Domenica, 17 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo

Disabilità e sport, il progetto di inclusione all'istituto Telesio di Reggio Calabria

di

“Non esiste caduta dalla quale non ci si possa rialzare!”. È questo uno dei motti dei magnifici atleti dell’Asd “R.c. Basket in Carrozzina – Farmacia Pellicanò”, per un giorno ospiti dell’istituto comprensivo Telesio Montalbetti. L’obiettivo principale dell’associazione, fondata il 29 febbraio 2016 è quello dell’inclusione ed integrazione sociale di ragazzi con diverse abilità, atleti e non, uomini e donne provenienti da tutte le parti del mondo e di tutte le età, ai fini dell’abbattimento delle barriere mentali, del superamento delle discriminazioni di sesso, razza o diversa abilità.

Nella scuola diretta dalla prof.ssa Marisa Maisano i cestisti della Bic hanno portato tutta la grinta con la quale scendono ogni volta in campo per conquistare punti in classifica e per difendere il diritto alla pratica dello sport.
La visita all’istituto del rione Modena si inserisce nel progetto di inclusione scolastica “Reggio Calabria Bic” iniziato l’anno scorso che prevede momenti di confronto e condivisione fra l’associazione sportiva e rappresentanze dell’istituto.

«La nostra scuola e la BIC – spiega la dirigente – vogliono, insieme, lanciare un messaggio di vita e di speranza, sottolineando quanto sia importante non arrendersi mai perché vivere è bello e solo continuando a farlo si tira fuori il meglio di sé stessi, soprattutto quando si viene colpiti da eventi difficili e traumatici che crediamo impossibile superare». Un approccio positivo e costruttivo fatto proprio da tutti gli atleti paralimpici che fanno riferimento alla Cip il cui presidente regionale Antonello Scagliola ha sostenuto con forza il progetto di collaborazione fra le due realtà.

Le disabilità da superare vengono vissute come sfide da affrontare e non come qualcosa per cui provare semplicemente disagio e con questo approccio gli atleti suggestivamente definiti “messaggeri diretti di vita” assumono una funzione didattica e formativa senza eguali perché insegnano con l’esempio personale a tirar fuori le energie sopite per affrontare le difficoltà piccole e grandi che ogni giorno si presentano.

Il gruppo sportivo guidato da Stefano De Felice coadiuvato dalla rappresentante Fipic Calabria Amelia Eva Cugliandro ha incontrato gli alunni della scuola secondaria e le classi quinte della primaria in un contesto di reciproco arricchimento, sorrisi e basket in carrozzina. L’incontro, agevolato dai docenti di scienze motorie Daniela Manganaro, Daniela Ardino e Vittoria De Blasio, si è concluso con la promessa degli alunni di presenziare alle prossime partite casalinghe. I piccoli supporter della Telesio potranno ricambiare con il loro sostegno e il loro calore la grande lezione di umanità palpitante ricevuta dagli atleti in carrozzina.

Il team è composto dal coach Antonio Cugliandro e dai giocatori Dimitrijs Rukavisnikovs; Valerio Quaranta; Alessandro La Terra; Ilaria D’Anna; Daniele Pappalardo; Michele Fabris; Joachim Gustavsson; Daniele Magrì; Stefano Rossetti; Selin Sahin; Andrea Pellegrini; Gatis Veinbergs; Demetrio Megalizzi.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook