Venerdì, 30 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Barcellona, Messi e compagni tagliano lo stipendio del 70%
CORONAVIRUS

Barcellona, Messi e compagni tagliano lo stipendio del 70%

barcellona, coronavirus, Sicilia, Sport
Leo Messi

«La nostra volontà è sempre stata quella di applicare un ribasso degli stipendi, perché capiamo perfettamente che si tratta di una situazione eccezionale e siamo i primi che abbiamo sempre aiutato il club quando ce lo ha chiesto». I campioni del Barcellona si arrendono: si chiude con il sì al taglio dello stipendio il braccio di ferro tra il club e i giocatori.

Ad annunciare il via libera è lo stesso Lionel Messi che, in un lungo post su Instagram, a nome anche dei compagni del Barca, ha ufficializzato che la squadra accetta il taglio del 70% degli stipendi durante il periodo di stop dovuto alla pandemia. Non manca un pizzico di polemica, perché la Pulce sottolinea anche che «non smette di sorprenderci che all’interno del club ci siano stati quelli che cercavano di metterci sotto la lente d’ingrandimento, e cercavano di aggiungere su di noi pressione per qualcosa che noi sapevamo che avremmo fatto», ma ormai il dado è tratto.

Infatti è arrivata puntuale una nota della dirigenza che ringrazia i calciatori per «aver compreso la portata di una situazione così eccezionale» e puntualizza che il taglio potrebbe perfino superare la quota del 70%, ma che ciò permetterà di pagare il 100% degli stipendi agli altri dipendenti del club, quelli che lavorano nell’ombra come
magazzinieri, giardinieri, massaggiatori e via discorrendo.

Era proprio la condizione che avevano posti i calciatori per accettare i tagli, perché anche queste persone sono importanti per fare andare avanti la polisportiva azienda che solo con la chiusura del Museo del Barça (il secondo più visitato di Spagna dopo il Prado di Madrid) e dei negozi ufficiali del club perderà in questo periodo un’ottantina di milioni. A rendere ancor più serena la situazione, e a migliorare i conti, c'è la notizia che anche i giocatori delle squadre blaugrana di pallamano, hockey a rotelle e calcio a cinque, tutti professionisti ben pagati, hanno accettato il taglio, mentre rimane da definire la situazione del team del basket, dove ci sono ancora dei 'ribelli'.

E’ chiaro comunque che la decisione del Barcellona avrà riflessi importanti sul calcio spagnolo, visto che ora anche l'Atletico Madrid dovrebbe riuscire a far accettare ai suoi il taglio del 70%, possibile secondo le regole vigenti. Intanto
Messi batte Cristiano Ronaldo, visto che alla Juventus i salari sono stati ridotti solo del 30%.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook