Mercoledì, 12 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Il Milan si riprende la vetta, Diavolo di un... Ibra

Il Milan si riprende la vetta, Diavolo di un... Ibra

Sicilia, Sport
Milan's Zlatan Ibrahimovic jubilates with his teammates after scoring the goal 0-2 during the Italian Serie A soccer match Cagliari Calcio vs AC Milan at Sardegna Arena stadium in Cagliari, Sardinia island, Italy, 18 January 2021 ANSA/FABIO MURRU

Il Milan scappa di nuovo da solo in vetta alla classifica. Ora è a più tre dall’Inter. E prenota il titolo di campione d’inverno. Senza spingere, con un po' di patemi nel finale per il rosso a Saelemaekers. Ci pensa Ibra a sostituire tutti quelli che non ci sono, da Leao a Calhanoglu. È lui che decide, all’inizio del primo tempo e pochi minuti dopo il ritorno in campo dall’intervallo. Uomo squadra. Anche se non è al meglio, non sbaglia una sponda. Va spesso a centrocampo a far partire l’azione. E quando lo cerchi sotto porta lui c'è. Passano pochi minuti ed è subito Ibra. Brahim Diaz gli dà subito una palla d’oro filtrante. Lykogiannis travolge lo svedese in area e Abisso non va neanche al Var. Dal dischetto Kessie cede la cortesia. E Ibra spiazza Cragno. Attenzione però perché il Cagliari sembra più solido del solito. E rimane sempre in partita. Il Milan ha una clamorosa occasione per raddoppiare e chiudere la questione al 35': il tiro di Calabria è lontano dalla portata di Cragno, però finisce però sul palo. Il Cagliari è lì, non corre l’errore di sbilanciarsi troppo per tenere ancora viva la speranza. Il Milan prova ad amministrare, il possesso è dalla sua parte, ma è una circolazione palla che non stordisce i rossoblu. Nella ripresa però il Cagliari si fa ti-sorprendere al 7': lancio di Calabria e Ibrahimovic va e segna. L’arbitro annulla, ma poi il Var dice che è gol. Il finale però è una sofferenza inattesa per Pioli perché Saelemaekers entra e si fa ammonire due volte: Milan in dieci. Per il Cagliari- che fa entrare le torri Pavoletti e Cerri- qualche mischia pericolosa. Ma il risultato rimane quello. Se il Milan sogna, per il Cagliari l’incubo continua. Per la squadra di Di Francesco è la quinta sconfitta di fila in campionato. Per il tecnico rossoblu forse un’altra chance nella sfida salvezza col Genoa. Ma ora decide Giulini.

Arriva Mandzukic

"Ora con Mandzukic siamo in due a mettere paura agli avversari. L’abbraccio con Maldini? Adesso il rinnovo dipende da Paolo, questo ritorno al Milan mi ha cambiato tanto e sono felice". Questo il commento di Zlatan Ibrahimovic, protagonista nella vittoria del Milan a Cagliari, a proposito della domanda sul prolungamento del contratto. Lo svedese ha trascinato il Diavolo al successo con una doppietta. "Potevo segnare il terzo ma ne bastavano due per vincere. E’ stata una partita difficile, non giocavo da oltre 50 giorni ma questi giovani mi motivano, mi sfidano e faccio vedere che posso correre come loro - prosegue Ibrahimovic a Sky Sport - Scudetto? Credo in Zlatan. Siamo quasi a metà campionato, ora iniziano le partite più difficili perché si gioca tanto in questi mesi: sarà un programma duro ma adesso con Mandzukic e Meitè siamo con più giocatori disponibili per il mister"

 

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook