Domenica, 15 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
TENNIS AZZURRO

Coppa Davis, l'Italia batte l'India 3-1 e vola alla fase finale

Sorride il tennis azzurro uscito vittorioso per 3-1 dalla sfida con l'India per un posto alle finals di Coppa Davis in programma a Madrid alla fine dell'anno. Nella seconda giornata di gare sull'erba del South Club di Calcutta, l'Italia - che aveva vinto i primi due singolari con Andreas Seppi e Matteo Berrettini - nella giornata decisiva prima ha perso la sfida del doppio, con Berrettini e Simone Bolelli sconfitti 4-6 6-3 6-4 dal duo Bopanna-Sharan, ma poi ha vinto il terzo singolare con Andreas Seppi che ha battuto Gunneswaran 6-1 6-4 e ha conquistato così il punto decisivo che vale il pass per le finali in programma dal 18 al 24 novembre In Spagna. Dove - in base al nuovo format al via da quest'anno - ci saranno di diritto le 4 semifinaliste 2018 (Francia, Spagna, Croazia e Usa) e le 2 che hanno avuto la wild card (Argentina e Gb), più le 12 vincenti delle sfide che si concludono questo fine settimana in giro per il mondo.

Oltre all'Italia si sono già qualificate Australia, Giappone e Kazakistan. Molto soddisfatto il capitano Corrado Barazzutti che nascondeva qualche insidia: anzitutto il fattore campo e il clima, poi quella dei campi in erba, sui quali si gioca sempre di meno, e infatti erano una ventina d'anni che non capitava. Campi peraltro allestiti in fretta il giorno prima delle gare. E poi c'era il possibile effetto sorpresa degli indiani, non quotatissimi nel ranking, ma comunque protagonisti di un gioco molto aggressivo e veloce. E nel doppio hanno conquistato il punto della bandiera.

Barazzutti non si è preoccupato: "Sono dispiaciuto per come è andata - dice il capitano -. Eravamo sopra di un break al terzo e si poteva vincere per come stavamo giocando. Non c'è comunque stato troppo tempo per preoccuparsi, perché Seppi ha disputato un match impeccabile, da grande giocatore, non lasciando chance al rivale. Alla fine i valori sono emersi: eravamo superiori e l'abbiamo confermato sul campo. Oltre a Seppi che ha dato risposte importanti sulla sua competitività e affidabilità, mi complimento con Berrettini per come ha esordito in Davis, sarà protagonista anche in futuro".

"Una bella vittoria di squadra" l'ha definita Seppi che a Calcutta ha vinto i due singolari che, insieme con quello di Berrettini, hanno regalato agli azzurri il ticket per Madrid. Il veterano Seppi, 35 anni fra pochi giorni, è raggiante: "Ho giocato una partita solida dall'inizio alla fine, come avevo fatto pure venerdì. Non sono certo il più giovane, ma ho dalla mia l'esperienza e soprattutto mi sento bene fisicamente: ho cominciato in maniera positiva la stagione, con buone sensazioni e risultati che mi danno fiducia. E' bello andare a Madrid, certo l'appuntamento sarà a fine anno, ora godiamoci il successo, poi si vedrà".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook