Domenica, 03 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Sanremo

Home Foto Sanremo Il Festival di Sanremo a Mahmood & Blanco: un successo da "Brividi". ECCO LA CLASSIFICA

Il Festival di Sanremo a Mahmood & Blanco: un successo da "Brividi". ECCO LA CLASSIFICA

Si è conclusa la 72esima edizione del Festival di Sanremo. Un'edizione che ha polverizzato record su record con ospiti musicali di grandissimo spessore, ma non solo. Da Fiorello a Zalone, da Laura Pausini a Cesare Cremonini. Il tutto condotto egregiamente da un sempre più straordinario Amadeus. A vincere il Festival sono stati Mahmood e Blanco con la loro "Brividi" davanti ad Elisa e Gianni Morandi.

Festival di Sanremo: vincono Mahmood & Blanco davanti a Elisa e Morandi

Segui la diretta testuale

01.10 La classifica generale

1) Mahmood&Blanco

2) Elisa 

3) Gianni Morandi

4) Irama

5) Sangiovanni

6) Emma

7) La Rappresentante di Lista

8) Massimo Ranieri

9) Dargen D'Amico

10) Michele Bravi

11) Matteo Romano

12) Fabrizio Moro

13) Aka7even

14) Achille Lauro

15) Noemi

16) Ditonellapiaga e Rettore

17) Rkomi

18) Iva Zanicchi

19) Giovanni Truppi

20) Highsnob & Hu

21) Yuman

22) Le Vibrazioni

23) Giusy Ferreri

24) Ana Mena

25) Tananai

00.26 Eterna Raffaella Carrà. L’Ariston si scatena e poi premia con la standing ovation un assaggio in anteprima mondiale del musical Ballo Ballo, tratto dal film Explota Explota. Sulle note di brani indimenticabili, Ballo Ballo, A far l’amore comincia tu, Rumore, Fiesta, riarrangiati ad hoc dal maestro Leonardo De Amicis, vanno in scena le coreografie firmate per l’occasione da Laccio - uno dei giovani direttori artistici e coreografi italiani più eclettici e poliedrici - con l’amichevole coordinamento artistico di Sergio Iapino, inquadrato in platea. Un’ideale «apertura» del tour globale che, restrizioni permettendo, debutterà tra fine 2023 ed inizio 2024 e attraverserà i palcoscenici di tutto il mondo.

23.56 Il festival di Sanremo rende omaggio a Lucio Dalla, scomparso dieci anni fa. «Prendiamo questo cappellino, un paio di occhiali ed è subito poesia. La poesia di Lucio Dalla», dice Sabrina Ferilli evocando il cantautore bolognese, mentre l’orchestra intona il brano Felicità. «L'ultimo applauso Lucio lo ha ricevuto qui, quando nel 2012 diresse l’orchestra (per Pier Davide Carone in gara, ndr) - aggiunge Amadeus -. Lo sentiamo ancora vicino. Lui dava la piacevole sensazione di essere suoi amici». «Con la sua umanità e l’empatia verso gli ultimi che portava anche in studio in tv - ha ricordato Sanrina Ferilli - capivi cosa significa essere un artista che va oltre la musica. E Lucio andava oltre la musica».

23:46 «Gianni, Gianni, Gianni» il pubblico dell’Ariston scandisce il nome di Gianni Morandi, secondo in classfica al momento, dopo che ha cantato "Apri tutte le porte".

23:43 Sangiovanni mette al collo di Amadeus sciarpa Milan - Sorpresa per Amadeus da parte di Sangiovanni sul palco dell’Ariston. Il giovane cantante chiede al direttore artistico, di nota fede calcistica nerazzura, di chiudere gli occhi. A quel punto Sangio mette al collo di Ama una sciarpa del Milan, dopo il derby che stasera ha visto la vittoria dei rossoneri. Poi l’artista ha ringraziato Mengoni per le sue parole sugli hater e sulla necessità di gentilezza: «Grazie. Perché è vero che bisogna fregarsene dei giudizi, ma poi è difficile farlo davvero».

23:40 Marco Mengoni contro gli hater - Un monito sull'odio online arriva da Marco Mengoni e Filippo Scotti, interprete di «E' stata la mano di Dio», che leggono alcuni messaggi di odio pubblicati sui social network e avvertono che la Costituzione tutela la libertà d’espressione ma anche la dignità delle persone. «La libertà di parole non deve violare la dignità altrui», ammonisce Mengoni, «una tastiera può essere un’arma». «Anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti», gli fa eco Scotti, citando il De Andrè di «Storia di un impiegato».
Dopo l’esibizione di Mengoni, che canta «L'essenziale», Amadeus avverte che «il problema degli haters non è solo nostro ma è un problema di tutti, tanti ragazzi subiscono pressioni insostenibli per quello che scrivono e questo non va accettato».

23:15 Michele Bravi, in gara a Sanremo, porta un mazzo di fiori a Maria Venier, seduta in prima fila al teatro Ariston di Sanremo: «La zia Mara degli italiani, ti amo». Bravi, tra l’altro in linea con il Fantasanremo, alla rassegna canta «Inverno dei fiori».

23:02 Marco Mengoni, uno dei super ospiti della serata finale del Festival di Sanremo, ha accompagnato il suo ritorno all’Ariston attraverso i suoi social e in particolare su Twitter: «Nove anni dopo. Tornerò all’origine E torno a te, che sei per me l’essenziale», ha scritto. In un altro post ha invece immortalato in maniera molto suggestiva la cittadina ligure, in lontananza e di notte, illuminata solo dalle luci delle case, davanti al mare: «Quanto sei bella Sanremo, stasera».

22:25 Sabrina Ferilli abbraccia il figlio di Amadeus: "Grazie per avermi scelta" - L’abbraccio col figlio tredicenne di Amadeus, seduto in prima fila, è il momento clou del monologo di Sabrina Ferilli, accompagnato dalle risate e dagli applausi del pubblico. «Sono qui per presentare un piccolo ragazzo che diventerà uomo, il figlio di Giovanna e Amadeus. Devo conoscerlo perchè quando Amadeus gli ha chiesto un nome da suggerirgli di chi poteva affiancarlo ha fatto il mio». Così si è diretta verso il ragazzino e l’ha abbracciato dicendogli: «Sei bellissimo, lo sai che da questo momento resteremo sempre insieme». E poi si è fatta scattare una foto con lui da Mara Venier, che in precedenza aveva preso in giro per il colore dell’abito. «Mara mi avevi detto che ti mettevi in fucsia e sei in bianco, ti cercavo ma non ti vedevo...».

22:09 Lo sfogo di Dargen D'Amico - «Grazie al governo italiano che tende a dimenticarsi delle piccole realtà musicali, così troviamo alternative». E’ la riflessione amara del dj e produttore musicale Dargen D’Amico sul palco dell’Ariston con la sua "Dove si balla". Poi tutto il teatro si scatena al ritmo della canzone in gara.

21:45 Massimo Ranieri, con il brano «Lettera di là dal mare», vince il premio della Critica «Mia Martini». A lui, 27 voti dei giornalisti accreditati presso la Sala Stampa. Al secondo posto Giovanni Truppi con 15 voti, al terzo Elisa con 7. In totale sono stati espressi 72 voti, 65 dei quali validi. Dopo l’impeccabile interpretazione nella serata finale del Festival di Sanremo, prima di ringraziare l’orchestra e Amadeus, Ranieri ha raccolto l'ovazione del pubblico e, cedendo al gioco del Fantasanremo, ha urlato "Papalina".

21:24 Una straordinaria Sabrina Ferilli apre la serata insieme ad Amadeus: "Ma come fai? Sei un fenomeno, Mentana te fa un baffo". Così l'attrice e show-girl romana ad Amadeus prima di presentare la prima cantante in gara, Iva Zanicchi. E ancora: «Tante volte tu non volessi fare più il Festival questa sera falla brutta, brutta, brutta. Tante volte se questi della Rai decidono di non sostituirti ti fai altri sette anni come Mattarella». Immediata la replica del conduttore: «Non posso farla brutta, brutta, brutta perchè tu sei bella, bella, bella...».

20:59 La serata finale del Festival di Sanremo viene aperto dalla banda della Guardia di Finanza che esegue l’Inno di Mameli. Dopo il saluto di Amadeus, la banda si congeda con la marcia «Armi e brio».

Sanremo, la classifica generale dopo la quarta serata: Mahmood e Blanco davanti a Morandi. Terza Elisa FOTO

Dalla nave sbarcheranno all'Ariston anche Fabio Rovazzi e Orietta Berti.

Sul palco tutti i 25 Big con i brani in gara, che saranno votati dal pubblico tramite televoto: la media tra le percentuali di voto ottenute nella serata e quelle delle serate precedenti determinerà una nuova classifica.

A quel punto saranno riproposte le prime tre canzoni. Le votazioni precedenti verranno azzerate e si procederà a una nuovo voto: il pubblico, attraverso il televoto, con un peso del 34% sul risultato complessivo; la Giuria della Sala Stampa, Tv, Radio e Web (33%) e la Demoscopica 1000 (33%). La canzone con la percentuale complessiva più alta vincerà il festival e saranno proclamate anche la seconda e la terza in classifica.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook