Sabato, 27 Febbraio 2021
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Il professor Scambia inaugura al "Gemelli" il più grande centro di isteroscopia al mondo

Il professor Scambia inaugura al "Gemelli" il più grande centro di isteroscopia al mondo

Sarà inaugurato a metà gennaio, ha 3 sale operatorie dedicate all’isteroscopia digitale ed è il più grande al mondo nel suo genere: si tratta del nuovo Centro CLASS Hysteroscopy della Fondazione Policlinico universitario Agostino Gemelli IRCCS, una struttura fortemente voluta da un calabrese, il professor Giovanni Scambia, luminare della ginecologia noto a livello internazionale e direttore scientifico della Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli - IRCCS.

Un progetto analogo di minori dimensioni era stato realizzato a Lovanio (Belgio) con la creazione di una sala operatoria integrata dedicata all’isteroscopia digitale, seguito da un altro centro inaugurato pochi mesi fa a Shanghai dove sono presenti 2 sale integrate. Ma il centro romano batterà tutti.

“Il nostro ambizioso progetto, è diventato realtà, - spiega il professor Giovanni Scambia, che dirige l'UOC di Ginecologia Oncologica del ed è ordinario di ginecologia e ostetricia all’Università Cattolica, campus di Roma - e ha previsto la realizzazione di 3 sale integrate dedicate all’isteroscopia digitale. Ogni sala ha a disposizione le più avanzate tecnologie in termini di gestione delle immagini endoscopiche e di ecografia tridimensionale e tutti gli strumenti più innovativi per la gestione delle patologie endouterine”.

Grazie ad un team di specialisti in patologie ginecologiche e diagnostica operativa tra cui Ursula Catena, componente del Consiglio consultivo dell'European Society for Gynaecological Endoscopy (ESGE), all’estrema miniaturizzazione degli strumenti, alle ottiche endoscopiche di piccolissime dimensioni e di altissima qualità e alla presenza di un ecografo 3D in ogni sala, sarà possibile trattare in un unico momento qualsiasi patologia endouterina. “Supereremo dunque il classico modello secondo cui la paziente è costretta a recarsi in ospedale più volte per eseguire in più tempi ecografia, isteroscopia diagnostica, preospedalizzazione con esami e poi l’isteroscopia operativa in sala operatoria, per accoglierla nel Centro integrato di isteroscopia digitale” ha aggiunto il professor Giovanni Scambia.

Il percorso delle pazienti, le aree di preparazione e osservazione e, soprattutto, le sale operatorie sono state specificatamente progettate e realizzate per eseguire procedure di isteroscopia digitale, integrando tutte le tecnologie necessarie e garantendo il massimo confort e la massima sicurezza a pazienti e operatori.

“Fiori all’occhiello del Centro CLASS Hysteroscopy – conclude il professor Scambia - saranno la gestione delle pazienti con malformazioni uterine e la gestione delle pazienti con tumore dell’endometrio in età fertile, per le quali è stato anche attivato un Percorso Clinico-Assistenziale dedicato”.

Il Centro è stato realizzato anche grazie al sensibile sostegno all'associazione Oppo e le sue stanze Onlus.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook