Mercoledì, 16 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
IL CASO

Cristiano Ronaldo e le accuse di stupro: "Ero in imbarazzo con i miei figli"

calcio, juventus, Cristiano Ronaldo, Sicilia, Sport
Cristiano Ronaldo

Cristiano Ronaldo ha parlato per la prima volta pubblicamente del caso Mayorga. In una lunga intervista rilasciata a ITV, il portoghese ha affrontato l’argomento delle accuse di stupro mosse dall’ex modella del Nevada Kathryn Mayorga per una presunta violenza avvenuta dieci anni fa in un hotel di Las Vegas. «Hai una ragazza, hai una famiglia, hai dei figli. Quando giocano con la tua onestà è difficile», ha raccontato Ronaldo, che non ha nascosto tutto il proprio dispiacere per la vicenda.

Il portoghese ha raccontato un episodio che lo ha profondamente segnato: «Ricordo che ero solo in salotto con la mia ragazza a guardare la televisione per sentire le notizie e parlavano di Cristiano Ronaldo: ha fatto questo, ha fatto quello... A un certo punto ho sentito i miei figli che scendevano le scale e ho cambiato canale. Ero in imbarazzo. Non volevo che sentissero come parlavano del padre. Mi faceva sentire davvero male».

Il caso Mayorga era riesploso nei mesi scorsi, quando il settimanale tedesco 'Der Spiegel' aveva tirato fuori alcuni documenti, ottenuti attraverso il sito Football Leaks, tra cui un accordo riservato stipulato nel 2009 da Ronaldo con l’ex modella per non rivelare l’accaduto dietro un pagamento di 375 mila dollari.

Secondo la ricostruzione di Kathryn Mayorga, all’epoca 25enne, sarebbe stata violentata dal calciatore in una stanza d’albergo a Las Vegas, dove il portoghese era in vacanza prima del suo passaggio dal Manchester United al Real Madrid. Ronaldo si è sempre proclamato innocente: «Nego fermamente. Lo stupro è un crimine abominevole, contrario a tutto ciò in cui credo. Mi rifiuto di alimentare lo spettacolo mediatico creato da persone che cercano pubblicità a mie spese».

E gli inquirenti gli hanno dato ragione. Tutte le accuse nei suoi confronti sono cadute: due mesi fa la procura di Las Vegas, in un comunicato, ha parlato di «mancanza di prove certe sulla base delle informazioni fin qui ricevute per documentare uno stupro oltre ogni ragionevole dubbio».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook