Domenica, 14 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Sanremo

Home Foto Sanremo Amadeus ricorda Monica Vitti. Show di Checco Zalone e la fiaba calabrese contro l'omofobia. Elisa è prima. LA CLASSIFICA

Amadeus ricorda Monica Vitti. Show di Checco Zalone e la fiaba calabrese contro l'omofobia. Elisa è prima. LA CLASSIFICA

Standing ovation all’Ariston per Monica Vitti: la seconda serata del festival si è aperta con l'omaggio all’attrice scomparsa, «una grande donna, una delle più grandi attrici della storia del cinema», dice Amadeus. «La sua scomparsa è un lutto per l’intero Paese. Con le sue interpretazioni sempre diverse ci ha fatto piangere, pensare, ridere anche tantissimo quando al cinema per le donne i ruoli comici erano una rarità».

Sangiovanni tra le farfalle e FantasùSanremo

E’ invece  toccato a Sangiovanni rompere il ghiaccio della seconda serata della 72esima edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo. Quello di Giovanni Pietro Damian, così all’anagrafe, vicentino classe 1993, è uno dei debutti più attesi della kermesse di Amadeus, non solo perché volto portato al successo dal talent «Amici di Maria De Filippi», percorso che si è concluso ad un passo dalla vittoria, quindi già conosciuto al largo pubblico televisivo; ma perchè nei mesi successivi allo show Sangiovanni ha collezionato una serie di hit che hanno scalato tutte le classifiche specializzate.  Sul palco dell’Ariston non rinuncia al rosa, che ha scelto di indossare spesso per combattere i pregiudizi, il giovanissimo Sangiovanni che ha aperto la seconda serata del Festival di Sanremo. Anche lui, come altri cantanti in gara, ha gridato «FantaSanremo» e «Papalina», rigorosamente dopo aver cantato e dopo aver chiesto il permesso al conduttore Amadeus.

Cesarini in lacrime contro il razzismo

E’ nata a Dakar da mamma senegalese e papà italiano, è cresciuta a Roma, è italiana e ne va «molto fiera», ma da quando Amadeus l’ha scelta per Sanremo ha sperimentato l’odio degli hater: Lorena Cesarini porta all’Ariston un monologo forte contro il razzismo, che conclude tra le lacrime dopo aver letto un brano di "Il razzismo spiegato a mia figlia" di Tahar Ben Jelloun. «La cosa più importante - dice - è chiedersi perché, per andare verso la libertà da frasi fatte, giudizi precostituiti, insulti, giudizi sul tram».

Checco Zalone all'altezza di Fiorello: sbuca dalla galleria

Amadeus annuncia Checco Zalone e si addentra tra la platea per cercarlo ma non lo trova. Poi la voce del comico pugliese lo chiama. Amadeus alza lo sguardo: Zalone è tra il pubblico della galleria. «Umiltà, Amadeus», ammonisce Zalone, «questa è gente vera, io amo il popolino». Poi scende e scatta lo show: Checco Zalone senza freni. «Bellissima l’idea di Ornella Muti doppiata da Maria De Filippi» dice ad Amadeus. Checco Zalone prende in giro Amadeus per la sua gaffe di due anni fa, quando definì Francesca Sofia Novello, fidanzata di Valentino Rossi, donna in grado di fare un «passo indietro». «C'è un maschilismo endemico ma stiamo cambiando, i pregiudizi non si scrostano con un detersivo», dice il comico rivolto al conduttore, «non siamo mica tutti donne». Per poi inchiodarlo: «Non lo hai detto ma lo hai pensato».

Poi Zalone racconta la sua favola 'Lgbtq' ambientata in Calabria. Personaggio principale è Oreste, un trans brasiliano che viene invitato al ballo a corte. Si innamora del principe ma viene ostacolato dal re omofobo che però è un «cliente affezionato» del protagonista. «Se ci sono denunce, querele interrogazioni parlamentari, il foro di competenza è di Amadeus» conclude Zalone ricordando al conduttore che «stiamo facendo servizio pubblico». Una favola - parodia di Checco Zalone, in parte sulle note di "Almeno tu nell’univero", un grande successo di Mia Martini. Il tema è l’omofobia, per il comico l’occasione di sottolineare l’ipocrisia di chi prende di mira chi è «diverso». «Sao la gente è strana, c'è chi vuole la banana, chi la fragola», uno dei versi della canzone re-interpretata da Zalone.

Tocca alla Pausini: fantastica regina

Amadeus accoglie sul palco dell’Ariston Laura Pausini, Mika e Alessandro Cattelan ufficializzando la loro conduzione all’Eurovision Song Contest, che partirà tra 100 giorni a Torino (il countdown è iniziato sulla cupola della Mole Antonelliana). La manifestazione torna in Italia, a Torino dal 10 al 14 maggio, grazie alla vittoria dei Maneskin l’anno scorso.

FantaSanremo impazza. Che cos'è Papalina

Ama, ti prego, pronunciale”. Sanremo, si sa, è la vetrina per eccellenza degli italiani. Un palco utilizzato da sempre per avviare tendenze, trasmettere novità e inviare messaggi più o meno... subliminali. Questo è l'anno di Fantasanremo. Da qui la frase sussurrata dal giovane-big in gara Sangiovanni al conduttore del Festival prima della sua esibizione. Le due parole in questione sono Fantasanremo (appunto) e Papalina. Entrambe sono riferite al gioco che sta impazzando in queste ore, coinvolgendo milioni di italiani, chiaramente mutuato dal Fantacalcio e applicato alla kermesse dei fiori. I due vocaboli - che diverranno inflazionati nel corso di serate - garantiscono punteggi bonus ai cantanti (50 per Papalina e 25 per Fantasanremo). Durante la prima serata del Festival si erano “prestati” al rito porta-punti anche Michele Bravi e Gianni Morandi. Iva Zanicchi, invece, dopo la standing ovation ha mostrato di non gradire troppo: “Altro che Papalina...”

Torna Checco: il virologo cugino di Albano

Checco Zalone torna sul palco con un cappello e una sciarpa bianchi nei panni di Oronzo Carrisi, virologo cugino del più celebre Albano Carrisi. Ma dell’illustre parente non vuole parlare, anzi «lo detesto». «Mi ha rovinato l’esistenza, mi ha oscurato per cinquant'anni, sulla targhetta nello studio avevo scritto 'cugino di Albano dottor cugini di Albanò ma finalmente le cose sono cambiate, ora è lui lu cuginu di lu virologo», spiega il dottor Oronzo, «prima in paese il virologo era sotto il podologo e appena una 'nticchia sotto l’estetista. Poi c'è stato il riscatto». Zalone si rivolge quindi a «vulcanologi, tornadologi e maremotologi": «Non vi preoccupate, prima o poi Fabio Fazio chiama anche voi».

LA CLASSIFICA GENERALE DOPO IL VOTO DELLA SALA STAMPA

1) Elisa

2) Mahmood - Blanco

3) La Rappresentante di Lista

4) Dargen D'Amico

5) Gianni Morandi

6) Emma

7) Ditonellapiaga e Rettore

8) Massimo Ranieri

9) Irama

10) Fabrizio Moro

11) Giovanni Truppi

12) Noemi

13) Sangiovanni

14) Michele Bravi

15) Rkomi

16) Achille Lauro

17) Matteo Romano

18) Highsnob e Hu

19) Giusy Ferreri

20) Iva Zanicchi

21) Aka7even

22) Le Vibrazioni

23) Yuman

24) Tananai

25) Ana Mena

LA CLASSIFICA DELLA SECONDA SERATA

1) Elisa

2) Emma

3) Ditonellapiaga e Rettore

4) Irama

5) Fabrizio Moro

6) Giovanni Truppi

7) Sangiovanni

8) Matteo Romano

9) Highsnob e Hu

10) Iva Zanicchi

11) Aka7even

12) Le Vibrazioni

13) Tananai

© Riproduzione riservata

TAG:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook