Giovedì, 05 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

A scuola con Gazzetta del Sud, presentato a Messina il progetto "In classe con Noi Magazine" - Foto

di

Riscoprire con i giovani il piacere della lettura su carta, riaffermando il valore del quotidiano  quale veicolo contemporaneo di informazione e sviluppo, individuale e collettivo.

È stato presentato stamattina nell’auditorium della Gazzetta del Sud il progetto “Gazzetta del Sud in classe con Noi Magazine”, che ha riscosso un enorme successo tra gli istituti di ogni ordine e grado del territorio, grazie alla sua formula vincente incentrata sulla pubblicazione di contenuti prodotti dagli studenti e snodata tra la lettura del giornale in classe e le visite in redazione,  in collaborazione con l’Ufficio scolastico provinciale e il patrocinio dell’Ordine dei giornalisti di Sicilia.

Un percorso, per il quale ha espresso apprezzamento anche il sottosegretario alla presidenza con delega all'Editoria Andrea Martella,  che rende gli studenti protagonisti consapevoli e responsabili del loro tempo, attraverso una rafforzata attenzione all'attualità che li circonda e che essi sono stimolati a seguire e raccontare sulle pagine dell'inserto, in edicola ogni giovedì all'interno del quotidiano.

A presentare il progetto, il presidente della Società Editrice Sud Lino Morgante e il direttore responsabile della Gazzetta del Sud Alessandro Notarstefano, con l'intervento dell’assessore regionale all’Istruzione Roberto Lagalla e del presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia Giulio Francese.

Tra le novità di oggi, il lancio del nuovo progetto TAOBUK YANG, che completa il percorso di potenziamento dell'interesse alla lettura e sarà condotto assieme al festival letterario Taobuk, di cui SES è media partner. L'iniziativa che ha già riscosso un grande interesse  è stata presentata dalla presidente della kermesse letteraria, Antonella Ferrara e dal direttore esecutivo Alfio Bonaccorso che ne ha illustrato i dettagli.

Il progetto, attraverso un contest incentrato su tre autori che si concluderà con un evento speciale dedicato ai ragazzi durante la rassegna di giugno 2020 a Taormina, sarà condotto con gli istituti scolastici e sarà raccontato in una sezione speciale sulle pagine di Noi Magazine. L'inserto è coordinato dalla giornalista della Gazzetta del Sud Natalia La Rosa, che ha ringraziato per la straordinaria collaborazione tutti i dirigenti e i docenti con i loro studenti.

"Dopo 25 anni Noi Magazine ci da la possibilità di comprendere le esigenze dei giovani veicolandole attraverso i mezzi d’informazione - ha dichiarato il presidente Morgante che del supplemento fu l'ideatore - I giovani devono avere sempre presente il valore della parola scritta, un punto di riferimento concreto nella vita di tutti noi". "E' fondamentale favorire un rapporto corretto dei ragazzi con un impianto di scrittura che lasci loro tutta la ricchezza di cui è capace il pensare, in una prospettiva di piena presa di coscienza di ciò che si dice e di ciò che ne consegue",  ha detto il direttore Notarstefano insistendo sull'assunzione di responsabilità insita nella parola scritta su carta.

Formazione e informazione, un perfetto connubio direttamente collegato alla libertà di stampa, un meccanismo nel quale, come ha ribadito il presidente Francese, "i giovani devono essere protagonisti e voce del loro mondo. Leggere il giornale - ha aggiunto - aiuta a costruire una personale forma espressiva. Ed è importante anche comprendere i rischi e i sacrifici della professione giornalistica".

Nella disamina dell’impegno che la Regione sta affrontando, non solo per combattere la dispersione scolastica ma anche per la diffusione di un progetto culturale che investa l’intera comunità, l’assessore Lagalla ha rivolto il plauso del governo del presidente Nello Musumeci all'iniziativa avviata da SES sulle sue regioni di riferimento, la Sicilia (anche sul versante palermitano con il Giornale di Sicilia e il supplemento GDScuola, che sarà presentato venerdì a Palermo) e Calabria. Un vivace dibattito con gli studenti ha concluso l'evento, caratterizzato da una vasta e importante presenza di rappresentanti istituzionali promotori di iniziative in sinergia con le scuole.

Tra i presenti, il prefetto Maria Carmela Librizzi, il sindaco Cateno De Luca, il rettore Salvatore Cuzzocrea, il dirigente dell'Ufficio scolastico provinciale Filippo Ciancio,  esponenti delle forze dell'ordine (polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Marina Militare, Brigata Aosta, Polizia Municipale, vigili del fuoco) e i vertici di  istituzioni e enti quali il Museo regionale, il teatro Vittorio Emanuele, la Soprintendenza, l'Inps,  il Conservatorio Corelli, il Coni. Presente anche con nove atleti la squadra SSR Baskin, che riunisce studenti disabili e normodotati nel nome dello sport inclusivo.

Numerosissimi in auditorium i dirigenti scolastici, i docenti referenti e gli alunni degli istituti coinvolti nel progetto. Un ampio resoconto della manifestazione, con tutte le foto e in dettaglio gli interventi dei relatori e degli studenti che hanno preso parte al dibattito, domani giovedì su Noi Magazine, in un'edizione speciale di dodici pagine. La manifestazione è stata ripresa dalle telecamere di Rtp e andrà in onda integralmente nei prossimi giorni.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook