Lunedì, 15 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Foto Mondo Ucraina, sì della Finlandia alla Nato. La Russia minaccia "guerra nucleare totale". Missili su Kremenchug

Ucraina, sì della Finlandia alla Nato. La Russia minaccia "guerra nucleare totale". Missili su Kremenchug

Forti esplosioni a Mykolaiv, Kiev: "Un blitz causerebbe molti morti". Mosca: "Evitare la guerra in Europa ma basta dominio Usa". Si torna a parlare di negoziati, ma la svolta non arriva. Zelensky: "Con ogni nuova Bucha, con ogni nuova Mariupol scompare il desiderio di negoziare". Svezia-Finlandia verso la Nato, patto militare con Gb. Dagli Usa il nuovo pacchetto di aiuti da 40 miliardi.

Cronaca in tempo reale

22:31 - Casa Bianca, nessun intento aggressivo da espansione Nato - «La Nato è un’alleanza difensiva, non offensiva. Non c'è alcun intento aggressivo in qualsiasi espansione della Nato": lo ha detto la portavoce della Casa Bianca Jen Psaki rispondendo ad una domanda sulla minaccia di ritorsioni da parte di Mosca in caso di adesione di Finlandia e/o Svezia all’Alleanza.

21:43 - Sindaco Mykolaiv: "Udite esplosioni, restate nei rifugi" - Diverse esplosioni si sono udite stasera a Mykolaiv, nel sud dell’Ucraina, dove è risuonato l'allarme aereo. Lo ha riferito il sindaco della città, Oleksandr Senkevych, che ha invitato tutti i cittadini «a rimanere nei rifugi». Lo riportano i media ucraini.

21:34 - Kiev, continua attacco russo, video mostra battaglia - Le forze armate russe continuano a colpire con l’artiglieria e i bombardamenti aerei l’acciaieria Azovstal, a Mariupol. Lo ha confermato, nel suo ultimo bollettino, il ministero della Difesa ucraina mentre un reporter del Kyiv Independent, Illia Ponomarenko, ha postato sul suo profilo Twitter quello che ha definito un video storico sulla battaglia dell’Azovstal. In meno di due minuti, in un buio scenario di devastazione si assiste dapprima a un drammatico pianosequenza costellato di esplosioni e rovine, e poi a una visione dall’alto dell’impianto devastato da settimane di combattimenti. Secondo le ultime informazioni, non ci sono più civili rifugiati nei sotterranei, mentre sono centinaia i soldati del battaglione Azov, fra cui molti feriti anche gravi, che resistono agli attacchi.

18.55 Sindaco Leopoli, 200mila profughi, città preparata - «Oggi la nostra città, che conta un milione di abitanti, ospita anche 200 mila profughi e questo comporta una forte pressione su tutti i servizi. Ma ci eravamo preparati da tempo a situazioni estreme». Queste le parole del sindaco di Leopoli Andrij Sadovyj, collegato oggi con il Kilometro Rosso di Bergamo per l’inaugurazione della seconda edizione di 'Bergamo Next Level - Le persone e il territorio di domani, la rassegna culturale promossa da Università degli Studi di Bergamo e Pro Universitate Bergomensi fino al 20 maggio a Bergamo. «L'anno scorso ho costituito il 'team della resilienza" - ha spiegato Sadovyj - Ogni settimana ci siamo incontrati e ci siamo preparati ad affrontare situazione estreme. Sei mesi prima dell’invasione russa, per esempio, ho incaricato il mio gruppo di lavoro di assicurare l’approvvigionamento idrico della città senza ricorrere all’uso di elettricità. I miei collaboratori mi hanno dato per pazzo: abbiamo acquistato generatori, ci siamo preparati all’emergenza: è difficile sapere oggi quale sarà la
situazione futura, ma certamente questa è un’esperienza importante anche per il futuro».

18.35 Kiev, missili colpiscono la raffineria di Kremenchug - Quattro missili hanno colpito la raffineria di Kremenchug, nella regione ucraina nord orientale di Poltava, già oggetto di attacchi nei giorni scorsi. Lo ha annunciato su Telegram il capo dell’amministrazione militare regionale di Poltava Dmitry Lunin spiegando che gli abitanti dell’area sono nei rifugi, riporta l’agenzia Unian.

18.04 Mattarella e Macron, 'aumentare sostegno europeo' - Sergio Mattarella ed Emmanuel Macron si sono detti d’accordo «a continuare ad accrescere il sostegno europeo all’Ucraina": lo si è appreso da fonti dell’Eliseo dopo una telefonata oggi pomeriggio fra i due capi di Stato in cui - informa la presidenza francese - «è stato affrontato il tema della guerra in Ucraina sottolineando l'importanza di mantenere l’unità e lo stretto coordinamento che prevalgono fra partner europei dall’inizio del conflitto».

17.51 Media, Russia minaccia stop gas a Finlandia da domani - I principali leader politici della Finlandia sono stati informati che la Russia potrebbe tagliare le forniture di gas a partire da domani, a seguito dell’annunciata intenzione del Paese scandinavo di entrare nella Nato. Lo riporta il giornale finlandese Iltalehti, sottolineando che in precedenza era stata evocata l’ipotesi di un’interruzione il 23 maggio, quando è previsto il prossimo pagamento da parte di Helsinki, che Mosca pretende avvenga in rubli.

17.22 Kiev, negoziati difficili per evacuare 30 feriti da Azvostal - Sono in corso «negoziati molto difficili» sull'evacuazione dei combattenti gravemente feriti dall’acciaieria Azovstal a Mariupol tramite uno scambio di prigionieri di guerra russi. Lo ha detto la vice premier ucraina, Iryna Vereshchuk, citata dalla Cnn. «Per essere chiari: al momento stiamo negoziando solo per circa una trentina di combattenti gravemente feriti. Lavoriamo passo dopo passo. Ne scambieremo 38, poi andremo avanti. Al momento non ci sono colloqui su uno scambio che coinvolga 500 o 600 persone, come è stato riportato da alcuni media», precisato.

17.12 Onu apre inchiesta su violazioni attribuite a forze russe - L’Onu lancia un’inchiesta sulle atrocità che vengono attribuite alle forze russe in Ucraina. Il consiglio per i diritti umani dell’Onu ha votato a larga maggioranza oggi a favore dell’apertura di un’inchiesta sulle presunte gravi violazioni commesse dalle forze russe in Ucraina contribuendo così a rafforzare la pressione diplomatica su Mosca. In particolare il consiglio ha approvato per 33 voti favorevoli a due la bozza di risoluzione presentata dall’Ucraina per avviare un’indagine su presunte violazioni nelle regioni di Kiev,Chernihiv, Kharkiv e Sumy fra ola fine di febbraio e marzo.

17.03 Francia, adesione Kiev a Ue sarà discussa a vertice giugno - La richiesta dell’Ucraina di ottenere lo status di Paese candidato dell’Ue, attualmente «in corso d’esame da parte della Commissione, sarà oggetto di una discussione al livello di leader durante il Consiglio europeo del prossimo mese di giugno": è quanto afferma il ministero degli esteri francese, ricordando che Emmanuel Macron e il ministro degli esteri Jean-Yves Le Drian, «hanno ripetuto più volte che l’Ucraina fa parte della famiglia europea». Nei giorni scorsi, la stessa presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha riferito che l’esecutivo Ue si esprimerà sulla richiesta di Kiev il mese prossimo.

16.42 Zelensky: Draghi ha ragione, l'Ucraina può vincere - Le forze armate russe «sono quattro volte più grandi, il loro Stato è otto volte più grande, ma noi siamo dieci volte più forti come persone perché siamo sulla nostra terra. Per noi la vittoria è solo restituire le cose nostre, per loro è rubare qualcosa degli altri. Non siamo in condizioni di parità, la Russia è più forte, ma il mondo è unito intorno a noi, e sentiamo che passo dopo passo stiamo riuscendo. Quindi Draghi ha ragione, noi possiamo vincere perché stiamo combattendo per la verità e non siamo da soli». Lo ha detto il premier ucraino Volodymyr Zelensky intervistato da Bruno Vespa a Porta a Porta.

16.33 Zelensky, non riconosceremo mai la Crimea russa - «Non ho mai parlato di riconoscere l'indipendenza della Crimea, non la riconosceremo mai come parte della Federazione russa». Lo ha detto il premier ucraino Volodymyr Zelensky intervistato da Bruno Vespa a Porta a Porta. "Anche prima della guerra - ha aggiunto - la Crimea aveva autonomia, ma è sempre stato territorio ucraino. Noi abbiamo detto che siamo pronti a parlare con la Russia. Ora non possiamo deliberare una decisione sulla Crimea perché c'è la guerra, la lasciamo da parte se ostacola l’incontro e credo che questa proposta sia stata giusta».

16.16 Zelensky, pronti a fare scambio per salvare soldati Azovstal - «Siamo pronti a fare uno scambio con i russi per salvare i vivi e portare fuori i nostri morti» da Azovstal. Lo ha detto il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, in una intervista a Porta a Porta che andrà in onda questa sera su Raiuno. «I civili sono già stati evacuati, ora restano i feriti, non vogliamo lasciarli lì. Dobbiamo lottare per portarli fuori e anche per portare fuori chi è morto. Stiamo facendo tutto il possibile, abbiamo dato le informazioni ai russi, la Svizzera e la Turchia sono impegnate in questa vicenda e ho parlato anche con il presidente della Finlandia, che parlerà con Putin. Si farà tutto il possibile per salvare i nostri militari», ha aggiunto Zelensky.

15.47 Zelensky,parlo con Putin ma senza ultimatum e con russi fuori - «Sono pronto a parlare con Putin, ma non devono esserci ultimatum": lo ha detto il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, in una intervista a Porta a Porta che andrà in onda questa sera su Raiuno. «I russi devono però uscire dal nostro territorio, è il primo passo per parlare», ha precisato Zelensky nella prima intervista a una televisione italiana dall’inizio della guerra.

15.35 Kuleba, togliere ossigeno energetico alla Russia - «Deve essere tolto l’ossigeno energetico alla Russia». Lo ha detto il ministro degli Esteri ucraino Dmitro Kuleba a Berlino, in conferenza stampa con il vicecancelliere tedesco Robert Habeck. La Russia ha dimostrato di essere un rifornitore inaffidabile, ha aggiunto.

15.17 Dl Ucraina bis: Senato conferma fiducia con 178 sì e 31 no - Con 178 voti favorevoli, 31 contrari e un’astensione, l’Aula del Senato ha confermato la fiducia sul maxi emendamento al decreto Ucraina bis, la cosiddetta legge taglia prezzi per contrastare gli effetti economici e umanitari della crisi ucraina. Il provvedimento, che deve essere convertito in legge entro il 20 maggio, passa ora all’esame della Camera.

14.08 Polonia, sosteniamo adesione Finlandia nella Nato - L’intenzione della Finlandia di aderire alla Nato è stata accolta positivamente anche dal premier polacco, Mateusz Morawiecki: «E' una grande notizia per la sicurezza della Polonia e dell’Europa», ha commentato su Twitter, assicurando che Varsavia «sostiene l’adesione della Finlandia alla Nato il più velocemente e senza intoppi possibile».

13.29 Kiev, trattative per evacuare sanitari e feriti da Azovstal - Sono in corso le trattative per l'evacuazione degli operatori sanitari e dei feriti dall’acciaieria Azovstal. Lo ha annunciato il coordinatore delle azioni sui corridoi umanitari dell’Ufficio del Presidente ucraino, Tatiana Lomakina, in un messaggio su Telegram rilanciato dai media ucraini. Si tratta di circa 500 persone.

13.26 A Mariupol prosegue attacco russo ad Azovstal - Le forze russe e i separatisti loro alleati stanno continuando ad attaccare l’area dell’acciaieria di Azovstal, dove sono trincerati gli ultimi difensori di Mariupol, nel tentativo di prenderne possesso. Lo ha dichiarato il leader dell’autoproclamata repubblica popolare del Donetsk, Denis Pushilin, che ha respinto la richiesta dei militari ucraini presenti nella struttura di essere estratti da personale di un Paese terzo.

13.23 Putin, occidentali miopi, le sanzioni danneggiano loro - Le sanzioni antirusse, conseguenza dalle «ambizioni politiche miopi» dei leader occidentali e dalla loro «russofobia», danneggiano maggiormente proprio le economie dei Paesi che le adottano e «il benessere dei loro cittadini» e provocano «una crisi globale». Lo ha affermato il presidente russo Vladimir Putin, citato dalla Tass, in una riunione di responsabili dell’economia.

13.02  Mosca, contromisure militari se Finlandia entra nella Nato - La Russia prenderà contromisure tecnico-militari e di altro tipo se la Finlandia aderirà alla Nato: lo ha reso noto il ministero degli Esteri russo, secondo quanto riporta l’agenzia Interfax.

12.59 Putin, sanzioni contro la Russia provocano crisi globale - Le sanzioni imposte alla Russia sono in gran parte responsabili di una crisi economica globale. Lo ha detto il presidente Vladimir Putin citato dalla agenzie russe.

12.29 Kiev, fare di tutto per Azovstal, non sia la tragedia del secolo - «Penso che dobbiamo assolutamente fare il possibile perché la tragedia della Azovstal non rimanga nei testi di storia bellica come la più grande tragedia del XXI secolo». Lo ha detto la vice premier ucraina Iryna Vereshchuk parlando al canale televisivo francese Lci, secondo quanto riporta Ukrinform.

12.15 Cremlino, Usa-Russia cercano di evitare lo scontro diretto - Il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha riconosciuto che gli Usa, come la Russia, stanno "cercando di evitare uno scontro diretto tra Mosca e la Nato». Tali assicurazioni, ha aggiunto Peskov, sono state date da Mosca, Bruxelles, e, «ciò che è più importante, da Washington», compreso il presidente Biden. Lo riferiscono le agenzie russe.

12.12 Nato, Stoltenberg: adesione Finlandia sarà fluida e rapida - Il segretario generale della Nato, il norvegese Jens Stoltenberg, ha promesso alla Finlandia una procedura di adesione veloce e senza intoppi. «E' una decisione sovrana della Finlandia», ha dichiarato Stoltenberg in una nota, «se la Finlandia decidesse di candidarsi, sarebbe accolta calorosamente nella Nato e il processo di adesione sarebbe fluido e rapido».

11.52 La risposta della Russia all’entrata della Finlandia nella Nato «dipenderà dalla vicinanza delle infrastrutture dell’Alleanza ai confini» russi - Lo ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, citato dalla Tass. Mosca, ha comunque aggiunto Peskov, «adotterà le necessarie misure per garantire la propria sicurezza».

11.20 Danimarca-Estonia favorevoli a ingresso Finlandia nella Nato - La Danimarca e l’Estonia, entrambi membri della Nato, accoglierebbero favorevolmente l’adesione della Finlandia all’Alleanza: lo hanno affermato in messaggi via Twitter le premier danese ed estone, Mette Frederiksen e Kaja Kallas. Lo riporta la Cnn.

11.05 Kiev, attacco a capitale dipende dagli sviluppi nell'Est - «Attualmente i militari ucraini non vedono alcuna prospettiva per un attacco a Kiev da parte della Bielorussia o della Russia. La possibilità di un attacco futuro alla capitale dipende esclusivamente dallo sviluppo degli eventi nell’Ucraina orientale». Lo ha detto il consigliere del ministro degli Affari interni dell’Ucraina Vadym Denysenko citato da Unian.

11.02 La portata delle uccisioni illegali in Ucraina da parte delle forze russe è "scioccante" - Lo ha detto oggi l’Alto Commissario dell’Onu per i Diritti umani, Michelle Bachelet, secondo quanto riporta il Guardian. Bachelet ha ricordato che nelle ultime settimane sono stati recuperati mille corpi nell’area della capitale Kiev, aggiungendo che molte delle violazioni che sta verificando dall’invasione russa potrebbero equivalere a crimini di guerra. «La portata delle uccisioni illegali, compresi gli indizi di esecuzioni sommarie nelle aree a nord di Kiev, è scioccante», ha affermato Bachelet al Consiglio per i diritti umani.

10.47 Mosca, sale rischio scontro Russia-Nato e guerra nucleare - «Riempire l’Ucraina di armi dei Paesi Nato, addestrare le sue truppe all’uso di equipaggiamenti occidentali, schierare mercenari e tenere esercitazioni ai confini aumenta la probabilità di un conflitto aperto e diretto tra Russia e Nato». Lo ha detto il vice presidente del Consiglio di sicurezza russo Dmitry Medvedev, secondo quanto riportano Tass e Interfax, aggiungendo che «un simile conflitto ha sempre il rischio di trasformarsi in una guerra nucleare totale. Sarebbe uno scenario disastroso per tutti».

10.31 Finlandia, Russia pronta a operazioni ad alto rischio - «Il comportamento imprevedibile della Russia è un problema enorme. La Russia è pronta a eseguire delle operazioni che sono ad alto rischio e che porteranno anche da noi un elevato numero di vittime». Lo afferma il ministro degli Esteri finlandese, Pekka Haavisto, in audizione alla commissione Esteri del Parlamento europeo, lamentando anche la possibilità da parte del Cremlino di «dispiegare forze e portare alle frontiere 100mila soldati».

10.31 Verso domanda di adesione Svezia alla Nato lunedì - Il governo svedese ha convocato una riunione straordinaria per lunedì prossimo per prendere una decisione formale sulla domanda di adesione alla Nato. Immediatamente dopo l’incontro, a meno di imprevisti, verrà presentata la domanda. Lo scrive il quotidiano svedese Expressen, che cita fonti anonime.

10.11 Missile da crociera russo su Zaporizhzhia - «Questa mattina le truppe russe hanno lanciato un missile da crociera sulla città di Zaporizhzhia», nel sud dell’Ucraina. Lo riferisce l’amministrazione militare regionale su Telegram, precisando che «secondo le prime informazioni, un edificio privato è in fiamme». Non è specificato, aggiungono i media ucraini, se il missile abbia colpito la città o sia stato stato abbattuto dalla difesa aerea.

9.40 Mariupol, russi bloccano uscite da sotterranei Azovstal - Le truppe russe stanno bloccando le uscite dai passaggi sotterranei dell’impianto Azovstal di Mariupol. Lo afferma il consigliere del sindaco di Mariupol Petro Andriushchenko su Telegram, citato da Ukrinform. "L'obiettivo principale dell’esercito russo è bloccare le uscite dai passaggi sotterranei, che sono stati indicati al nemico da un traditore. Tuttavia, i difensori di Mariupol stanno facendo tentativi di contrattacco, rischiando tutto. Non ci sono parole per descrivere l’eroismo dei difensori di Mariupol», ha scritto Andriushchenko.

9.36 Finlandia, il ministro degli Esteri: "Nostra adesione rafforzerebbe Nato" - «La nostra adesione rafforzerebbe la stabilità della regione del Mar Baltico, del Nord dell’Europa e rafforzerebbe anche la Nato se la Finlandia diventasse un futuro alleato. La Finlandia ha credenziali solide, democratiche che rispettano i criteri di adesione della Nato e ha una forte e credibile difesa nazionale interoperabile con quella della Nato». Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri finlandese, Pekka Haavisto, in audizione alla commissione Affari Esteri del Parlamento europeo. «Siamo convinti che la Finlandia porterà un valore aggiunto alla Nato. Abbiamo 280 mila soldati operativi, abbiamo una riserva di 900 mila soldati. Abbiamo una flotta che siamo pronti a sostituire con sei F35 ordinati di recente», ha aggiunto.

9.29 Russia: esplosione in base militare nell'est, 1 morto e 7 feriti - Un morto e sette feriti è il bilancio di un’esplosione avvenuta in una base militare russa nell’Estremo oriente mentre venivano scaricate delle munizioni. Lo riferisce la Tass citando una fonte dei servizi di soccorso. L’esplosione è avvenuta nella località di Teysin, situata nel distretto di Amur della regione di Khabarovsk. Ne è seguito un incendio di vaste proporzioni.

9.28 Nato: Helsinki per adesione senza indugio, decisione domenica - Il presidente e la premier della Finlandia, Sauli Niinisto e Sanna Marin, in una nota congiunta si sono espressi a favore di una adesione «senza indugio» alla Nato del Paese Nordico. La decisione di Helsinki, aggiunge la nota, verrà comunicata domenica, in seguito al previsto dibattito parlamentare. «Essere membro della Nato rafforzerebbe la sicurezza della Finlandia. In quanto membro della Nato, la Finlandia rafforzerebbe l’alleanza nel suo insieme», affermano Niinisto e Marin, «la Finlandia deve presentare domanda per l’adesione alla Nato senza indugio».

9.05 Sindaco Kiev, per chi torna non possiamo garantire sicurezza - «Purtroppo oggi non possiamo garantire la sicurezza di ogni residente. Ogni angolo dell’Ucraina, ogni città e paese, è minacciato mentre la Russia continua la sua barbara guerra contro il nostro Paese». Lo afferma il sindaco di Kiev, Vitaly Klitschko, in un post su Telegram con una sua intervista alla Cnn in cui gli viene chiesto se gli abitanti di Kiev che che hanno lasciato la città possono già tornare a casa.

9.01 Si sposa nell'Azovstal, muore in assalto russo dopo 3 giorni - Valeria Karpilenko chiamata Nava, e Andriy detto 'Barba', entrambi combattenti ucraini, si sono sposati nei sotterranei dell’acciaieria Azovstal di Mariupol il 5 maggio, mentre l’esercito russo bombardava senza sosta l'impianto. Dopo tre giorni Andriy è rimasto ucciso durante un assalto dei soldati di Mosca. Ora Valeria ha raccontato su Instagram la sua storia d’amore nell’inferno dell’acciaieria accerchiata da settimane. La vicenda è stata riportata dall’agenzia Unian.

8.59 Ue-Giappone, Mosca fermi guerra; pronte più sanzioni - L’Ue e il Giappone «chiedono che la Russia fermi immediatamente la sua aggressione militare nel territorio dell’Ucraina, ritiri immediatamente e incondizionatamente tutte le forze e l’equipaggiamento militare dall’intero territorio dell’Ucraina e rispetti pienamente l’integrità territoriale, la sovranità e l’indipendenza dell’Ucraina all’interno dei suoi confini internazionalmente riconosciuti». E’ quanto si legge nella dichiarazione congiunta al termine del summit Ue-Giappone che si è tenuto a Tokyo e a cui hanno partecipato il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, e il premier giapponese Fumio Kishida.

8.34 Kiev, bombe a grappolo e al fosforo su Dnipropetrovsk - Le truppe russe hanno bombardato per tutta la notte il distretto di Kryvyi Rih nella regione di Dnipropetrovsk, nel sudest dell’Ucraina, usando anche munizioni vietate al fosforo e a grappolo. Lo riferisce su Telegram il capo dell’amministrazione militare di Kryvyi Rih, Oleksandr Vilkul, riporta Ukrinform.

8.28 Gas: balzo +9% con rallentamento flussi Ucraina, è a 102,5 euro - I prezzi del gas naturale europeo sono in aumento a causa delle preoccupazioni per le forniture dalla Russia in transito in Ucraina. Il contratto di riferimento, scambiato a Amsterdam, fa un balzo del 9% a 102,50 euro.

7.58 Kiev, attacchi su regione Chernihiv, ci sono morti - Nella notte un aereo russo ha colpito Novgorod-Siversky nella regione di Chernihiv, nel nord est dell’Ucraina. Lo ha annunciato il capo dell’amministrazione militare regionale di Chernihiv Vyacheslav Chaus su Telegram, secondo quanto riferisce Ukrinform. «Nella notte sulla città di Novgorod-Siversky, i russi hanno sferrato diversi attacchi aerei su infrastrutture critiche», tra cui scuole, ha detto Chaus precisando che ci sono morti e feriti. Sono stati inoltre danneggiati edifici amministrativi ed abitazioni.

7.54 Gb, ritiro russo da Kharkiv è ammissione limiti - Il ritiro delle forze russe dalla regione di Kharkiv è una tacita ammissione dell’incapacità della Russia di conquistare città chiave dell’Ucraina dove si aspettavano una resistenza limitata da parte della popolazione. Lo si legge nell’ultimo bollettino dell’intelligence militare britannica.

7.41 Continuano contrattacchi a Nord Kharkiv - Le forze ucraine stanno continuando a contrattaccare a Nord di Kharkiv, riconquistando diverse città e villaggi in prossimità del confine russo. E’ quanto si legge nell’ultimo bollettino dell’intelligence militare britannica. «La priorità data dalla Russia alle operazioni in Donbass ha lasciato gli elementi dispiegati nell’Oblast di Kharkiv vulnerabili alle forze di contrattacco ucraine, mobili e altamente motivate», si legge ancora nell’aggiornamento.

7.26 Kiev, bombe su regione Dnipropetrovsk - Un bombardamento russo sulla regione di Dnipropetrovsk, nel sud dell’Ucraina, ha provocato un morto e un ferito. Lo fa sapere il governatore dell’oblast Valentyn Reznichenko su Telegram, secondo quanto riporta il Kyiv Independet. Nella prima mattinata di oggi le forze russe hanno aperto il fuoco contro la cittadina di Zelenodolsk, ha spiegato il governatore. Nell’attacco è stata distrutto un impianto dell’infrastruttura energetica.

7.12 L’esercito ucraino ha fatto saltare con esplosivi due ponti sul fiume Siversky Donets per frenare l’avanzata delle forze russe nel Lugansk - Lo riferisce il ministero della Difesa, che ha pubblicato alcune immagini satellitari che mostrano la distruzione dei ponti, nei pressi del villaggio di Bilohorivka.

6.37 Kiev resiste al sud, intercettato missile su Odessa - Le forze armate ucraine hanno eliminato ieri 23 soldati russi, due carri armati e un deposito di munizioni in direzione sud. Lo fa sapere il comando operativo Sud con un post su Facebook ripreso da Ukrinform. «Nelle regioni di Mykolayiv e Kherson, il nemico continua a condurre operazioni militari sulla frontiera catturata. Le nostre unità non consentono agli invasori di attaccare o avanzare. Invece, l’uso efficace di armi missilistiche e di artiglieria ha eliminato 23 soldati russi, distrutto due carri armati nemici, due veicoli da combattimento della fanteria e un deposito di munizioni nella regione di Kherson». «Il nemico ha lanciato nuovamente un attacco missilistico sulla regione di Odessa - aggiunge la nota -, ma la risposta rapida e mirata delle unità di difesa aerea ucraine ha neutralizzato il missile. La flotta russa - ricorda Ukrinform - dispone di almeno una cinquantina di di missili sempre pronti ad essere lanciati dalle navi.

6.18 Primo processo per crimini di guerra contro 21enne - L’Ucraina condurrà il primo processo per crimini di guerra legato all’invasione russa, contro un soldato di 21 anni accusato di aver ucciso a colpi di arma da fuoco un civile disarmato.

6.03 Von der Leyen, Russia è 'minaccia all'ordine mondiale' - Nell’incontro tra i leader dell’Unione europea e il premier nipponico si è discusso anche della 'visione comune' per una regione Indo-Pacifico 'prospera e liberà. Alle parole della von der Leyen hanno fatto eco quelle di Kishida: «L'invasione della Russia in Ucraina mina le fondamenta dell’ordine mondiale», alludendo alla necessità di una maggiore cooperazione a livello globale tra i due Paesi, anche in funzione della maggiore assertività della Cina nella regione. Durante i colloqui tra Ue e Giappone si discuterà di commercio internazionale, con la richiesta di Tokyo di rimuovere le restrizioni europee sull'export di alcuni prodotti alimentari provenienti da Fukushima, dopo il disastro nucleare del 2011.

3.38 Da Usa intelligence calibrata, evitare tensione con Mosca - Gli Stati Uniti stanno fornendo all’Ucraina armi e artiglieria. Ma anche molte informazioni di intelligence che rischiano di far irritare o provare Mosca. Proprio per evitare un’escalation della tensione fra le due potenze nucleari, riporta il Washington Post, l’intelligence fornita deve rispettare due divieti. Il primo è non fornire informazioni dettagliate che aiuterebbero Kiev a uccidere figure russe di leadership, quali ad esempio il capo di stato maggiore Valery Gerasimov o il ministro della Difesa Sergei Shoigu. Il secondo è il divieto di fornire informazioni di intelligence che potrebbero aiutare l’Ucraina ad attaccare target russi fuori dai suoi confini.

3.04 Draghi: un «piano Marshall» per l'Ucraina - Al termine della due giorni negli Stati Uniti Mario Draghi sceglie il palco dell’Atlantic Council, che gli consegna il premio per la «leadership», per lanciare la proposta di un piano per la ricostruzione dei territori oggi ancora teatro "dell’invasione russa dell’Ucraina». Bisogna fare «di tutto per la pace» ribadisce il premier dal palco dell’Anthem Theatre di Washington, assicurando che l’Italia è pronta a fare la sua parte.

2.41 "Questa è l’ora dell’Europa e dobbiamo coglierla" - Lo ha detto il premier italiano Mario Draghi ricevendo il premio dell’Atlantic Council a Washington. "Le scelte che la Ue ha di fronte - ha spiegato - sono brutalmente semplici. Possiamo essere artefici del nostro destino o schiavi delle decisioni altrui. Quello che mi rende ottimista è che non siamo soli. In un momento di profondo cambiamento, alcune cose restano uguali: la stretta relazione tra la Ue e gli Usa, il legame senza tempo che rafforza entrambi".

2.27 L’esercito russo ha lanciato 18 missili contro Komyshuvakha, nella regione di Zaporizhzhia, secondo quanto riporta il Kyiv Independent - Il governatore dell’Oblast di Zaporizhzhia, Oleksandr Starukh, ha scritto su Telegram che i missili sono stati lanciati contro aree residenziali della città. Yuri Karapetyan, sindaco di Komyshuvakha, ha detto che una persona è stata uccisa, tre sono rimaste ferite e circa 60 case sono state danneggiate.

2.22 Chiesto aiuto a Elon Musk per evacuazione Azovstal - Il comandante dei marines ucraini che difendono Mariupol, Serhiy Volyna, si è rivolto su Twitter a Elon Musk per chiedere aiuto per l’evacuazione dall’acciaieria Azovstal.

2.16 Zelensky a Atlantic Council, c'e' chi e' morto difendendo Ucraina e Ue - «Siamo un popolo di grandi difensori» che difendendo l’Ucraina, «difendono anche l’Europa»: lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky nel suo messaggio videoregistrato alla serata dell’Atlantic Council, che vede tra i premiati il capo del governo italiano Mario Draghi. «Dietro il coraggio e la saggezza del nostro popolo ci sono migliaia di storie vere», ha sottolineato nella sua tradizionale t-shirt verde militare parlando in ucraino (sottotitolato). E in nome di queste, ha aggiunto, «ringraziamo per il sostegno e welcome to Ukraine».

2.04 Mosca, malati di mente usati come cavie vicino a Kharkov - Un comitato investigativo russo esaminerà i rapporti del ministero della Difesa sui presunti esperimenti su cavie umane nei laboratori biologici ucraini con la partecipazione di rappresentanti degli Stati Uniti. Lo ha riferito ai giornalisti il comitato investigativo, secondo la Tass.

1.57 Russia: banca centrale, economia ad alto rischio - La Banca centrale russa è tornata a esaminare lo scenario economico nazionale, che appare sempre più incerto in rapporto ai «fattori geopolitici», cioè la guerra in Ucraina e le sue conseguenze globali.

© Riproduzione riservata

TAG:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook