Giovedì, 18 Luglio 2019
stampa
Dimensione testo

Apre l'ultima rampa dello svincolo di Giostra a Messina, la zona Nord ora si raggiungerà più facilmente

di

Taglio del nastro collettivo stamattina per l'apertura dello svincolo di Giostra nella tangenziale di Messina. C'erano l'assessore regionale Marco Falcone, il sindaco Cateno De Luca, l'ex primo cittadino Giuseppe Buzzanca e il futuro cda del Cas, e tantissimi deputati regionali di varie estrazioni, alla cerimonia in autostrada.

I primi ad avere benefici da questa apertura saranno gli abitanti della zona nord e chi viaggia verso l’area universitaria dell’Annunziata o quella ospedaliera del Papardo. La benediranno i bagnanti di ritorno dalla litoranea che potrebbero avere tempi più tollerabili per rientrare a casa.

Ci sono voluti trent’anni per terminare quest' opera. Era il 1989 quando l'allora sindaco Mario Bonsignore firmò al ministero dei Lavori Pubblici l’accordo per la costruzione di questi vincoli. Poi si sono succedute quattro aziende alcuni fallimenti e alla fine è stata una ditta di Brolo, la Ricciardello, a chiudere i conti un paio di anni fa.

Ma per l’apertura della quarta e ultima rampa di uscita di questo sistema si è dovuto attendere che i lavori per il rifacimento del viadotto Ritiro fossero arrivati quasi a metà.

Le novità da oggi sono due, oltre alla possibilità di poter arrivare a Giostra anche se si giunge da Villafranca, c’è anche il ritorno alla piena fruizione della doppia corsia nella parte di tangenziale immediatamente precedente allo svincolo.

 

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook