Sabato, 03 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Noi Magazine

Home Foto Noi Magazine “Gazzetta del Sud in classe con Noi Magazine”: aperte le iscrizioni alla quarta edizione

“Gazzetta del Sud in classe con Noi Magazine”: aperte le iscrizioni alla quarta edizione

Sono aperte le iscrizioni all’edizione 2022-2023, la quarta, del progetto “Gazzetta del Sud in classe con Noi Magazine” che continuerà ad accompagnare le scuole e le Università di Sicilia e Calabria alla scoperta dell’informazione di qualità grazie anche alla GDS Academy, il ciclo di incontri del giovedì che - in presenza e in collegamento dall'auditorium Ses di via Bonino a Messina - spalancherà una finestra sul mondo attraverso il dialogo con ospiti di primo piano, in diretta sul canale Youtube di Gazzetta del Sud. Si consolida quindi il percorso che ha visto il progetto evolversi, crescere con i suoi protagonisti e trasformare anche le difficoltà - specie quelle degli ultimi due anni vissuti intensamente assieme alla comunità scolastica - in esperienze di miglioramento. L'inserto riprenderà le pubblicazioni il prossimo 20 ottobre in tutte le edizioni.

L'inserto col "bollino azzurro" tra inclusione e responsabilità

Il progetto, patrocinato dall'Ordine dei Giornalisti di Sicilia e dall'Ufficio Scolastico di Messina, è legato a "Noi Magazine", l'inserto settimanale gratuito del quotidiano dedicato dal 1996 ai giovani e all'istruzione, ed è promosso da Società Editrice Sud con ampia partecipazione degli istituti siciliani e calabresi per incentivare - assecondandone la sensibilità - l'interesse dei giovani all'informazione di qualità, alla lettura critica e alla scrittura responsabile, proponendo in particolare il quotidiano come strumento di conoscenza "vicino", attuale e interessante.

Intensa l'azione di approfondimento condotta assieme alle comunità scolastiche con dirigenti, docenti, studentesse e studenti, sulle tematiche della legalità, della partecipazione, della cittadinanza consapevole, dell'inclusione, dell'accoglienza, delle politiche di genere, dell'educazione digitale, dell'internazionalizzazione, delle strategie ambientali. Specifica attenzione viene rivolta nell'attuazione del progetto alla tutela della privacy dei minori coinvolti, attraverso la predisposizione di una liberatoria firmata da entrambi i genitori e attraverso una costante attività di sensibilizzazione, specie verso i più giovani, sulla corretta veicolazione delle informazioni personali e sulle tante potenzialità, ma anche insidie, dei canali social e digitali.

Noi Magazine è quindi uno spazio "protetto" e sicuro, pensato per le giovani generazioni (nei contenuti, nella grafica e nell'impaginazione) e, come specifica la testatina con il suo "bollino azzurro", è ormai diventato un vero "compagno di classe" per la fascia cui si rivolge, costituendo comunque per tutto il pubblico del quotidiano un prodotto editoriale interessante e, anzi, una vera e propria finestra aperta sull'universo young.

Un prezioso canale di comunicazione

L'iniziativa si rivolge agli istituti scolastici pubblici e paritari di ogni ordine e grado e ruota intorno all'inserto gratuito Noi Magazine, voluto dal presidente e direttore editoriale di Ses Lino Morgante e pubblicato dal settembre 1996 ogni giovedì all'interno delle quattro edizioni del quotidiano (Messina-Sicilia; Reggio; Cosenza e Catanzaro-Crotone-Lamezia-Vibo).

Il progetto prevede un'interazione costante della redazione di Gazzetta del Sud con il corpo docente dei singoli istituti che, nei diversi ordini di istruzione, programma la lettura del quotidiano in classe e la produzione di lavori da parte di studentesse e studenti, poi pubblicati sull'inserto che ospita anche contributi di esperti e notizie d'interesse, come quelle provenienti dal Ministero o dall'assessorato regionale all'Istruzione o altre istituzioni.

Tra le rubriche settimanali, quella curata dal sociologo dell'Ateneo di Messina prof. Marco Centorrino su tematiche inerenti la comunicazione e le novità dell'era digitale; quella legata alle attività delle Consulte Studentesche della Calabria, con gli aggiornamenti sulle molteplici attività svolte quale organo istituzionale di rappresentanza, e i tanti spazi affidati alla fantasia dei diversi istituti, tra recensioni letterarie e prelibate ricette.

Costante è poi il report degli incontri promossi dalle forze dell'ordine con le comunità scolastiche, per veicolare i valori della legalità e della presenza istituzionale. L'inserto costituisce quindi per i giovani nelle diverse fasce d'età un prezioso canale di comunicazione, ospitando contenuti molteplici (dalle riflessioni dei più grandi, alle poesie o ai teneri disegnini dei più piccoli) e garantendo una stimolante occasione da inserire nel percorso di maturazione personale, oltre ad offrire alle scuole, componente viva e vitale del tessuto sociale, un importante spazio di visibilità e confronto. Proficua anche la collaborazione con gli istituti per la creazione e il supporto allo sviluppo di redazioni o giornali scolastici.

Un progetto multimediale "senza barriere"

Il progetto gode dell'importante patrocinio dell'Ordine dei Giornalisti di Sicilia, con il supporto del Consiglio nazionale dell'Ordine e degli uffici scolastici della Calabria e di Messina, ed è diffuso su tutti i media del network SES (giornale cartaceo, sito web con i canali social, tv e radio) così da incentivare anche le competenze multimediali e il corretto approccio alla tecnologia dei giovani coinvolti. Ha già registrato l'adesione di numerose scuole della Sicilia e della Calabria i cui allievi e docenti - anche con la modalità dei Percorsi per le competenze trasversali e l'orientamento - partecipano con grande interesse, promuovendo la lettura del giornale e la produzione di testi che vengono poi pubblicati settimanalmente e commentati in classe.

Nel solco tracciato dal fondatore di Gazzetta del Sud, Uberto Bonino, che nel 1952 concepì il quotidiano quale ponte informativo tra le due sponde, è rilevante e proficua l'azione di condivisione realizzata attraverso Noi Magazine fra le comunità scolastiche siciliane e calabresi, anche grazie agli eventi web della GDS Academy che, superando ogni distanza, consentono di creare occasioni di confronto e interlocuzione diretta con importanti rappresentanti istituzionali, offrendo a studentesse e studenti - che ne sono realmente protagonisti - esperienze altamente formative.

La passata stagione è stata inaugurata in collegamento nel novembre 2021 dal ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi, cha ha risposto alle domande di allievi e allieve, mentre l'evento conclusivo è stato incentrato nel maggio scorso sull'anniversario del ritrovamento dei Bronzi di Riace, con la significativa presenza istituzionale dell’allora presidente della Commissione Cultura della Camera Vittoria Casa e con la vicepresidente della Regione Calabria Giuseppina Princi, assessora regionale all'Istruzione.

Il progetto dunque consente di creare una grande community allargata, incentivando in particolare grazie alla GDS Academy la condivisione di esperienze, la conoscenza reciproca e il costruttivo confronto tra realtà geograficamente lontane ma certamente vicine per sensibilità. Particolarmente emozionante, poi, nel periodo natalizio la partecipazione all'iniziativa #happynoimagazine, che vede insieme le comunità scolastiche in un grande collage dei contributi video di auguri ideati sull'onda della fantasia e del talento creativo.

L'impegno per i giovani anche contro l'abbandono scolastico

Nel progetto sono coinvolti anche gli Atenei della Calabria e di Messina, quest'ultimo in particolare partecipa attivamente attraverso la collaborazione settimanale di studentesse e studenti (in particolare quelli della testata d'Ateneo UniVersoMe) all'inserto e attraverso il laboratorio di tecnica giornalistica Unime GDS Lab, promosso assieme a Ses per costituire un complemento pratico al percorso accademico di giornalismo.

Nell'ambito della collaborazione, alcuni eventi della Gds Academy si svolgono nell'aula magna di Unime, con la partecipazione di studentesse e studenti dei diversi corsi scolastici e accademici. E’ dunque intenso l'impegno tra informazione e formazione profuso da Società Editrice Sud, apprezzato anche dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella a Messina nel corso delle celebrazioni per il 70. anniversario della Ses e del 50. della Fondazione Bonino Pulejo, che ne è azionista di riferimento con una missione culturale rivolta soprattutto ai giovani.

Un impegno promosso, nel pieno rispetto della verità dei fatti e della dignità delle persone, assieme alla comunità educante del territorio anche nell'ambito di una strategia comune di lotta alla dispersione e all'abbandono degli studi, nel ribadire con fermezza il valore della formazione personale che poggia necessariamente sul percorso scolastico e accademico.

Le sinergie con istituzioni e enti

Intensa è la collaborazione con il Ministero dell'Istruzione, con le istituzioni, le forze dell'ordine e con esperti: agli incontri web, incentrati su tematiche di diffuso interesse, sono intervenuti ad esempio ospiti come l'ex ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina, la sottosegretaria all'Istruzione Barbara Floridia, la prefetta di Messina Cosima Di Stani e la prefetta di Crotone Maria Carolina Ippolito, il componente dell'Autorità Garante per la Protezione della Privacy Guido Scorza, il presidente del Cosiglio nazionale dell'Ordine dei Giornalisti Carlo Bartoli, l'attuale presidente dell'Ordine dei Giornalisti di Sicilia Roberto Gueli e l'ex presidente Giulio Francese, il funzionario del segretariato generale del Parlamento Europeo Massimo Palumbo, il sociologo prof. Mario Morcellini, direttore dell'Alta Scuola in Comunicazione e Tecnologie di Unitelma Sapienza, il presidente onorario dell'Accademia della Crusca Francesco Sabatini, il comandante della Polizia Postale per la Sicilia Orientale Marcello La Bella, il direttore News Italy di Rcs Media Group Alessandro Bompieri, il prof. Emanuele Scafato dell'Istituto Superiore di Sanità, la presidente nazionale dell'Unicef Carmela Pace e il portavoce Andrea Iacomini, il prof. Guido Castelli Gattinara, presidente della Società Italiana di Infettivologia pediatrica, i Garanti dell’Infanzia e dell’Adolescenza di Messina e Reggio Calabria. Presente in collegamento anche l'atleta paralimpica Giada Rossi, con l'allenatore della nazionale paralimpica di tennistavolo Alessandro Arcigli, nell'incontro su autismo, sport e inclusione cui sono intervenuti con un videomessaggio di saluto la presidente del Cnr Maria Chiara Carrozza e il presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli. Ospiti di frequente rettori e docenti degli atenei, fra cui in particolare il rettore Unime Salvatore Cuzzocrea e il prorettore vicario Giovanni Moschella.

L’iniziativa ha registrato nel tempo significative sinergie con: Ministero dell'Istruzione; Prefettura di Messina; Assessorato regionale all'Istruzione Sicilia; Assessorati alla Cultura e all'Istruzione Comune di Messina; Consiglio nazionale dell'Ordine dei Giornalisti; Ordine dei Giornalisti di Sicilia; Università degli Studi di Messina, Cosenza, Catanzaro, Reggio Calabria; Ufficio scolastico regionale Calabria, Ufficio scolastico regionale Sicilia, Ufficio scolastico provinciale Messina; Asp Messina; Istituto Superiore di Sanità; Polizia Postale per la Sicilia Orientale; Ospedale Pediatrico Bambino Gesù; Autorità Garante per la Protezione dei Dati Personali; Accademia della Crusca; CNR; Comitato Italiano paralimpico e Comitati Calabria, Sicilia, Messina; Associazione Alumnime di ex allieve e allievi dell'Ateneo di Messina; Garanti dell'Infanzia di Messina e di Reggio Calabria; Consulte studentesche della Calabria; Rai Ragazzi; Mondadori Scienza - Focus e Focus Junior; Comitato Nazionale e Provinciale Messina Unicef; Commissione italiana Unesco; Arpacal; AssoCea; Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia; Smart Future Academy. Importante anche la partnership con l’Osservatorio Giovani-Editori, l’ente nazionale che vanta una lunghissima e strutturata esperienza nell’incentivare l’interesse alla lettura dei quotidiani da parte dei più giovani in collaborazione con le società editrici.

Tutti gli istituti di istruzione superiore di Sicilia e Calabria aderenti al progetto “Gazzetta del Sud in classe con Noi Magazine” avranno infatti la possibilità di partecipare sempre gratuitamente anche all’iniziativa “Il Quotidiano in Classe” promossa dall’Osservatorio in sinergia con Società Editrice Sud, consentendo a ragazze e ragazzi di ampliare l’accesso alle fonti di informazione qualificata, leggendo anche altri quotidiani nazionali e cogliendo le interessanti opportunità di formazione e di premialità offerte.

Il team del progetto e la partecipazione a Noi Magazine

L’inserto settimanale del quotidiano guidato dal direttore Alessandro Notarstefano è coordinato dalla giornalista della Gazzetta del Sud Natalia La Rosa, ed è realizzato tra Sicilia e Calabria con un team di redazione di cui fanno parte Marialucia Conistabile (edizione Catanzaro-Crotone-Lamezia-Vibo), Vittorio Scarpelli (edizione Cosenza) e Eleonora Delfino (edizione Reggio), con la collaborazione di Giovanna Bergantin, Tania Toscano, Giovanni Petrungaro, Cristina Cortese, Rachele Gerace e il supporto tecnico di Roberto Travia, in raccordo con le redazioni dei media Ses (giornale cartaceo, tv e web).

La partecipazione al progetto “Gazzetta del Sud in Classe con Noi Magazine” è libera, gratuita e aperta agli Atenei e agli istituti scolastici pubblici e paritari di ogni ordine e grado. Prevista, per gli istituti di istruzione secondaria di secondo grado, la possibilità di avviare con SES Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento. Gli abbonamenti alla Gazzetta del Sud attraverso il progetto legato a Noi Magazine possono fruire dei rimborsi governativi stanziati per le scuole: dal 14 ottobre potranno essere trasmesse le relative richieste degli istituti al Dipartimento per l'Editoria.

Per info: tel 0902261; mail noimagazinesic@gazzettadelsud.it o noimagazinecal@gazzettadelsud.it; web gazzettadelsud.it

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook