Lunedì, 26 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
LA LETTERA

Legge sullo sport, il Cio avverte il Coni: "O si cambia o rischio sospensione"

coni, legge sullo sport, Giovanni Malagò, Sicilia, Sport
Giovanni Malagò

È appena arrivata al presidente del Coni, Giovanni Malagò, una lettera del Cio in cui si esprime «seria preoccupazione» per alcune disposizioni della legge sullo sport attualmente in approvazione in Parlamento. Nella lettera si segnala che la legge «intaccherebbe chiaramente l’autonomia del Coni» in sei punti. Il Cio chiarisce di poter adottare per la protezione del «Movimento di un paese la sospensione o il ritiro del riconoscimento del comitato olimpico».

Il Cio, nella lettera inviata al Coni, scrive di aver «esaminato con attenzione le disposizioni (relative al disegno di legge sullo sport ndr) e desideriamo esprimere serie preoccupazioni in merito ad alcune di esse che, se approvate, intaccherebbero chiaramente l’autonomia del Coni. La posizione del Cio relativamente ai rapporti che dovrebbero intercorrere tra le autorità di Governo i Comitati olimpici nazionali è estremamente chiara, ed è stata riportata in un documento approvato nel 2016. Questo approccio è fondato sul principio fondamentale di «autonomia responsabile» dei Comitati olimpici nazionali così come esposto nella Carta olimpica».

«Le organizzazioni sportive aderenti al movimento olimpico hanno il diritto e l’obbligo di autonomia, comprese la libera determinazione e il controllo delle regole dello sport, la definizione della struttura e della governance».«I comitati olimpici - sottolinea il Cio - possono cooperare con i governi, tuttavia essi non devono intraprendere azioni contrarie alla carta olimpica».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook