Mercoledì, 21 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
CALCIO

Nasce la Juventus di Sarri: "Ronaldo giocherà a sinistra. Pogba? Mi piace molto"

juventus, serie a, Cristiano Ronaldo, Maurizio Sarri, Sicilia, Sport
Maurizio Sarri in conferenza stampa insieme a Mattia De Sciglio

«Cristiano ha vinto tutto a livello individuale e collettivo partendo leggermente defilato sulla sinistra in attacco. Il primo tentativo sarà metterlo lì, ma è talmente forte che può giocare ovunque». Maurizio Sarri annuncia la prima novità tattica della sua Juventus che debutterà domani nella prima amichevole stagionale al National Stadium di Singapore contro il Tottenham (ore 19.30 locali, 13.30 italiane).

In conferenza stampa, a cui ha preso parte il tecnico con Mattia De Sciglio, sono stati toccati molti temi, dalla sfida contro gli inglesi - valida per l’International Champions Cup 2019 - alla condizione della squadra dopo poco più di una settimana di lavoro. E anche il nuovo arrivato destinato a diventare il perno della difesa bianconera per i prossimi anni, l'olandese de Ligt. «È appena arrivato - spiega Sarri ai giornalisti - perciò giocherà solo uno spezzone di partita».

Parlando poi della sua Juventus, il tecnico toscano spiega che vuole «diventare una squadra con una propria identità». Poi aggiunge: «Mi voglio divertire perchè un gruppo di persone che si diverte riesce a dare di più. Qui ho trovato un ambiente molto sereno e tranquillo, c'è disponibilità da parte di tutti. A livello italiano partiamo da favoriti - aggiunge - ma in Europa ci sono 10-11 società del livello della Juventus e le difficoltà nella competizione sono altissime».

Un pensiero, poi alla partita di domani contro il Tottenham. «Non si potrà vedere una bella gara - chiarisce subito - le condizioni climatiche sono difficili, si affronteranno due squadre stanche visto che è in corso la preparazione. Mi piacerebbe vedere l’aspetto mentale da parte dei miei giocatori, un gruppo che cerca di fare determinate cose».

«Pogba mi piace davvero molto, ma è un giocatore del Manchester United. Non sono io il direttore sportivo e quindi non conosco la situazione». Il tecnico non fa mistero del proprio apprezzamento per l’ex bianconero, possibile obiettivo di mercato in caso di rottura con il club inglese.

«Higuain? Io lavoro con i giocatori che la società mi mette a disposizione. In questo momento Gonzalo è a disposizione e lo considero al 100% nei programmi. Se poi la società prenderà altre decisioni, mi adeguerò», aggiunge in conferenza stampa a Singapore.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook