Lunedì, 04 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport L'Asl vieta il viaggio alla Salernitana. Niente partita a Udine e 0-3 a tavolino
SERIE A

L'Asl vieta il viaggio alla Salernitana. Niente partita a Udine e 0-3 a tavolino

Un giocatore è risultato positivo e l'Azienda sanitaria ha negato il viaggio in Friuli

Mentre nella sede della Figc a Roma è in corso il consiglio federale che, tra l’altro, dovrà pronunciarsi sulla richiesta di proroga del trust, la squadra della Salernitana non scenderà in campo, questo pomeriggio a Udine, per la presenza di casi accertati di Covid-19 nel gruppo squadra. È stato lo stesso club campano a farlo sapere spiegando che «l'Us Salernitana 1919, a seguito di accertate positività nel gruppo squadra, prende atto delle disposizioni dell’Asl di Salerno che ha richiesto la sospensione dell’attività della squadra e ne ha vietato la partecipazione ad eventi sportivi. La società ha provveduto a comunicare tali disposizioni alla Lega Serie A e si rende disponibile a ogni tipo di accertamento da parte delle autorità sanitarie locali».

Il direttore del servizio Igiene e Sanità pubblica dell’Asl Salerno, Arcangelo Saggese Tozzi, referente dell’azienda sanitaria per l’emergenza Covid, questa mattina, incontrando la stampa, chiarisce che «ci sono state delle valutazioni fatte nel contact tracing rispetto alla positività di due atleti, prima individuata con l’antigenico e poi confermata dal molecolare, alla comunicazione di una terza persona sintomatica del gruppo squadra della Salernitana, non un giocatore ma uno che frequentava lo stesso gruppo squadra, alla comunicazione della Salernitana dei possibili contatti avuti tra i giocatori all’interno del gruppo squadra nelle 48 ore precedenti. «In questo contesto complessivo - prosegue - i colleghi del contact tracing hanno dato l’indicazione di sospensione dei movimenti di queste persone. Il gruppo squadra in generale è sottoposto a un regime di isolamento fiduciario di quarantena rispetto alla situazione. Poi - conclude - la gestione di questa problematica nel rapporto con il mondo sportivo e autorità sportive non è un problema che riguarda l’Asl».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook