Venerdì, 10 Aprile 2020
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Tennis, molestie a una raccattapalle 17enne: arbitro italiano sospeso dall'Atp
A FIRENZE

Tennis, molestie a una raccattapalle 17enne: arbitro italiano sospeso dall'Atp

arbitro, atp, tennis, Gianluca Moscarella, Sicilia, Sport
Gianluca Moscarella

Apprezzamenti molesti, insistenti a una raccattapalle 17enne da parte dell’arbitro. È accaduto al Circolo del Tennis Firenze 1898, alle Cascine, durante un match della Firenze Tennis Cup, torneo organizzato dall’Atp, l'associazione che riunisce i tennisti professionisti di tutto il mondo e sotto la cui egida si svolgono i più prestigiosi tornei mondiali.

«Sei fantastica, sei molto sexy», gli avrebbe detto l’arbitro, più volte, in una partita. E poi altre frasi moleste. A rivolgersi con questi toni e frasi allusive a una liceale che è entrata in evidente stato di imbarazzo e di agitazione, era uno dei giudici di sedia italiani più noti a livello internazionale, Gianluca Moscarella. Frasi fissate da una telecamera.

Parte del video è su YouTube. L’Atp ha subito sospeso Moscarella e avviato un’inchiesta interna per definire meglio i contegni tenuti, anche in altre circostanze. Infatti, oltre alle avances sessiste alla minorenne nel video è documentata un’altra irregolarità commessa nel match, che era tra il portoghese Pedro Sousa e l’italiano Enrico Dalla Valle.

Quando l’italiano è uscito per un 'toilet break', Moscarella prende Sousa da una parte e si cimenta in una specie di 'coaching', parteggiando palesemente per lui e incitandolo a vincere. Un atteggiamento contrario all’etica sportiva e al ruolo 'terzo' di un giudice. Così, proprio rivedendo le immagini e ascoltando bene l’audio per indagare il caso di coaching a favore di Sousa, sono emersi a sorpresa gli apprezzamenti alla studentessa collaterali allo svolgimento della partita.

La Atp ha diffuso una nota ufficiale in cui informa dei provvedimenti presi contro il giudice di sedia. A Firenze c'è grande sconcerto al circolo del tennis, di lunga tradizione e nuovo a situazioni del genere. Si prendono le distanze. «Noi non c'entriamo nulla - precisa il direttore Giorgio Giovannardi -, a designare il supervisor, cioè il direttore del torneo, e gli arbitri, è l’Atp».

La prima preoccupazione della dirigenza del circolo è stata tutelare la 17enne, studentessa in un liceo. Lei, con altri compagni, era al torneo per un progetto di alternanza 'scuola lavoro'. «Quando abbiamo sentito queste frasi poco dignitose abbiamo subito segnalato la cosa al supervisor del torneo e siamo andati dal preside della scuola», afferma Giovannardi. Il liceo ha informato i genitori che ora decidono se denunciare Moscarella per molestie.

L’eventualità farebbe aprire un’inchiesta in procura, da parte dei pm della sezione fasce deboli. Tra l’altro si apprende che la ragazzina, per l'imbarazzo e l’inquietudine suscitatale dall’adulto, non aveva raccontato nulla a casa di quello che le era successo al torneo di tennis.

© Riproduzione riservata

TAG: , ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook