che ne consentono l’identificazione a distanza e trasmettitori satellitari GSM/GPS sulla groppa) 28 giovani aquile (tra le quali Lolla).

In questo modo sono stati raccolti dati sull'area di dispersione dei giovani nati, le caratteristiche ecologiche della specie, i cosiddetti «tassi di sopravvivenza» di questo rapace mediterraneo, a rischio d’estinzione in Italia. Attualmente anche in Sardegna è attivo un progetto di reintroduzione della specie.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook