Lunedì, 06 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Foto Mondo Kiev, almeno 29 i morti in bombardamento su Dnipro. Lo shock dei sopravvissuti

Kiev, almeno 29 i morti in bombardamento su Dnipro. Lo shock dei sopravvissuti

E’ salito a 29 morti, il bilancio dell’attacco russo sul condominio a Dnipro, in Ucraina. Lo ha riferito il capo dell’amministrazione statale regionale di Dnepropetrovsk Valentin Reznichenko su Telegram. «Il razzo nemico ha ucciso 29 persone. 73 feriti, 30 dei quali in ospedale, 12 gravemente», ha scritto il funzionario nel suo ultimo aggiornamento. «L'operazione di ricerca a Dnipro va avanti da più di un giorno. Più di 550 soccorritori, poliziotti, medici, lavoratori dei servizi pubblici e volontari lavorano senza sosta. I vigili del fuoco hanno finalmente spento l'incendio divampato dall’impatto», ha riferito. «Nel pomeriggio, una donna di 27 anni è stata estratta dalle rovine. È in terapia intensiva con grave ipotermia. I medici stanno lottando per la sua vita. In totale, 39 residenti dell’edificio sono stati salvati dalle macerie. Il destino di più di 40 è sconosciuto», ha aggiunto.

Ragazzina raccoglie detriti Dnipro. Kiev, 'i nostri bambini oggi'

«I bambini in Ucraina oggi». Con questa descrizione, il ministero della Difesa ucraino ha condiviso su Twitter un filmato che mostra una ragazzina che ripulisce i detriti vicino al condominio che è stato colpito ieri da un missile russo a Dnipro. Con cappotto e cappello grigio, la ragazza raccoglie, aiutandosi con quella che sembra essere una lastra di metallo, piccoli detriti dell’edificio sventrato ieri dal bombardamento sulla città.

Shock dei sopravvissuti: 'non ci sono basi militari qui'

«Non c'è difesa aerea, non ci sono basi militari qui. Hanno colpito solo civili, persone innocenti». Ivan Garnuk è sotto shock, per il fatto che i russi avrebbero colpito un edificio residenziale senza valore strategico. Era nel suo appartamento quando l’edificio è stato colpito e si è detto fortunato ad essere sopravvissuto. "Non ci sono strutture militari qui. Non c'è niente qui», ha detto, secondo quanto riportato dall’Associated Press sul proprio sito web. I residenti della città si sono uniti ai soccorritori sul posto per aiutare a rimuovere le macerie. Altri hanno portato cibo e vestiti pesanti per coloro che hanno perso la casa. "Questo è chiaramente terrorismo e tutto questo semplicemente non è umano», ha detto un residente locale, Artem Myzychenko, mentre ripuliva le macerie.

Sindaco, a Dnipro possibilità minime di trovare altri superstiti

Il sindaco di Dnipro, Borys Filatov, ha detto che ci sono possibilità «minime» di trovare altri sopravvissuti all’attacco missilistico russo contro un condominio nella città dell’Ucraina orientale. Lo riporta la Bbc. L’attacco ha provocato almeno 25 morti, mentre altri 43 sono dispersi, ha riferito il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Filatov ha affermato di ritenere che il numero di vittime «sarà nell’ordine delle dozzine», aggiungendo che circa 70 persone hanno avuto bisogno di cure mediche e di queste 10 erano «in condizioni difficili».

La replica di Mosca, attacco missilistico ha raggiunto i suoi obiettivi

«Il 14 gennaio 2023 è stato effettuato un attacco missilistico sul sistema di comando e controllo militare dell’Ucraina e sulle relative strutture energetiche. Tutte le strutture designate sono state colpite. Lo scopo dell’attacco è stato raggiunto». Lo ha dichiarato il ministero della Difesa russo, citati da Ria Novosti, all’indomani dell’attacco missilistico lanciato ieri su tutta l'Ucraina. Oltre alle infrastrutture critiche e le reti elettriche, nei raid è stato colpito un condominio a Dnipro.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook