Mercoledì, 07 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Putignano, al via con "Le Propaggini" l'edizione 628 del Carnevale

Putignano, al via con "Le Propaggini" l'edizione 628 del Carnevale

Via libera, come da tradizione, al Carnevale di Putignano. Sul palco del Teatro Comunale di Putignano, ieri, sono andate in scena "Le Propaggini", manifestazione satiririca che ha aperto ufficialmente la 628° edizione di uno dei carnevali più antichi e lunghi d’Europa. Mentre, infatti, il 26 dicembre in ogni parte del mondo si respira ancora tutta l’atmosfera natalizia, nella cittadina barese prende il via la stagione più pazza dell’anno, quella del carnevale, attraverso un festival satirico che affonda le sue radici nella storia contadina del territorio.

In mattinata, la giornata di festa è stata aperta dal corteo storico a cura dell’Associazione Porta Barsento che ha rievocato la traslazione delle reliquie di Santo Stefano, Patrono della città. Contestualmente, sacro e profano sono stati protagonisti di un simbolico scambio di consegne all’interno della chiesa di Santa Maria La Greca. E dal pomeriggio fino a sera, grande entusiasmo per il riaccendersi delle Propaggini, questa volta non in piazza come da tradizione a causa delle restrizioni dovute alla pandemia, ma nel Teatro Comunale, aperto al pubblico per la prima volta proprio con l’evento del carnevale.

Maurizio Verdolino, Presidente della Fondazione Carnevale di Putignano, ha sottolineato: “Da oggi è ufficialmente carnevale e speriamo di poterlo continuare a festeggiare valorizzando i riti della nostra tradizione che si ritrovano appieno nello spirito delle Propaggini”. Il presidente ha ringraziato tutta la squadra che ha curato l’organizzazione, dal Comune al team della Fondazione rappresentata dalla vice presidente Mary Adone, il consigliere Dino Andresini (presidente di giuria) e il consigliere Alessio Casulli che ha coordinato l’evento. Inoltre, Verdolino ha ringraziato i ragazzi del Liceo Majorana coinvolti in un progetto scuola-lavoro, e le Associazioni Trullando e Lavori dal Basso che hanno aiutato nella gestione della manifestazione.
“Dal palco delle Propaggini abbiamo potuto respirare tutta l’autenticità del nostro carnevale, e anche le critiche, che puntualmente arrivano nel tradizionale rito satirico, sono per noi testimonianza di legame e attenzione del popolo putignanese al suo carnevale e ciò alimenta il nostro senso di responsabilità per fare sempre meglio come amministratori”.
La giuria tecnica presieduta da Dino Andresini è stata composta da rappresentanti della cultura e del teatro: Daniele Sportelli, Massimo Bianco, Mino Decataldo, Pina Laterza e Marisa Masi. A loro è spettato l’arduo compito di giudicare, secondo specifiche categorie, i nove gruppi partecipanti.

A fare incetta di premi sono stati, in particolare, due gruppi: “I Trap’lir cu ì c’ppon”, novità e rivelazione di questa edizione delle Propaggini, che ha ottenuto i premi alla Satira, alla Padronanza del Dialetto e alla Presenza Scenica; e la “Compagnèie d’i Uagnon”, una bella conferma a cui sono andati i premi per la Recitazione, la Musica e la Qualità dei Testi. Il premio come Migliore Interprete è stato assegnato, infine, al propagginante Marco Laterza del gruppo “Compagnèie d’i Uagnon”. In uno spettacolo sempre vivace e irriverente, come da tradizione, i propagginanti sono riusciti ad accendere il Teatro, dialogando anche con le coppie di presentatori: Luciano Lavarra con Claudia Console e Anita Gentile con Enzo Calabritta. Uno spettacolo nello spettacolo che ha dato il benvenuto ad una nuova edizione del Carnevale di Putignano.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook