Domenica, 17 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo

Educazione stradale e legalità, l'inaugurazione del progetto messinese all'istituto “Gaetano Martino”

di

Sono già un punto di riferimento per tutta la comunità scolastica cittadina, gli alunni dell’istituto comprensivo “Tremestieri” di Messina che, con lo slogan “Io non ci casco”, hanno fatto da apripista all’annuale progetto di “Educazione stradale e legalità” promosso dal Corpo di Polizia municipale del Comune di Messina. 35 scuole dell’infanzia, 52 scuole primarie, 23 scuole secondarie di I grado e 3 scuole secondarie, per un totale di 15.800 studenti: sono questi i numeri del percorso che, giunto alla 25ma edizione e strutturato secondo le direttive ministeriali, si propone di avviare assieme ai docenti un percorso educativo basato sulla conoscenza dei principi della sicurezza stradale e delle regole di comportamento degli utenti, con particolare attenzione all’uso delle biciclette, alla definizione delle strade, all’illustrazione della segnaletica e alle norme generali per la condotta dei veicoli.

Con gli studenti delle scuole medie, inoltre, si affronteranno alcune tematiche specifiche riguardanti il rispetto dell’ambiente e del bene pubblico, l’uso di stupefacenti e alcool e l’uso del web. All’inaugurazione, che si è tenuta nell’auditorium della scuola “Gaetano Martino” alla presenza del primo cittadino Cateno De Luca e dell’assessore Dafne Musolino, sono intervenuti il personale della Sezione ricerche, studi, formazione e statistica della Polizia municipale diretto dal commissario Angelo Zullo, l’ingegnere Domenico Signorelli neo dirigente del Corpo e l’ispettore capo Giuseppe Tomasello che, con i colleghi Antonino Muscarà, Rosalba Ragazzi, Rossella Oliva e Annamaria Toscano, e i docenti referenti Giuseppe Giacoppo e Rosetta Mangano, coordineranno gli incontri.

“Il progetto collega tutti i saperi al tema centrale della legalità, che è il fondamento della libertà”, ha dichiarato la dirigente scolastica Giuseppina Broccio. Il percorso si avvale infatti della collaborazione di tante istituzioni e associazioni cittadine: il Comune, la Biblioteca “Tommaso Cannizzaro”, la Sovrintendenza ai Beni Culturali, l’Ordine degli architetti, il corpo dei Vigili del fuoco e l’associazione della Polizia Municipale in congedo, il Centro regionale Helen Keller dell’Unione italiana ciechi, l’Asp provinciale, il Lions Club Messina Peloro, l’associazione “PE 93 Camera minorile” e l’Aci.  La cerimonia è stata impreziosita dall’esibizione dell’orchestra e del piccolo coro “Gaetano Martino” diretti rispettivamente dai docenti Giovanni La Fauci e Maria Intelisano.

© Riproduzione riservata

TAG:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook