Sabato, 17 Aprile 2021
stampa
Dimensione testo

Noi Magazine

Home Foto Noi Magazine Noi Magazine, ragazzi e tutela dell'ambiente: Ingv e Arpacal dialogano con gli studenti

Noi Magazine, ragazzi e tutela dell'ambiente: Ingv e Arpacal dialogano con gli studenti

di

Sviluppo sostenibile, green economy, tutela del territorio, conservazione e valorizzazione dei beni ambientali: è questa la sfida alla quale sono chiamate le giovani generazioni, consapevoli della responsabilità che, partendo dalla scuola e dalla famiglia - principali agenzie educative - coinvolge in egual misura istituzioni, enti, professionisti del settore e anche il mondo dell’informazione, al quale è demandato il ruolo di favorire conoscenza e approfondimento dei fatti.

A fare appello alle loro sensibilità, consapevole che “da loro e dal mondo della scuola nascerà un futuro più green per tutti” è Giovanna Lucia Piangiamore, geofisica ricercatrice dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, ospite d’onore dell’evento web “I ragazzi e l’ambiente - Giovani protagonisti di condotte responsabili”, promosso dalla Società Editrice Sud con l’istituto comprensivo “Pascoli Crispi”, nell’ambito del progetto “Gazzetta del Sud in classe con Noi Magazine”, al quale gli studenti messinesi e quelli calabresi del liceo scientifico “Scorza” di Cosenza e dell’Istituto tecnico “Malafarina” di Soverato hanno rivolto interrogativi specifici.

Dai fenomeni sismici tipici dell’area dello Stretto alle eruzioni vulcaniche, dalle variazioni climatiche al dissesto idrogeologico legato a prolungate azioni di abusivismo edilizio, la ricercatrice catanese che lavora da oltre 20 anni nella sede Ingv di Porto Venere in Liguria, ha sottolineato l’importanza della conoscenza dei fenomeni naturali, indispensabile per una costante azione di monitoraggio e prevenzione. In questo, il ruolo cardine dell’istituzione scolastica che, in sinergia con i ricercatori, “ha il dovere di favorire lo sviluppo di una coscienza ambientale mediante progetti informativi e campagne di sensibilizzazione, veicolando atteggiamenti responsabili”.

Assieme alla Piangiamore è intervenuto il dott. Fabrizio Trapuzzano, funzionario dell’Ufficio Catasto Rifiuti del Centro Regionale Coordinamento Controlli Ambientali e Rischi della Direzione Scientifica dell’Arpa Calabria, che ha affrontato con le scolaresche un’altra questione emergente, l’abbandono dei rifiuti indifferenziati e speciali nei luoghi pubblici - il cosiddetto littering - che “oltre a innalzare il livello d’inquinamento atmosferico, contribuiscono al degrado delle aree maggiormente esposte ai flussi turistici”.

Un problema legato “all’incuria dei cittadini e alla scarsa conoscenza dei meccanismi di smaltimento”, ha detto Trapuzzano invitando i rappresentanti delle Circoscrizioni e gli altri enti locali a promuoverne la conoscenza, attraverso spazi di confronto. All'incontro è intervenuto anche il direttore scientifico di ArpaCal Michelangelo Iannone, sottolineando come il rapporto fra tutela ambientale e salute, sia stato per anni sottovalutato.

Il dibattito scientifico, dunque, deve diventare pubblico e per far questo è necessario che discipline come l’educazione ambientale e civica vengano inserite nei curricula scolastici, ha dichiarato l’ingegnere Francesco Cancellieri, presidente dell’Associazione per lo Sviluppo Sostenibile e Centro di Educazione Ambientale di Messina, che proprio di recente ha firmato un protocollo d’intesa con l’INGV.

Ad accogliere gli ospiti, dalla redazione della Gazzetta del Sud, il presidente e direttore editoriale della Ses Lino Morgante, il quale ha ribadito l’importanza di “dar voce ai giovani, protagonisti di un dibattito sempre più ampio con i vari esperti di settore, dai quali possono giungere importanti sollecitazioni”. Un obiettivo che la Ses continua a perseguire con profitto, attraverso il progetto di lettura del quotidiano, teso a rilanciare il valore di un’informazione critica e responsabile. Con lui la giornalista Natalia La Rosa, responsabile dell’inserto “Noi Magazine” che ogni settimana, attraverso i contributi delle scuole e degli Atenei siciliani e calabresi, accende i riflettori su tematiche importanti e attuali.

Una sinergia virtuosa quella tra la scuola e il mondo dell’informazione, come hanno sottolineato in apertura i dirigenti Angelina Benvegna della “Pascoli Crispi”, Aldo Trecroci dello “Scorza” e Agazio Domenico Servello del “Malafarina”, che con i loro studenti da tempo portano avanti percorsi formativi e didattici sul tema della ecosostenibilità.

Presenti anche i rappresentanti delle consulte studentesche calabresi (Arianna Branca di Reggio Calabria e Vincenzo Iemma di Palmi con la docente coordinatrice Franca Falduto) e siciliane (Francesco Paolo Tona presidente regionale), i quali hanno evidenziato la partecipazione dell’Organismo su questioni di interesse collettivo, come quelle legate alla tutela ambientale. All’incontro, moderato da Natalia La Rosa e trasmesso in diretta sul canale YouTube di Gazzetta del Sud, hanno partecipato la docente e giornalista Tania Toscano referente del progetto di lettura e i giornalisti delle redazioni calabresi di Noi Magazine Giovanna Bergantin e Stefania Marasco (Catanzaro - Crotone Lamezia Vibo), Eleonora Delfino (Reggio Calabria) e Domenico Marino (Cosenza).

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook