Sabato, 10 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Foto Politica Venti giorni al voto. Nei sondaggi crescono gli indecisi e gli astenuti (42%)

Venti giorni al voto. Nei sondaggi crescono gli indecisi e gli astenuti (42%)

Se si andasse alle elezioni oggi la coalizione di centrodestra - rispetto alla scorsa rilevazione - arretra al 47,3% (era al 48,5% la scorsa settimana) così come il centrosinistra al 28,5% (era al 29,5% la scorsa settimana) . E' quanto emerge dal sondaggio Quorum/youtrend condotto per Skytg24.

In base alla rilevazione dell’istituto demoscopico FdI resta il primo partito con al 24,2% (24,1% nella precedente rilevazione), seguito dal PD al 21,9% (22,3%). La Lega registra un 13,5% (13,8%) mentre il M5S ottiene il 12,1% (11,1%). FI è all’8,1% (8,7%); Azione/Italia Viva 5,2% (5,3%); Sinistra italiana/Europa Verde si attestano al 3,5% (3,2%); ItalExit al 2,6% (2,5%); +Europa al 2,2% (2,9%); Noi Moderati all’1,5% (1,9%); Impegno Civico è allo 0,9% (0,7%). Mentre la quota di indecisi e astenuti cresce al 42% dal 38,8%.

La fiducia nei leader

In base al sondaggio, le figure in cui gli italiani ripongono maggiormente fiducia sono ancora il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella (61%) e il Presidente del Consiglio uscente Mario Draghi (54%). Seguono i leader di partito Giorgia Meloni (39%); Giuseppe Conte (34%), Matteo Salvini (29%), Silvio Berlusconi (29%), Emma Bonino (25%), Enrico Letta (24%), Luigi Di Maio (18%), Carlo Calenda (19%) e Matteo Renzi (17%).

Nota Metodologica: Sondaggio di 1.000 interviste svolte tra il 2 e il 4 Settembre 2022 su un campione rappresentativo della popolazione italiana, suddiviso per quote di genere ed età incrociate, stratificate per titolo di studio e ripartizione ISTAT di residenza. Il margine d’errore generale è del +/- 3,1%, con un intervallo di confidenza del 95%.

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook