Giovedì, 11 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Foto Mondo Zelensky all'Onu, espellere la Russia dal Consiglio di Sicurezza. "A Bucha scene terrificanti"

Zelensky all'Onu, espellere la Russia dal Consiglio di Sicurezza. "A Bucha scene terrificanti"

In collegamento video con il Consiglio di Sicurezza dell’Onu, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha ribadito che la Russia dovrebbe essere espulsa dal Consiglio di Sicurezza e che un tribunale dovrebbe essere creato per giudicare le sue «azioni terroristiche quotidiane». Zelensky ha poi chiesto ai 15 membri del Consiglio di Sicurezza di osservare un minuto di silenzio «per rendere omaggio a tutti gli ucraini che sono stati uccisi in questa guerra, tutti gli adulti, tutti i bambini, decine di migliaia di persone». Un po' sopresi, i membri del Consiglio si sono alzati, come Zelensky, e hanno osservato un minuto di silenzio. Il capo dello Stato ucraino ha definito la Russia uno «Stato terroristico» che occorre «punire».

Aggiornamenti

Zelensky, a Bucha sembra un film di guerra terrificante

In un’intervista al network Usa Nbc, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha paragonato le scene che si osservano oggi a Bucha ad un film di guerra e che infondono sensazioni terrificanti. «E' come un film, un film violento sugli effetti della guerra. - ha detto - Ma poi ci si rende conto che non è un film, che è la realtà, e che la realtà è più terrificante». Quindi ha continuato: «C'è meno sangue che nei film di Tarantino, e meno sparatorie che in quelli di Spielberg. C'era silenzio, tutto era distrutto, persone morte, equipaggiamento militare distrutto. C'era questo senso di morte».

Se Putin fosse stato donna non avrebbe attaccato l’Ucraina

Ne è convinto il primo ministro britannico Boris Johnson che, in un’intervista alla Tv tedesca Zdf citata dalla Press Association, ha descritto la guerra in Ucraina come un «perfetto esempio di mascolinità tossica». Johnson ha inoltre sottolineato che, anche se i leader del G7 vogliono «disperatamente» la fine della guerra in Ucraina, al momento «non vi è un accordo» che lo renda possibile. Quindi, parlando dopo il summit in Germania, il leader Tory ha affermato: «Se Putin fosse stato una donna, cosa che ovviamente non è, ma se lo fosse, non credo davvero che si sarebbe imbarcato in una folle guerra machista di invasione e violenza come ha fatto». Quindi ha sottolineato che «c'è bisogno di più donne in posizioni dim potere».

Kiev, sono tre i morti in attacco a palazzo di Mykolaiv

Sono tre i morti e cinque i feriti nell’attacco sferrato questa mattina contro un condominio nella città di Mykolaiv nel sud dell’Ucraina, stando ad un aggiornamento su Telegram del governatore locale Vitaliy Kim, riferisce Ukrinform.

Sanzioni Usa a 5 aziende cinesi, ira di Pechino

Gli Usa hanno imposto sanzioni a cinque aziende cinesi, accusate di sostegno all’esercito russo. Lo riferisce il Global Times, aggiungendo che la misura ha causato una dura reazione del governo cinese. «La Cina ha svolto un ruolo costruttivo nella promozione dei colloqui di pace e non ha fornito assistenza militare a nessuna delle parti in conflitto», ha replicato l’ambasciata cinese a Washington.

 

© Riproduzione riservata

TAG:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook