Martedì, 07 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Qatar 2022

Home Foto Qatar 2022 L'Argentina domina, passa anche la Polonia per differenza reti. Messico beffato

L'Argentina domina, passa anche la Polonia per differenza reti. Messico beffato

Polonia-Argentina 0-2
Marcatori: 1'st Mac Allister, 22'st Alvarez.
Polonia: Szczesny 7.5; Cash 5, Glik 5.5, Kiwior 5, Bereszynski 5 (27'st Jedrzejczyk sv); Zielinski 5, Krychowiak 5 (38'st Piatek sv), Bielik 5 (17'st Szymanski 5.5), Frankowski 5 (1'st Skoras 5); Swiderski 5 (1'st Kaminsky 5), Lewandowski 5. Allenatore: Michniewicz 5.
Argentina: E.Martinez 6; Molina 7, Otamendi 6.5, Romero 6.5, Acuna 5.5 (14'st Tagliafico 6); De Paul 6.5, Fernandez 7 (34'st Pezzella sv), Mac Allister 7 (39'st Almada sv); Di Maria 6.5 (14'st Paredes 6.5), Messi 6.5, Alvarez 7.5 (34'st Lautaro Martinez 5.5). Allenatore: Scaloni 6.
Arbitro: Makkelie (Olanda) 5.
Note: Al 37'pt Szczesny para un rigore a Messi. Ammoniti: Acuña, Krychowiak. Angoli 1-9. Recupero 3' pt, 6' st.
DOHA. L’Argentina domina e batte la Polonia per 2-0, nonostante un errore di Messi dal dischetto nel primo tempo. L’Albiceleste può così festeggiare il primato nel girone grazie alle reti di Mac Allister e Alvarez, con i biancorossi che passano ugualmente il turno da secondi. Il primo squillo lo firma Messi e arriva al 10', quando sguscia via a un paio di avversari e ci prova con il mancino da posizione defilata, ma Szczesny è attento e devia a lato. Al 33' Di Maria tenta l’eurogol direttamente da angolo, con Szczesny costretto ad alzare sopra la traversa. Tre minuti dopo, Mac Allister imbuca per Alvarez che si fa sbarrare la strada dal solito Szczesny. Al 37' l’arbitro concede, dopo il consulto al Var, un rigore più che dubbio per presunto fallo di Szczesny su Messi. Il portiere si riscatta immediatamente, parando alla grande il penalty del numero 10. Il dominio argentino viene premiato dopo meno di un minuto dall’inizio della ripresa. Molina dalla destra mette una palla a rimorchio sulla quale si avventa Mac Allister, che con il destro incrocia il tiro sul palo lontano battendo Szczesny. Gli uomini di Scaloni raddoppiano al 22': Fernandez trova in area Alvarez che si sposta la palla sul destro e insacca con un gran destro sotto l’incrocio lontano. Tre minuti dopo Szczesny deve intervenire di piede sul sinistro di Messi per evitare il tris. Ora l’Albiceleste sfiderà l’Australia.

Arabia Saudita-Messico 1-2
Marcatori: 3'st Martin, 8'st Chavez, 50'st S.Al Dawsari.
Arabia Saudita: Al Owais 5.5; Al Ghannam 6 (43'st Bahbri sv), Al Amri 5.5, Al Tambakti 6, Al-Bulaihi 6 (37'pt Sharahili 6); Al Buraikan 6, Al Hassan 6 (1'st Madu 5.5), Abdulhamid 6, S.Al Dawsari 6.5; Kanno 6; Al Shehri 4.5 (17'st Alobud 6). Allenatore: Renard 5.5.
Messico: Ochoa 6; Montes 6.5, Moreno 6, Sanchez 6 (42'st K.Alvarez sv), Gallardo 6; E.Alvarez 6 (43'st Funes Mori 6), Chavez 7; Lozano 7, Pineda 6.5 (32'st Rodriguez sv), Vega 6 (1'st Antuna 5.5); Martin 7 (32'st Jimenez 6.5). Allenatore: Martino 6.
Arbitro: Oliver (Inghilterra) 6.
Note: Ammoniti: E. Alvarez, Al Hassan, Al Shehri, Al Tambakti, Madu, Al Amri, Bahbri. Angoli: 1-8. Rec. 6' pt, 7' st.
Lusail. Il Messico batte l’Arabia Saudita 2-1 ma resta fuori dagli ottavi di finale dei Mondiali. L’incredibile finale del girone C in Qatar qualifica la capolista Argentina e per la miglior differenza reti la Polonia, attese ora dall’incrocio rispettivamente con Australia e Francia. Al 28' è il Messico a sfiorare il gol: Lozano dalla destra crossa, Pineda penetra in area e incorna di testa in tuffo, ma Al Ghannam si oppone. Nel recupero l’Arabia Saudita sfiora il gol. Kanno lavora un pallone per Al Ghannam che disegna un traversone in area, Al Buraikan a botta sicura di testa non trova la porta. Al 48' il Messico sblocca il risultato su angolo: Montes sporca il cross, da due passi Martin deposita in rete. La rete del 2-0 è immediata ed è una magia. Al 53' Chavez si incarica di un calcio di punizione dai 25 metri e lascia partire col mancino una conclusione che si infila all’incrocio dei pali. A 20' dal termine Polonia e Messico sono in totale parità per differenza reti, numero di gol e scontri diretti, ma con Lewandowski e compagni avanti per la miglior classifica fair play. Martino manda in campo Jimenez. Il veterano al 78' col tacco lancia Lozano, l’attaccante del Napoli sfugge via ad Al Amri e serve la palla gol ad Antuna che spreca a porta vuota dopo l’intervento di un difensore. Nel finale ci pensa Al Dawsari che penetra in area e firma la rete dell’1-2 che fa sorridere solo la Polonia, che passa per un gol di differenza.

 

 

© Riproduzione riservata

TAG:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook