Domenica, 09 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Alberto Urso parte col botto, la prima tappa del tour a Roma è un successo

Alberto Urso parte col botto, la prima tappa del tour a Roma è un successo

di

Comincia col botto Alberto Urso, che ha scelto Roma per la prima data del tour “Solo Live”: oltre duemila persone hanno riempito domenica la sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica, acclamando il giovane tenore messinese, vincitore dell’ultima edizione di “Amici”, accompagnato da 17 elementi d’orchestra, e cantando con lui.

In teatro – per questo entusiasmante debutto – c’era anche Maria De Filippi (accolta con un grande applauso e un coretto), molto emozionata e felice per Alberto. E ieri, le foto postate dal giovane artista sul suo profilo Instagram, di lui che abbraccia teneramente Maria e poi le dà un bacio sul collo, hanno fatto il pieno di “like” (oltre 111mila) e di commenti.

Il secondo appuntamento con il tour “Solo Live”, che è prodotto e organizzato da Friends&Partners, è previsto venerdì a Milano agli Arcimboldi, ed è già – come da previsione – sold out. Una scenografia molto semplice, essenziale, ha fatto da cornice al debutto romano di Alberto, che ha intrattenuto il pubblico per oltre un'ora e mezza, cantando – da par suo – cover, omaggi e ovviamente inediti tratti dal primo album ufficiale, “Solo”, uscito lo scorso 10 maggio (e certificato Disco d’oro). Con lui sul palco – il progetto musicale è curato da Celso Valli – una vera e propria “big band” di 17 elementi, tra cui ben 12 archi.

Partenza già altissima, con i Queen magistralmente interpretati, poi subito due sue canzoni, “Accanto a te” e “Ti lascio andare”, e un omaggio che ha commosso il pubblico, che gli ha regalato la prima standing ovation: “O Sole Mio”, in omaggio alla nonna scomparsa.

Ma è stata solo la prima: un’altra irresistibile standing ovation è arrivata dopo il medley “Bohemian Rhapsody-The Final Countdown” e un’altra ancora dopo l’omaggio alla madre, il medley “Io che amo solo te-Ancora”. Nel mezzo, Alberto ha dialogato col pubblico, ringraziando la De Filippi e Giordana Angi (anche lei presente e molto applaudita) e ricordando l’irripetibile stagione di “Amici”, che lo ha fatto maturare come artista e a cui Alberto deve moltissimo («Sei mesi lì dentro – ha detto in una recente intervista – sono stati preziosissimi e non dimentico quello che Maria e il suo team hanno fatto per me, saranno sempre in ogni nota che canto»).

Molto applaudita anche “La mia rivoluzione”, che il pubblico ha cantato a squarciagola assieme a lui. Infine, un omaggio a Lucio Dalla e il nuovo singolo, “E poi ti penti”, che è stato scritto per lui da Kekko Silvestre dei Modà ed è uscito appena pochi giorni fa, lo scorso 20 settembre. È un momento particolarmente fecondo per Alberto Urso, che in questi giorni sta terminando le registrazioni del suo secondo, attesissimo album e nel frattempo prende parte alla prima edizione di “Amici Celebrities”, dove stavolta veste i panni del “coach”, guidando la Squadra Blu (mentre Giordana Angi guida la Squadra Bianca).

Durante il tour si esibirà nei più importanti teatri italiani: dopo gli Arcimboldi di Milano sarà al Teatro Augusteo di Napoli (17 ottobre), al Teatro Metropolitan di Catania (il 19) – unica tappa siciliana – , al Teatro Team di Bari (il 22), al Teatro Colosseo di Torino (il 25), al Teatro Verdi di Firenze (il 27), al Teatro Europauditorium di Bologna (il 28) e al Dis_Play Brixia Forum di Brescia (il 30). Alberto Urso è stato uno dei più apprezzati e applauditi protagonisti del “GdShow”, una delle “stelle” che hanno rischiarato la notte taorminese il 7 settembre scorso, per lo spettacolo organizzato da GDS Media & Communication e dal Gruppo SES Gazzetta del Sud Giornale di Sicilia al Teatro Antico di Taormina, con oltre 4000 spettatori; un evento benefico a sostegno della ricerca sul cancro.

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook