Lunedì, 06 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Foto Mondo Harry attacca ancora: "Camilla ha camminato sui cadaveri pur di diventare regina"

Harry attacca ancora: "Camilla ha camminato sui cadaveri pur di diventare regina"

Camilla Parker Bowles, la storica amante di Carlo III, ha «lastricato la strada di cavaderi» pur di diventare regina e ripulire la sua immagine di «cattiva». E’ l’ultimo strale lanciato dal principe Harry e potrebbe essere quello che affosserà definitivamente il suo auspicio (almeno a parole) di ricucire i rapporti con il padre.
Harry ha anche accusato la matrigna, ora regina consorte, di aver fatto trapelare alla stampa molte fughe di notizie sulla famiglia, una famiglia -dice- in cui c'è qualcuno disposto ad andare «a letto con il nemico», la stampa appunto.
Il duca di Sussex ne ha parlato in un’intervista per la CBS trasmessa negli Stati Uniti domenica sera e concessa a una star del giornalismo statunitense, Anderson Cooper. Secondo il principe, Camilla è diventata un pericolo perchè era stata scelta come «la cattiva» dalla stampa, per il ruolo svolto nella fine del matrimonio dei suoi genitori, e doveva riabilitare la sua immagine grazie «alle connessioni che creava» con i giornalisti. «E con una famiglia costruita sulla gerarchia, con lei sul punto di diventare regina consorte, ci sarebbero state persone o cadaveri lasciati in strada a causa di tutto ciò».

L’intervista alla Cbs contiene anche un riferimento a "Spare", l’esplosivo libro di memorie che ufficialmente esce domani: secondo gli stralci già trapelati, il duca sostiene di essere stato «sacrificato» sul «personale altare delle pubbliche relazioni» di Camilla. E poi spiega a Cooper: «Se sei portato a credere, come membro della famiglia, che essere in prima pagina, avere titoli positivi, storie positive scritte su di te, migliorerà la tua reputazione o aumenterà le possibilità che tu venga accettato come monarca dal pubblico britannico, allora è quello che farai».
Camilla ha sposato l’allora principe Carlo nel 2005, otto anni dopo la morte della sua prima moglie, Diana, principessa del Galles. Con alti e bassi, la loro storia d’amore andava avanti da decenni, tanto che Diana, in una clamorosa intervista, parlò di lei come «il terzo» intruso nel suo matrimonio.

Nell’intervista e negli estratti dal suo libro di memorie, il duca di Sussex parla della stampa britannica come di un «antagonista» che vuole «sobillare più conflitto possibile». «La parte più triste è che alcuni membri della mia famiglia e le persone che lavorano per loro sono complici di quel conflitto». Il principe ha toccato il delicatissimo anche in una diversa intervista, quella a Tom Bradby per la britannica Itv, andata in onda sempre domenica sera. «Dopo molti, molti anni di bugie raccontate su di me e sulla mia famiglia, arriva un punto in cui, tornando al rapporto tra alcuni membri della famiglia e la stampa scandalistica, quei certi membri hanno deciso di andare a letto con il diavolo, giusto? Per riabilitare la loro immagine». E ancora: «Se hai bisogno di farlo, o vuoi farlo, scegli di farlo. Beh, questa è una scelta. Dipende da te. Ma nel momento in cui quella riabilitazione arriva a scapito di altri, me, altri membri della mia famiglia, allora è lì che traccio la linea».

"William ce l'aveva con Meghan, io l'ho difesa"

«William aveva dei problemi con mia moglie che non erano basati sulla realtà». Lo ha detto il principe Harry in un’intervista al programma '60 minutes' andata in onda sul canale americano Cbs raccontando della lite che ha avuto con suo fratello, riportata nel libro di memorie 'Spare, la riservà, ed emersa qualche giorno fa. «Io stavo difendendo mia moglie e lui la stava attaccando anche se lei non era presente. Ci siamo spostati da una stanza alla cucina. Lui ha cominciato a urlare, io anche ho urlato. Non è stato un bel momento. Alla fine lui ha perso la pazienza e mi ha buttato a terra», ha raccontato il secondogenito di Diana e re Carlo ribadendo che poi William gli ha chiesto scusa

Kate compie 41 anni

Compleanno nell’intimità della famiglia, oggi, per Kate Middleton, moglie dell’erede al trono britannico William e futura regina consorte, che gira la boa dei 41 anni un pò prima del marito (più giovane di sei mesi) nel pieno della bufera scatenata sulla famiglia reale dall’autobiografia del principe ribelle Harry: intitolata "Spare" e in uscita domani in tutto il mondo, ma già visionata in versione integrale da diversi media e anticipata da alcuni giorni nelle sue rivelazioni più esplosive.

Bersaglio di alcune delle recriminazioni più scabrose avanzate nel libro dal fratello minore di William, soprattutto in relazione alle ombre del rapporto fra cognate con Meghan, Kate - che ormai nei comunicati di palazzo viene indicata rispettosamente con il nome formale di Catherine - celebra come di consueto il compleanno in forma privata: con il marito e i tre figli, George (secondo in linea di successione alla corona), Charlotte e Louis. La ricorrenza è tuttavia salutata pubblicamente dalla stampa isolana - schierata in larga misura al suo fianco e al fianco dei vertici della Royal Family nel conflitto apertosi con i duchi di Sussex - da ritratti e immagini sorridenti della festeggiata, a sottolineare lo stile che le viene riconosciuto. Mentre fra gli auguri spicca quello diffuso via social media da re Carlo III, suo suocero, e dalla regina consorte Camilla: «Auguriamo oggi alla Principessa di Galles un compleanno molto felice!», vi si legge, accanto all’emoji d’una torta con le candeline. Il messaggio è accompagnato da una bella foto di Kate, mentre si inginocchia per ricevere da una bambina un mazzo di fiori: foto scattata il 22 settembre durante la prima visita con William in terra gallese, dopo la morte della 96enne regina Elisabetta e la loro ascesa al rango di principe e principessa di Galles, come a evidenziarne il ruolo in casa Windsor di futura sovrana.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook