Venerdì, 22 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Caterina e Melissa scambiate in culla alla nascita: guarderemo insieme «Sorelle per sempre» su Raiuno

Caterina e Melissa scambiate in culla alla nascita: guarderemo insieme «Sorelle per sempre» su Raiuno

«La fiction? La guarderemo tutti insieme a casa mia, con i fazzoletti in mano e senza guardarci in faccia per evitare pianti a dirotto». Così Marinella Marino, 50 anni, mamma biologica di Caterina Foderà (ma chiamata Melissa), una delle due ragazze che la notte di Capodanno del 1998 furono scambiate in culla nell’ospedale di Mazara del Vallo. Le storia di Melissa e Caterina è raccontata in un film tv con qualche licenza di sceneggiatura, a partire dai nomi dei protagonisti: «Sorelle per sempre», in onda stasera su Rai1 in prima serata. La regia è di Andrea Porporati, a prestare il volto alle due mamme coraggiose le interpretazioni di Donatella Finocchiaro e Anita Caprioli.

«Guardare la fiction sarà per noi come tornare indietro dopo avere vissuto un incubo: tu cresci un figlio, lo vedi muovere i primi passi, fai le notte per una febbre, lo allatti... « racconta la Marino che aggiunge «abbiamo scalato montagne coi tacchi a spillo». Quando Marinella Marino ha partorito quella che oggi è Melissa Alagna aveva 27 anni: «In questi 20 anni - spiega - più volte ci hanno cercato per raccontare la storia di Caterina e Melissa ma non ci sentivamo ancora pronte, lo scorso anno ci siamo guardate in faccia e abbiamo deciso di farlo. Il nostro è un esempio di vita, andiamo sempre avanti nonostante gli ostacoli della vita. Con l’amore vero si supera tutto».

Su Rai1: "Sorelle per sempre", di Andrea Porporati

E’ la notte di di Capodanno del 1998 a Mazara del Vallo: due bambine - nate lo stesso giorno alla stessa ora nello stesso ospedale - vengono scambiate in culla. Verrà dato loro il nome di Caterina e Melissa. «Oggi, dopo la scoperta grazie alla mamma biologica di una delle due, la verità è venuta alla luce», come spiega mamma Marinella Alagna: «All’asilo mi accorsi che c'era un’altra bimba, entrando in classe, identica alle altre due mie più grandicelle e che mi somigliava come una goccia d’acqua. Quando arrivò l’altra mamma, Gisella Foderà, era turbata sosteneva che sua figlia aveva preso dal papà. Oggi viviamo tutti come una grande famiglia allargata, le ragazze hanno 23 anni: una appena laureata e l’altra in procinto a giorni di discutere la tesi, sono unitissime. Abbiamo sempre festeggiato i compleanni insieme, non abbiamo mai pensato di separarle, le accompagnavo dal pediatra, alle attività sportive».

La loro storia vera è raccontata in un film tv con qualche licenza di sceneggiatura, a partire dai nomi dei protagonisti: "Sorelle per sempre», in onda giovedì 16 settembre su Rai1 in prima serata. La regia è di Andrea Porporati, una produzione Rai Fiction e 11 Marzo. A prestare il volto a queste due mamme coraggiose le potenti interpretazioni di Donatella Finocchiaro e Anita Caprioli, sostenute non solo da Vincenzo Castrogiovanni e Francesco Foti, i papà, ma anche da uno dei nonni interpretato da Andrea Tidona. Dice Finocchiaro all’ANSA: «E' una storia unica e straordinaria, che fa riflettere anche sulla genitorialità biologica e sull'affido, perché queste ragazze hanno quattro genitori, grazie alla loro lungimiranza. I figli sono di chi li cresce e di chi li ama. Io sono mamma, come lo è Anita Caprioli, ci siamo chieste come ci saremmo comportate, non si può dare una risposta lucida, anche se sono un’attrice e sono abituata a calarmi nei ruoli a immedesimarmi in una storia, in questo caso ti ci devi trovare, è davvero impossibile essere obiettivi. Il cinema e la tv a mio parere vanno fatti sempre con il cuore e non con il sensazionalismo, questa è una storia che parla al nostro io più profondo. Qui siamo di fronte poi ad un grave errore umano commesso in una struttura sanitaria, una negligenza di proporzioni gigantesche. Ecco, la fortuna è stata che è capitata a due famiglie perbene, con due ragazze che crescendo come sorelle hanno anche saputo trovare la loro strada. La famiglia era sempre con noi, sul set ho visto commozione lacrime. In Sorelle per sempre dolore e amore si mescolano, le due madri diventano complici per risolvere un rebus».

Aggiunge mamma Marinella: «Sono sono stata io ad avere il primo sospetto, tutti a casa mi dicevano che si trattava di una suggestione, mi ricordavo di Gisella in ospedale, ma non l’avevo mai vista tra le mamme all’asilo... poi l’esame del sangue, del Dna, infine l’incubo, gli psicologi... Oggi abbiamo due ragazze stupende e meravigliose, che hanno due mamme due papà e altre sorelle complici in tutto». Aggiunge la giovane Melissa: «Lo scambio ci è stato raccontato, ma con mia sorella, perché cosi la chiamo, siamo cresciute insieme. Stesso banco, fino alla maturità. Poi Scienza dell’educazione a Chieti dove abbiamo preso un piccolo appartamento, ho fatto anche uno stage per occuparmi di bambini».

 

Record di share

Il film tv di Rai1, Sorelle per sempre, tratto da una storia vera, si è aggiudicato la prima serata di ieri con 4 milioni 763mila spettatori e il 24.41% di share. Su Canale 5 il debutto di Star in the Star è stato seguito da 1 milione 947mila spettatori con uno share dell’11%.

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook