Domenica, 15 Settembre 2019
stampa
Dimensione testo
TENNIS

US Open, la regina Bianca Andreescu: "Incredibile, ho battuto Serena"

La regina degli Us Open 2019 è lei, Bianca Andreescu, che in finale ha battuto (6-3, 7-5) Serena Williams che manca ancora una volta l'appuntamento con il 24/o titolo Slam che le avrebbe consentito di eguagliare il record di Margaret Court. Andreescu, che da domani sarà la numero 5 del mondo, diventa la prima canadese a vincere uno Slam, lei che l'anno scorso di questi tempi era fuori dalle prime 200 del mondo e perdeva al primo turno di qualificazioni.

"Ho battuto Serena, ancora non ci credo - le sue parole in conferenza stampa dove non è riuscita a trattenere le lacrime - E' da tantissimo tempo che mi immaginavo questa partita ed ora che l'ho vinta mi sembra tutto così assurdo...", ha aggiunto. La 19enne, canadese di origini romene (che in questa stagione aveva già conquistato Indian Wells e Toronto), ha infranto il sogno della 37enne Serena Williams, costretta ad incassare il quarto ko consecutivo in una finale Slam dopo Wimbledon 2018 e 2019, US Open 2018. In generale, l'americana non vince un Major da Melbourne 2017, quando era già incinta della piccola Olympia.

"Bianca ha giocato un grande match, sono molto felice e orgogliosa per te - le parole di Serena durante la premiazione - Avrei voluto giocare meglio, ma se qualcun altro deve vincere questo torneo, a parte Venus, sono felice che sia tu". Bianca Andreescu ha conquistato il primo Slam della carriera dopo aver imposto la sua personalità in tutti gli eventi ai quali ha partecipato quest'anno: ha esordito in gennaio raggiungendo la finale del torneo di Auckland proveniente dalle qualificazioni. Si era iscritta da n.152 del mondo e in tabellone ha fatto fuori la n.1 Caroline Wozniacki e Venus Williams. Poi ha passato le qualificazioni anche agli Open d'Australia (e perso al secondo turno contro la Sevastova , n.13 del mondo).

Ha vinto a Newport Beach e perso in semifinale ad Acapulco. A quel punto era già n.60, quindi in tabellone a Indian Wells dove ha messo in fila tutte: tra le altre Muguruza nei quarti, Svitolina in semi e Kerber in finale. Avrebbe probabilmente bissato a Miami se non si fosse infortunata e ritirata negli ottavi. Un infortunio che l'ha tenuta lontana dai campi di gioco fino a Parigi. Dal torneo di Toronto in poi Andreescu non ha mollato un colpo. "Ho lavorato duramente per vivere questo momento - le parole della Andreescu dopo l'incontro - Questa stagione è stata un sogno, così come questa finale contro Serena, una vera fonte di ispirazione. Ho avvertito la tensione, anche se ho cercato di nasconderlo. Nel secondo set ho dovuto combattere anche contro il pubblico. Mi aspettavo che lei rientrasse. Soprattutto l'ultimo game è stato davvero complicato. Sono felice di essere riuscita a gestire tutte le emozioni. E' stato un anno complicato, ho avuto tanti infortuni ma ho continuato a credere in me stessa e ad allenarmi. Poi i risultati sono arrivati. Non potrò mai ringraziare abbastanza i miei genitori per quanto hanno fatto per me: è stato un viaggio davvero lungo. Non vedo l'ora di andare avanti". (ANSA).

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook