Domenica, 07 Marzo 2021
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Giovedì e Martedì grasso: perché si chiamano così il primo e l'ultimo giorno del Carnevale
IL SIGNIFICATO

Giovedì e Martedì grasso: perché si chiamano così il primo e l'ultimo giorno del Carnevale

Giovedì grasso: comincia il Carnevale 2021. Significa che anche quest'anno, nonostante le restrizioni che ne impediranno le classiche feste in maschera, la tradizione farà il suo corso. Magari (sicuramente) troverà altri canali, modi diversi di esprimere lo stesso desiderio di festa che precede quello delle penitenze quaresimali. E proprio da lì, dalla collocazione nel calendario liturgico (il Carnevale non ha mai date fisse, dipendono dalla Pasqua), prende il suo nome il giorno che ne segna l'inizio (il giovedì grasso, appunto) come quello che ne sancisce la fine (cioè il martedì grasso, il  giorno prima del mercoledì delle Ceneri).

 

 

GRASSO PERCHE'?

Tradizione vuole che, nella settimana che precede l'inizio della Quaresima, coi suoi 40 giorni di "privazioni", le comunità si riservassero alcuni giorni di luculliani banchetti prima che le "astinenze" prendessero il sopravvento. E proprio il termine Carnevale, a cui quello del giovedì e del martedì grasso sono indissolubilmente legati, deriva dal latino "carnem levare", quell'eliminare la carne che era proprio dei canoni pre pasquali. Usi e costumi di una religiosità antica, in parte superata, eppure più viva che mai.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook