Domenica, 13 Giugno 2021
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Sport: sei campioni in gioco per i bambini gravemente malati
L'INIZIATIVA

Sport: sei campioni in gioco per i bambini gravemente malati

Da Chechi a Myers, da Pozzato alla Cacciatori con la Dynamo Camp

Sei campioni dello sport italiano si sfidano per sostenere la Onlus Dynamo Camp, che offre gratuitamente programmi di terapia ricreativa a bambini e ragazzi dai 6 ai 17 anni, affetti da patologie gravi o croniche, ma anche alle loro famiglie.

L'iniziativa 'Xsport Challenge' (hashtag xsportchallenge), nasce grazie al contributo di Pharmaguida.

Si tratta di Jury Chechi, olimpionico e iridato degli anelli; di Antonio Rossi, olimpionico di canoa; di Carlton Myers, campione europeo di basket; di Maurizia Cacciatori, pluricampionessa di pallavolo; di Filippo Pozzato, campione italiano nel ciclismo, vincitore di tappe al Giro d'Italia e al Tour, ma anche della Milano Sanremo; di Vitantonio Liuzzi, pilota di F1, campione del mondo Endurance e Super GT.

Jury Chechi chiederà a ciascuno degli altri atleti di cimentarsi in prove di ginnastica e gli stessi chiederanno a Jury di mettersi alla prova nei loro rispettivi sport.

Per Nicola Guida, Founder di Pharmaguida: "E' un'iniziativa sociale che ci rende orgogliosi, per noi è un piacere sostenere e incoraggiare le attività di Dynamo Camp. Attraverso lo sport abbiamo trovato un modo semplice e divertente per regalare un sorriso a tutti quei bambini affetti da gravi patologie, seguiti con passione e preparazione dallo staff di Dynamo Camp".

In generale, Dynamo Camp organizza attività per i bambini e le famiglie, con i Dynamo Programs, nelle strutture ospedaliere, associazioni di patologia e case famiglia delle principali città italiane. I programmi sono strutturati secondo il modello della Terapia Ricreativa Dynamo, che propone attività di svago e divertimento, ma ha soprattutto l'obiettivo di stimolare le capacità dei bambini, rafforzando al contempo la fiducia.

Dal 2007, in 14 anni di attività, Dynamo Camp ha offerto gratuitamente programmi di Terapia Ricreativa a 52 mila persone: ai bambini, ai familiari, agli ospiti in condizioni di fragilità personale e sociale. Ha coinvolto e formato 8.099 volontari, 830 persone di staff stagionale, 224 medici e 229 infermieri.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook